Come coltivare il ravanello

tramite: O2O
Difficoltà: facile
17

Introduzione

Il ravanello è una pianta erbacea appartenente alla famiglia della Brassicaceae ed, è originaria dalla Cina. Tuttavia, da noi il ravanello è poco consumato e, si preferisce affettarlo crudo nelle varie insalate, a cui dà senza ombra di dubbio, molto più gusto. Spesso si utilizza anche per guarnire dei piatti di portata. Si può coltivare nei mesi estivi e c'è da dire che è poco calorico, possiamo contare solo 12 calorie ogni 100 grammi di prodotto, per cui molto indicato per chi segue una dieta. Nei passi a seguire vi saranno date delle utili informazioni su come coltivare il ravanello.

27

Occorrente

  • Ravanello
  • varietà
  • riproduzione
  • clima e terreno
  • concimazione e cure
  • raccolta
37

Generalmente dii ravanelli se ne coltivano molti e, sono di forma e colore diversi. C' è per esempio quello mezzo lungo rosso, quello a forma d'oliva, a candela e, il nero tondo d'inverno. Per coltivare questa radice, in tutti i casi e per tutti i tipi la propagazione avviene sempre per seme. Ricordatevi che è una pianta che teme molto la siccità e vuole un clima fresco ed umido. Il suo terreno ideale risulta essere quello di medio-impasto ricco di potassio. Si può' effettuare la semina direttamente in campo a spaglio, coprendo il seme con mezzo cm di terra, oppure in file distanti 15 cm tra loro.

47

Nell'uno e nell'altro caso, comunque devi sempre preparare il terreno con una concimazione organica, qualche mese prima della semina. L'interramento del concime deve avvenire a 30 cm di profondità, in ragione di 2 q di letame maturo per 100 mq di orto. Per avere una costante produzione di ravanelli ti conviene la semina detta a scalare, ogni 20 giorni. Puoi seminare da febbraio ad agosto. Sulla fila si deve mantenere una distanza di semina di 4 cm, con una profondità di 1 cm riferendomi ovviamente della semina a file. Riguardo l'innaffiatura hanno bisogno di acqua costantemente, anche se non eccessiva, se no cresceranno più foglie che radici.

Continua la lettura
57

Le cure colturali prevedono scerbature, irrigazioni e zappature. Se la semina che hai fatto è quella a spaglio, dopo l'emissione della terza fogliolina, dovrai pensare al diradamento delle piantine. Prima che il ravanello raggiunga la sua massima grossezza va raccolto, altrimenti si provocano delle spaccature all'interno della radice che di conseguenza si seccherà' rendono la polpa meno saporita, meno croccante e dal sapore più piccante (i tipici ravanelli estivi). Tra gli insetti che attaccano il ravanello c'è il grillotalpa e molti afidi, come la pulce di terra, che bucherella le foglie. Per combattere questi parassiti è consigliabile adottare trattamenti di polvere di piretro.

67

Guarda il video

77

Consigli

Non dimenticare mai:
  • Clima freso e irrigazioni frequenti
Alcuni link che potrebbero esserti utili:

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Segnala il video che ritieni inappropriato
Devi selezionare il video che desideri segnalare
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Giardinaggio

Come coltivare il daikon

Il daikon è un particolare ravanello di origine orientale molto utilizzato in cucina grazie al suo gusto gradevole e delicato. È un ottimo ingrediente per preparare piatti speziati dal sapore etnico come, ad esempio, zuppe calde, stufati o fresche insalate....
Giardinaggio

Cosa coltivare con poco spazio a disposizione

Non tutti hanno a disposizione una casa con giardino. L'assenza di uno spazio esterno ampio però non preclude la possibilità di coltivare ortaggi, verdure, erbe aromatiche e piante. Anche con poco spazio a disposizione si può creare un piccolo angolo...
Giardinaggio

Come coltivare patate in casa o in giardino

Se avete la passione per il giardinaggio e avete intenzione di cominciare a coltivare qualcosa, potete scegliere uno degli alimenti più amati sia dai grandi che dai bambini: la patata. Questo gustoso tubero può essere mangiato in tantissimi modi e le...
Giardinaggio

Come coltivare le lenticchie in casa

Quando si possiede del tempo libero a disposizione sarebbe il caso di sfruttarlo al meglio. Ad esempio si potrebbe prendere in considerazione l'idea di coltivare qualcosa in casa che si possa poi gustare. Quindi potremmo mangiare qualcosa di sano e genuino,...
Giardinaggio

Come coltivare le patate sul proprio balcone

Se avete in mente di iniziare a coltivare qualcosa sul vostro balcone dovreste prendere in esame questa guida, dove spiegheremo come coltivare le patate sul proprio balcone. Fate conto che la patata è una pianta resistente che può essere coltivata facilmente,...
Giardinaggio

5 consigli per coltivare la gardenia in vaso

La gardenia è un arbusto particolarmente profumato, caratterizzato da candidi fiori bianchi e da fogliame verde lucido. Si tratta di una pianta abbastanza difficile da coltivare con successo, specie nelle zone più fredde e in vaso. Tuttavia, è sufficiente...
Giardinaggio

Come iniziare a coltivare un orto

Oggigiorno sono sempre di più le persone che vogliono cominciare a coltivare un orto. Le ragioni possono essere le più svariate: si può farlo per il desiderio di riavvicinarsi alla natura, perché la coltivazione di un orto può essere un oggetto d’amore,...
Giardinaggio

Come coltivare i germogli sul balcone

Sentite di avere il pollice verde ma vi manca lo spazio per coltivare i vostri germogli? Non abbiate timore: non dovrete mai più rinunciare alla vostra passione. Anche in spazi ristretti è possibile coltivare le sementi ed i germogli che più vi aggradano,...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.