Come coltivare il tabasco

tramite: O2O
Difficoltà: facile
16

Introduzione

Se vi recate in qualsiasi supermercato è possibile acquistare una strana salsa rossa, molto piccante, usata per condire il pesce o la carne. Stiamo parlando del tabasco, una salsa molto diffusa negli Stati Uniti che ormai è distribuita in ogni parte del mondo. Pochi sanno che il tabasco è in realtà prodotto attraverso un peperoncino chiamato Capsicum furtescens, originario della Louisiana. A questo vanno aggiunti vino bianco e sale, per creare la famosa salsa. Ma come fare a coltivare questa specie di peperoncini in casa? Tecnicamente è molto semplice, ma bisogna avere dello spazio a disposizione ed il clima giusto. Questa guida si propone appunto di spiegarvi come coltivare il tabasco.

26

Occorrente

  • Acqua; terra; vaso.
36

Come le altre specie di peperoncino può essere coltivato facilmente in vaso. Potete seminare il tabasco a febbraio se abitate al centro-sud e a marzo se invece vivete al nord. I frutti vanno raccolti in estate ed in autunno. La temperatura in fase di semina non dovrebbe scendere oltre i 25°. La terra presente nel vaso deve essere composta da torba e sabbia in parti uguali. I tempi di germinazione sono molto lunghi, per cui non spaventatevi se non vedete crescere nulla nell'immediato.

46

Una volta che vedete spuntare le prime foglie, potete separare le piantine e ripiantarle in contenitori singoli. Se non vivete in un ambiente caldo o comunque non avete la possibilità di esporre le piantine al sole, allora procuratevi delle lampade adatte alla coltivazione in-home. Tutto questo dipende dal numero di piante che desiderate coltivare. Se il numero è ridotto, allora non conviene realizzare tutto l'impianto, ma fate in modo di trovare un posticino al sole dove far germinare il vostro tabasco. La temperatura non dovrà mai scendere al di sotto dei 10° la notte e dei 15° il giorno. La pianta si riproduce per seme o per talea, quindi una volta che la pianta sta per seccare, conservate i semi dei peperoncini e ripiantateli.

Continua la lettura
56

In generale il terreno deve essere sciolto, acido e ben drenato, con parecchia sabbia e non troppo fertilizzato. Le eventuali concimazioni dovrebbero essere a base di potassio, fosforo e microelementi. Lo dovrete annaffiare spesso e abbondantemente evitando comunque eventuali ristagni. Affinché non perdano le loro caratteristiche è bene utilizzarli nell'immediato. Tuttavia è possibile anche conservarli sott'olio, essiccarli o congelarli. Inoltre è possibile preparare la famosa salsa tabasco, attraverso le numerose ricette che è possibile trovare su internet.

66

Consigli

Alcuni link che potrebbero esserti utili:

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Giardinaggio

Come coltivare patate in casa o in giardino

Se avete la passione per il giardinaggio e avete intenzione di cominciare a coltivare qualcosa, potete scegliere uno degli alimenti più amati sia dai grandi che dai bambini: la patata. Questo gustoso tubero può essere mangiato in tantissimi modi e le...
Giardinaggio

Come coltivare le lenticchie in casa

Quando si possiede del tempo libero a disposizione sarebbe il caso di sfruttarlo al meglio. Ad esempio si potrebbe prendere in considerazione l'idea di coltivare qualcosa in casa che si possa poi gustare. Quindi potremmo mangiare qualcosa di sano e genuino,...
Giardinaggio

Come coltivare le patate sul proprio balcone

Se avete in mente di iniziare a coltivare qualcosa sul vostro balcone dovreste prendere in esame questa guida, dove spiegheremo come coltivare le patate sul proprio balcone. Fate conto che la patata è una pianta resistente che può essere coltivata facilmente,...
Giardinaggio

5 consigli per coltivare la gardenia in vaso

La gardenia è un arbusto particolarmente profumato, caratterizzato da candidi fiori bianchi e da fogliame verde lucido. Si tratta di una pianta abbastanza difficile da coltivare con successo, specie nelle zone più fredde e in vaso. Tuttavia, è sufficiente...
Giardinaggio

Come iniziare a coltivare un orto

Oggigiorno sono sempre di più le persone che vogliono cominciare a coltivare un orto. Le ragioni possono essere le più svariate: si può farlo per il desiderio di riavvicinarsi alla natura, perché la coltivazione di un orto può essere un oggetto d’amore,...
Giardinaggio

Come coltivare i germogli sul balcone

Sentite di avere il pollice verde ma vi manca lo spazio per coltivare i vostri germogli? Non abbiate timore: non dovrete mai più rinunciare alla vostra passione. Anche in spazi ristretti è possibile coltivare le sementi ed i germogli che più vi aggradano,...
Giardinaggio

Come coltivare l'orto

Se vogliamo mangiare sano, senza spendere molto per costosissimi prodotti coltivati biologicamente, la soluzione ottimale è quella di coltivarci da soli un bell'orto pieno di verdure. Anche se non possediamo il classico pollice verde, non preoccupiamoci,...
Giardinaggio

Come coltivare e curare la gardenia

La Gardenia è una pianta delicata e profumata. La si può coltivare sia in giardino sia come pianta da vaso. Per coltivare e curare la gardenia, una varietà di pianta molto delicata e piacevolmente profumata, vi consiglio di seguire con attenzione...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.