Come coltivare il ribes

tramite: O2O
Difficoltà: facile
14

Introduzione

L'hobby del giardinaggio, è sicuramente per chi piace un hobby molto bello ed appassionante. In molte infatti sono le piante che possiamo piantare e che vanno per esempio dall'albicocco e dal pero fino ad arrivare al pesco e all'ulivo. Tuttavia ci sono anche piante da frutta molto belle che possiamo piantare nel nostro giardino e che spesso vengono tenute in minor considerazione, come per esempio la pianta di ribes. In questa guida infatti vedremo come coltivare il ribes.

24

Per prima cosa, dovremo reperire in commercio dei semi di ribes, una volta che avremo i semi, dovremo avvolgere ogni seme in un batuffolo di cotone e poi mettere tutti i batuffoli di cotone in un piccolo piattino. Versiamo un goccio d'acqua sul cotone e riponiamo il piattino con i semi in un luogo fresco e asciutto della nostra abitazione e soprattutto al riparo dal sole. Lasciamo germogliare i semi per 3-4 giorni continuando ad inumidire con dell'acqua i batuffoli di cotone. Una volta che il germoglio avrà una lunghezza di circa 4-5 cm possiamo piantare i nostri semi. Possiamo piantarli in un vaso con del terriccio oppure in un angolo fresco del nostro giardino, al riparo dal caldo eccessivo e dal forte vento.

34

Nel caso abbiamo optato per la coltivazione in vaso, sarà bene utilizzare un terreno leggermente acido con ph di circa 6,5, dovrà poi essere un terreno molto fertile. Inoltre è importante concimare costantemente il terreno utilizzando concimi ricchi in azoto e in potassio, possiamo anche utilizzare per una concimazione il più biologico possibile, il fondo di caffè. Nel caso ci sia troppo freddo, soprattutto d'inverno possiamo utilizzare delle cortecce di un albero oppure delle foglie secche per tenere al caldo le radici delle nostre piantine di ribes. Importante è mantenere sempre il terreno intorno alla pianta ben umido, evitando di creare ristagni d'acqua che potrebbero far soffrire la nostra pianta.

Continua la lettura
44

Il nostro ribes, può anche essere vittima di piccoli insetti parassiti che possono danneggiare e rovinare la pianta come per esempio gli afidi e le cocciniglie. È quindi molto importante nel caso notiamo la presenza nociva di questi parassiti, non solo utilizzare gli appositi insetticidi, ma anche potare i rami secchi della nostra pianta o quelli che sono evidentemente danneggiati, in questo modo eviteremo la proliferazione di questi insetti. Un consiglio è anche quello di smuovere periodicamente magari con una piccola paletta, il terreno attorno al fusto della nostra piantina, in questo modo faremo respirare il terreno ed eviteremo la formazione della pericolosissima muffa grigia.

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Giardinaggio

Come coltivare il ribes

L'hobby del giardinaggio, è sicuramente per chi piace un hobby molto bello ed appassionante. In molte infatti sono le piante che possiamo piantare e che vanno per esempio dall'albicocco e dal pero fino ad arrivare al pesco e all'ulivo. Tuttavia ci sono...
Giardinaggio

Come potare i cespugli di ribes rosso, ribes bianco e uva spina

I ribes sono bacche succose e profumate, ma dal sapore acidulo, ottime per le confetture. La potatura dell' arbusto è simile per tutte e tre le piante e se viene fatta correttamente possiamo ottenere una piena produzione già dal terzo anno e per questo...
Giardinaggio

Come Creare Una Spalliera Con I Ribes Nel Proprio Giardino

Il ribes è un gustoso frutto, piuttosto apprezzato per la sua bontà; se viene coltivato a ventaglio, su un supporto a spalliera, diventerà un vero e proprio muro naturale, molto bello e decorativo. La sua forma è molto semplice perciò ben si adatta...
Giardinaggio

Come coltivare l'uva spina

Se hai il pollice verde e non ti spaventa cimentarti con gli alberi da frutto, puoi provare a coltivare l'uva spina (Ribes grossularia). Dal suo nome botanico si può facilmente dedurre che l'uva spina fa parte del genere Ribes, in particolare della famiglia...
Giardinaggio

Cosa coltivare con poco spazio a disposizione

Non tutti hanno a disposizione una casa con giardino. L'assenza di uno spazio esterno ampio però non preclude la possibilità di coltivare ortaggi, verdure, erbe aromatiche e piante. Anche con poco spazio a disposizione si può creare un piccolo angolo...
Giardinaggio

Come coltivare patate in casa o in giardino

Se avete la passione per il giardinaggio e avete intenzione di cominciare a coltivare qualcosa, potete scegliere uno degli alimenti più amati sia dai grandi che dai bambini: la patata. Questo gustoso tubero può essere mangiato in tantissimi modi e le...
Giardinaggio

Come coltivare le lenticchie in casa

Quando si possiede del tempo libero a disposizione sarebbe il caso di sfruttarlo al meglio. Ad esempio si potrebbe prendere in considerazione l'idea di coltivare qualcosa in casa che si possa poi gustare. Quindi potremmo mangiare qualcosa di sano e genuino,...
Giardinaggio

Come coltivare le patate sul proprio balcone

Se avete in mente di iniziare a coltivare qualcosa sul vostro balcone dovreste prendere in esame questa guida, dove spiegheremo come coltivare le patate sul proprio balcone. Fate conto che la patata è una pianta resistente che può essere coltivata facilmente,...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.