Come coltivare il ribes nero

tramite: O2O
Difficoltà: facile
16

Introduzione

Il mondo botanico è un mondo meraviglioso per chi con pazienza e dedizione riesce a portare su piante, alberi, fiori ognuno con particolarità e cure differenti, solo la conoscenza e l'esperienza acquisita nel tempo può riuscire a dare un risultato soddisfacente. In questa guida vedremo come coltivare il ribes nero, pianta cespugliosa che necessita di un terreno ricco di humus, ossia un concime naturale e che non sia troppo argilloso, in quanto bloccherebbe la produzione di frutti. Avere a disposizione un terreno, o giardino, oppure uno spazio verde dove potremmo accogliere vasi, certamente il pensiero cadrebbe sulla gestione e sulla creazione di una piccola coltivazione che sia di frutta, verdure, ortaggi o i bellissimi fiori, dedicandoci a questo, risparmieremo denaro e acquisteremmo la bellezza del nostro giardino.

26

Occorrente

  • Ribes nero e terriccio
36

L'importanza del terriccio

Come primo passo, è bene conoscere un po' che tipo di pianta è il ribes nero, intanto dovrete irrigare in abbondanza nel periodo estivo quando c'è molta siccità, in secondo luogo bisogna riparare la pianta dalle elevate temperature, essa non è resistente ed è molto sensibile, mentre il freddo viene gestito piuttosto bene, quindi direi che se vi trovereste nel nord Italia le condizioni atmosferiche risulterebbero ideali. Resiste a temperature fino ai meno 15 gradi anche se certamente non produrrà frutti in queste condizioni. L'ideale sarebbe allestire una copertura o coltivare questa pianta a mezz'ombra e riparata dai raggi solari diretti.

46

Procedura di potatura

Abbiamo visto che necessita di abbondanti irrigazioni estive, la potatura è fondamentale e questa richiede un determinato taglio, infatti andremo a recidere i rami troppo sviluppati andando a toccare l'interno con quelli più aggrovigliati e secchi, vanno eliminati i rami più vecchi di 4 anni, questo lavoro verrà fatto possibilmente 2 volte l'anno, importante per fruttificare nell'arco di circa 1 anno per continuare a radicarsi per altri 2 anni. Dobbiamo riconoscere che i rami corti e vecchi, producono pochi frutti, in queste condizioni la potatura è fondamentale per rinnovare la produzione.

Continua la lettura
56

Coltivare il ribes in vaso

Qualora decidessimo di coltivare il ribes in un vaso, dobbiamo fare sempre attenzione al terriccio, in quanto deve presentare calcare attivo e deve contenere molto potassio (K), infatti la specie ha moltissima necessità di tale vitamina, useremo ampi vasi aventi minimo 20 cm di diametro ed il suolo sarà sempre umidificato e dovrà avere uno stato drenante, questo, per evitare ristagni di acqua e il conseguente soffocamento della pianta. L' attesa richiede una stagione per provvedere alla raccolta del fiore, questa avverrà gestita in circa 3 sessioni, il periodo in cui iniziare a piantare sarà novembre, continuando periodicamente a zappettare e innaffiare, proseguire con la la raccolta del ribes nel periodo che va da giugno a settembre. La soddisfazione sarà totale nel tagliare il primo fiore, nutrito dalle nostre stesse " mani".

66

Consigli

Non dimenticare mai:
  • Irrigare frequentemente nel periodo estivo

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Giardinaggio

Come coltivare il ribes

L'hobby del giardinaggio, è sicuramente per chi piace un hobby molto bello ed appassionante. In molte infatti sono le piante che possiamo piantare e che vanno per esempio dall'albicocco e dal pero fino ad arrivare al pesco e all'ulivo. Tuttavia ci sono...
Giardinaggio

Come potare i cespugli di ribes rosso, ribes bianco e uva spina

I ribes sono bacche succose e profumate, ma dal sapore acidulo, ottime per le confetture. La potatura dell' arbusto è simile per tutte e tre le piante e se viene fatta correttamente possiamo ottenere una piena produzione già dal terzo anno e per questo...
Giardinaggio

Come coltivare il cavolo nero

Come vedremo nel corso di questo breve tutorial dedicato al verde, la coltivazione di alcuni ortaggi gustosi e salutari, come ad esempio il cavolo nero, è semplice e veloce (oltre a non richiedere particolari accortezze). Nonostante possa sembrare difficile...
Giardinaggio

Come coltivare il tartufo nero

Quella del pollice verde è un attitudine verso il mondo del giardinaggio che ci consente di coltivare davvero tantissime piante. Per ottenere però dei risultati soddisfacenti non serve solo avere una certa attutitine verso questo mondo. Occorre conoscere...
Giardinaggio

Come Creare Una Spalliera Con I Ribes Nel Proprio Giardino

Il ribes è un gustoso frutto, piuttosto apprezzato per la sua bontà; se viene coltivato a ventaglio, su un supporto a spalliera, diventerà un vero e proprio muro naturale, molto bello e decorativo. La sua forma è molto semplice perciò ben si adatta...
Giardinaggio

Come coltivare l'aglio nero

A prima vista potrebbe suscitare un certo disgusto, eppure, da qualche anno, ha preso piede la coltivazione e l'utilizzo del black allium (detto anche black garlic). Praticamente, consiste nell'aglio nero, che si è sviluppato soprattutto in oriente e...
Giardinaggio

Come coltivare l'uva spina

Se hai il pollice verde e non ti spaventa cimentarti con gli alberi da frutto, puoi provare a coltivare l'uva spina (Ribes grossularia). Dal suo nome botanico si può facilmente dedurre che l'uva spina fa parte del genere Ribes, in particolare della famiglia...
Giardinaggio

Come coltivare le melanzane

Quanto è allettante, oggi, nel momento della ricerca del "biologico", del sano, poter essere sicuri della qualità di ciò che mangi e di ciò che coltivi? Tanto! Stiamo parlando della tua salute! Un ortaggio dai mille impieghi in cucina, oggi venduto...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.