Come coltivare in casa una pianta di Chamadorea

tramite: O2O
Difficoltà: facile
15

Introduzione

Il mondo è pieno di piante, che lo abitano donando profumi e colori meravigliosi. Molte persone ed appassionati amano circondarsi delle più svariate specie di piante, adornando i propri giardini o anche solo da tenere in casa propria per rendere l'ambiente più accogliente. Le chamadoree (chiamate anche palme minori) sono un genere di piante che: crescono abbastanza lentamente; hanno una vita molto lunga; sono in grado di raggiungere altezze di svariati metri; sono dotate di un voluminoso fusto verde chiaro, con in cima una chioma folta di foglie lanceolate disposte disordinatamente. In questa guida vi spiegherò, attraverso pochi e semplicissimi passaggi, come bisogna procedere per poter coltivare efficacemente ed efficientemente, nel giardino o nel balcone della propria abitazione, una pianta di Chamadorea. Mettiamoci quindi all'opera.

25

Occorrente

  • Una pianta di chamadorea
35

Innanzitutto, è necessario sapere che le chamadoree adorano stare in luoghi illuminati benissimo, ma al riparo dalla luce diretta del Sole: inoltre, anche l'ambiente completamente buio rappresenta una condizione sfavorevole per questa specie di piante. Nella stagione fredda (autunnale ed invernale) è bene tenere quest'ultime all'interno della casa in cui avete deciso di coltivarle, poiché esse non sopportano di restare, per un periodo di tempo eccessivo, ad una temperatura che si aggira intorno ai zero gradi (0°C)!!!

45

Un'altra cosa che dovete assolutamente conoscere riguarda l'irrigazione della chamadorea e, specificatamente, occorre: non eccedere con la somministrazione dell'acqua; fare molta attenzione che il terreno, tra un'innaffiatura e l'altra, si sia asciugato almeno un po'; evitare che tali piante non vengano annaffiate per qualche giorno, perché sono capaci di sopportare soltanto piccoli periodi di siccità. Quando notate che l'aria è troppo secca, dovete eseguire le seguenti due operazioni: la nebulizzazione dell'acqua distillata sul fogliame; la somministrazione del fertilizzante specifico per piante tropicali, ogni tre o quattro mesi!!!

Continua la lettura
55

Il terreno ideale della chamadorea deve essere composto da un terriccio universale mischiato con una piccola quantità di sabbia oppure da un humus di foglie mescolato con un frammento solido di lava (chiamato lapillo): siccome essa ha una crescita piuttosto lenta, non serve rinvasarla spesso; infine, dovete sapere che: queste piante temono l'attacco da parte di differenti parassiti (come i ragnetti rossi, le cocciniglie, i tripidi e i nematodi); bisogna fare attenzione agli eccessi d'acqua, perché porterebbero quasi certamente al marciume delle radici
Coltivare una pianta di Chamadorea non è difficilissimo, ma richiede comunque impegno e una certa propensione al pollice verde. Per poter crescere la propria pianta in maniera sana e farla vivere a lungo è necessario informarsi e fare molta pratica, seguendo poi i suggerimenti di questa guida avrete un aiuto in più su come coltivare questa pianta. Chiedete poi consigli più specifici a qualche esperto del settore. Non mi resta che augurarvi buon lavoro.
Alla prossima.

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Giardinaggio

Come coltivare una pianta carnivora

La Dionaea muscipola è sicuramente la "pianta carnivora" per eccellenza, ovvero quella più conosciuta e apprezzata da tutti gli amanti di questa specie. Per la sua semplicità di coltivazione, è sicuramente quella più indicata per tutti i neofiti...
Giardinaggio

Come coltivare la pianta di ciclamino

Il ciclamino è una pianta a fiori, di piccole dimensioni, adeguata infatti non solo per ambienti come il giardino ma anche per interni. Come lo stesso nome richiama, si tratta di una pianta a fiori dai colori che variano come il bianco, il rosa ed i...
Giardinaggio

Come Coltivare Una Pianta Di Cordilina

Se siete degli appassionati delle piante di ogni genere e siete anche in cerca di qualche nuova specie da coltivare nel vostro giardino, potete provare ad acquistare una pianta davvero particolare: la Cordilina. Si tratta di una pianta di origine australiana...
Giardinaggio

Come coltivare una pianta di ananas

L'Ananas è tra i frutti tropicali più mangiati ed apprezzati di sempre, è possibile trovarlo negli scaffali e nei banchi frutta di moltissimi supermercati, anche se molto spesso è meglio scegliere qualcosa di più fresco e genuino. L'Ananas è un...
Giardinaggio

Come coltivare una pianta di rosmarino

Il rosmarino può essere considerato un antidepressivo naturale, infatti alcuni studi hanno dimostrato la presenza, nella pianta, di un'essenza che stimola la sintesi della serotonina (il neurotrasmettitore del benessere) e che risulta un ottimo rimedio,...
Giardinaggio

Come coltivare una pianta di ligustro

Il ligustro è una piccola pianta, che è stata coltivata principalmente nelle isole britanniche per secoli, dove si è adattata bene alla crescita in quasi tutti i tipi di terreno, sia all'ombra che al sole. Questa pianta, è una pianta densa e sempreverde....
Giardinaggio

Come coltivare una pianta antibatterica come l'Areca

Al mondo esistono una quantità infinita di piante, ed ognuna di esse possiede delle caratteristiche particolari. Alcune sono curative, altre solo decorative, studiarle per comprenderne le potenzialità potrebbe rivelarsi particolarmente utile. L'Areca...
Giardinaggio

Come coltivare la pianta della lenticchia

Le lenticchie sono una buona fonte di proteine e di carboidrati e, poiché prive di glutine, sono adatte a chi ha problemi di celiachia. Poterle coltivare nel proprio orto, rappresenta una grande soddisfazione poiché si accontenta di terreni non troppo...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.