Come coltivare il platano

tramite: O2O
Difficoltà: media
17

Introduzione

I platani non sono solo alberi che crescono rapidamente, ma diventano anche molto alti, e raggiungono spesso altezze tra i venti e i trenta metri. Questi alberi sono particolarmente facili da riconoscere, grazie alla corteccia, che gli conferisce un aspetto mimetico. I platani prediligono condizioni di crescita umide e tendono a svilupparsi lungo i torrenti e nei fitti boschi, dove c'è molta umidità. È possibile piantare semi di platano appena raccolti, o semi conservati che sono stati opportunamente preparati. Vediamo insieme come coltivare il platano.
http://www.piantevivai.com/alberi/platano-platanus.html.

27

Occorrente

  • Baccelli di platano
  • Sacchetto di carta
  • Vecchio astuccio con cerniera
  • Due vasi del diametro di circa quindici centimetri
37

Raccogliete i baccelli pieni di semi da un platano, quando diventano di color marrone chiaro. In genere questo accade in autunno, quando l'albero perde le foglie. Depositate i baccelli all'interno di sacchetti di carta o degli involucri di carta forno, per farli asciugare completamente: questo potrebbe richiede una o due settimane. Capirete che i baccelli son pronti, quando possono facilmente essere aperti con le dita.

47

Aprite i baccelli di platano utilizzando un martello, uno schiaccianoci o un paio di pinze (farete prima) e separate i baccelli dai semi di platano. Strofinateli contro una retina metallica (ad esempio, quella di un colino) per rimuovere via la peluria dalla superficie. Se non avete intenzione di piantarli subito, mettete due tazze di sabbia umida o di torba all'interno di un vecchio astuccio, possibilmente dotato di chiusura lampo. Trasferitelo in un luogo fresco, ad esempio sul fondo del frigorifero: la temperatura ideale è di zero gradi.

Continua la lettura
57

Inumidite il contenuto del sacchetto ogni tre o cinque giorni, e tutte le volte che vi sembra necessario, per mantenerlo umido. Quando son passati 90 giorni, potete togliere il sacchetto dal frigo e piantare i semi. Per far ciò, riempite idei vasi del diametro di quindici centimetri con un mix da invasatura, fino a quando non sono pieni fino a circa un centimetro dal bordo. Col un dito, scavate due piccola fosse profonde mezzo centimetro, al centro di ogni vaso: la distanza tra le due fosse dovrebbe essere di circa cinque centimetri.

67

Piantate un seme di platano in ogni piccola fossa. Premetelo sul terreno con fermezza, ma senza coprirlo interamente con la terra. Posizionate i vasi in un ambiente temperato, in cui la temperatura rimarrà moderatamente calda, tra i 18 e i 20 gradi. Non lasciate asciugare il terriccio, e spruzzatelo con dell'acqua ogni giorno, se necessario. La germinazione dei semi inizierà dopo circa 14 giorni. Trapiantate gli alberelli di platano una volta che son ben cresciuti ed avranno raggiunto un'altezza di circa 20-25 centimetri, ed assicuratevi che prendano tanto sole e che siano posizionati ad almeno 9 metri di distanza, gli uni dagli altri.

77

Consigli

Alcuni link che potrebbero esserti utili:

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Giardinaggio

Come coltivare patate in casa o in giardino

Se avete la passione per il giardinaggio e avete intenzione di cominciare a coltivare qualcosa, potete scegliere uno degli alimenti più amati sia dai grandi che dai bambini: la patata. Questo gustoso tubero può essere mangiato in tantissimi modi e le...
Giardinaggio

Come coltivare le lenticchie in casa

Quando si possiede del tempo libero a disposizione sarebbe il caso di sfruttarlo al meglio. Ad esempio si potrebbe prendere in considerazione l'idea di coltivare qualcosa in casa che si possa poi gustare. Quindi potremmo mangiare qualcosa di sano e genuino,...
Giardinaggio

Come coltivare le patate sul proprio balcone

Se avete in mente di iniziare a coltivare qualcosa sul vostro balcone dovreste prendere in esame questa guida, dove spiegheremo come coltivare le patate sul proprio balcone. Fate conto che la patata è una pianta resistente che può essere coltivata facilmente,...
Giardinaggio

5 consigli per coltivare la gardenia in vaso

La gardenia è un arbusto particolarmente profumato, caratterizzato da candidi fiori bianchi e da fogliame verde lucido. Si tratta di una pianta abbastanza difficile da coltivare con successo, specie nelle zone più fredde e in vaso. Tuttavia, è sufficiente...
Giardinaggio

Come iniziare a coltivare un orto

Oggigiorno sono sempre di più le persone che vogliono cominciare a coltivare un orto. Le ragioni possono essere le più svariate: si può farlo per il desiderio di riavvicinarsi alla natura, perché la coltivazione di un orto può essere un oggetto d’amore,...
Giardinaggio

Come coltivare i germogli sul balcone

Sentite di avere il pollice verde ma vi manca lo spazio per coltivare i vostri germogli? Non abbiate timore: non dovrete mai più rinunciare alla vostra passione. Anche in spazi ristretti è possibile coltivare le sementi ed i germogli che più vi aggradano,...
Giardinaggio

Come coltivare l'orto

Se vogliamo mangiare sano, senza spendere molto per costosissimi prodotti coltivati biologicamente, la soluzione ottimale è quella di coltivarci da soli un bell'orto pieno di verdure. Anche se non possediamo il classico pollice verde, non preoccupiamoci,...
Giardinaggio

Come coltivare e curare la gardenia

La Gardenia è una pianta delicata e profumata. La si può coltivare sia in giardino sia come pianta da vaso. Per coltivare e curare la gardenia, una varietà di pianta molto delicata e piacevolmente profumata, vi consiglio di seguire con attenzione...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.