Come coltivare il ramolaccio

tramite: O2O
Difficoltà: facile
15

Introduzione

Il ramolaccio è un ortaggio abbastanza utilizzato nella nostra cucina, anche se non molto conosciuto ai più. Viene comunemente inserito nel gruppo delle Crucifere che annoverano anche numerose varietà di cavoli, ravanelli e rape. Essendo legato con questi ortaggi, presenta questo comune sapore e anche una certa piccantezza. Vediamo dunque di conoscerlo meglio, e attraverso alcuni semplici passaggi, riusciremmo a carpire i segreti su come riuscire a coltivare nel proprio piccolo orticello di casa, questa particolare pianta dai mille usi e benefici tutti da conoscere per farne tesoro.

25

Occorrente

  • Terreno
  • Concime maturo
  • Acqua per irrigare
35

Per coltivare il ramolaccio (Raphanus sativus major) basterà seguire delle semplici indicazioni e fare attenzione ad alcuni semplici accorgimenti per ottenere un ottimo risultato.
Bisognerà anzitutto ricordare che questa pianta, pur preferendo i climi temperati freschi, dimostra una buona resistenza al freddo, mentre teme la siccità. Inoltre si adatta bene ad essere associato con lattughe, spinaci, carote, pomodori e fagioli. Nessun problema per quanto concerne la natura del terreno che quindi possiamo scegliere tranquillamente, senza particolari costrizioni.

45

Per quanto concerne la semina, la possiamo effettuare nel periodo che va da Agosto a Settembre, preferibilmente va fatta direttamente nell'orto, mantenendo una distanza di circa 15 cm sulla fila e di 25 cm tra le file.
Prima della semina ricordiamoci bene di distribuire il concime organico evitando eccessi azotati che possono causare purtroppo la spaccatura della radice.

Continua la lettura
55

Le cure specifiche da seguire durante la nostra coltivazione sono le solite che siamo abituati ad applicare ad ogni altra coltivazione, prevedono quindi delle irrigazioni costanti, soprattutto nei mesi estivi, scerbature e zappettature per arieggiare il terreno e tenerlo sgombro dalle piantine infestanti, che possono essere sempre in agguato.
Sarà meglio quindi intervenire al più presto, estirpandole dal terreno prima che infestino gran parte dello spazio e della coltivazione che ne può risentire.


La raccolta invece la possiamo praticare quando le radici hanno raggiunto una pezzatura commerciale. Bisognerà fare attenzione a non rimandare troppo l'estirpazione in quanto, oltre alla formazione di cavità interne, il sapore della polpa potrebbe risultare abbastanza alterato, rovinando quindi il nostro raccolto.

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Giardinaggio

Come coltivare patate in casa o in giardino

Se avete la passione per il giardinaggio e avete intenzione di cominciare a coltivare qualcosa, potete scegliere uno degli alimenti più amati sia dai grandi che dai bambini: la patata. Questo gustoso tubero può essere mangiato in tantissimi modi e le...
Giardinaggio

Come coltivare le lenticchie in casa

Quando si possiede del tempo libero a disposizione sarebbe il caso di sfruttarlo al meglio. Ad esempio si potrebbe prendere in considerazione l'idea di coltivare qualcosa in casa che si possa poi gustare. Quindi potremmo mangiare qualcosa di sano e genuino,...
Giardinaggio

Come coltivare le patate sul proprio balcone

Se avete in mente di iniziare a coltivare qualcosa sul vostro balcone dovreste prendere in esame questa guida, dove spiegheremo come coltivare le patate sul proprio balcone. Fate conto che la patata è una pianta resistente che può essere coltivata facilmente,...
Giardinaggio

5 consigli per coltivare la gardenia in vaso

La gardenia è un arbusto particolarmente profumato, caratterizzato da candidi fiori bianchi e da fogliame verde lucido. Si tratta di una pianta abbastanza difficile da coltivare con successo, specie nelle zone più fredde e in vaso. Tuttavia, è sufficiente...
Giardinaggio

Come iniziare a coltivare un orto

Oggigiorno sono sempre di più le persone che vogliono cominciare a coltivare un orto. Le ragioni possono essere le più svariate: si può farlo per il desiderio di riavvicinarsi alla natura, perché la coltivazione di un orto può essere un oggetto d’amore,...
Giardinaggio

Come coltivare i germogli sul balcone

Sentite di avere il pollice verde ma vi manca lo spazio per coltivare i vostri germogli? Non abbiate timore: non dovrete mai più rinunciare alla vostra passione. Anche in spazi ristretti è possibile coltivare le sementi ed i germogli che più vi aggradano,...
Giardinaggio

Come coltivare l'orto

Se vogliamo mangiare sano, senza spendere molto per costosissimi prodotti coltivati biologicamente, la soluzione ottimale è quella di coltivarci da soli un bell'orto pieno di verdure. Anche se non possediamo il classico pollice verde, non preoccupiamoci,...
Giardinaggio

Come coltivare e curare la gardenia

La Gardenia è una pianta delicata e profumata. La si può coltivare sia in giardino sia come pianta da vaso. Per coltivare e curare la gardenia, una varietà di pianta molto delicata e piacevolmente profumata, vi consiglio di seguire con attenzione...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.