Come coltivare in vaso il mandarino cinese

Tramite: O2O
Difficoltà: media
16

Introduzione

Il mandarino cinese è un piccolo arbusto appartenente alla famiglia degli agrumi, e se cresce spontaneamente può raggiungere anche i tre metri di altezza. I rami sono ricchi di spine, mentre i frutti sono ovali e piuttosto piccoli dal sapore simile al mandarino, e di un colore giallastro fino all'arancione. La coltivazione in vaso del mandarino cinese è molto diffusa nei nostri giardini, in quanto viene anche utilizzata come pianta ornamentale.
Questo richiede molta attenzione e dedizione nella cura, quindi bisogna essere ben predisposti per iniziare una coltivazione di mandarino cinese.
In riferimento a ciò, vediamo quindi in questa guida, come coltivare questa pianta, passo per passo, con dei semplici consigli.

26

Occorrente

  • Semi
  • Torba sminuzzata
  • Concimi
  • Vaso
  • Pazienza,cura e attenzione
36

Coltivazione

Per coltivare il mandarino cinese è necessario acquistare i semi presso un vivaio o un centro per il giardinaggio, e inserirli in un vaso di medie dimensioni. È una pianta molto robusta che resiste bene al freddo, ma bisogna usare una certa accortezza quando c'è il gelo, quindi è meglio coprirla con un telo. Il trapianto si effettua tra febbraio e marzo, ed inoltre il vaso dovrà essere di un diametro pari al doppio rispetto a quello in cui vengono messi i semi. Sul fondo del vaso è necessario disporre dell'argilla espansa per permettere all'acqua di circolare, ed evitare quindi che si possano marcire le radici.

46

Trattamento

Subito dopo il trapianto bisogna annaffiare abbondantemente la pianta, ed in particolare nel periodo estivo in quanto le radici assorbono molta acqua. In primavera è utile aggiungere all'interno del vaso della torba sminuzzata per rendere il terriccio molto più fertile, e permettere alla pianta di crescere rigogliosa e piena di frutti. È utile inoltre mettere nel vaso anche del concime a base di azoto, fosforo e potassio per un maggiore vigore della piantina, e tale intervento bisogna farlo almeno tre volte l'anno. Nel periodo di maggiore siccità quindi luglio ed agosto, le piantine necessitano di frequenti annaffiature per produrre frutti in abbondanza.

Continua la lettura
56

Germogliazione

Il mandarino cinese ha bisogno di sei ore al giorno di sole diretto, mentre nel periodo invernale quando la temperatura scende sotto lo zero, allora conviene coprire la pianta con dei teli traspiranti oppure spostarla all'interno dell'abitazione ma non vicina a delle fonti di calore. La pianta riesce a produrre i primi frutti dopo circa due anni, e da quel momento in poi diventa sempre più rigogliosa. Se poi il mandarino cinese con il passar del tempo ha troppi rami, conviene ricorrere alla potatura almeno una volta all'anno, per fare in modo che i frutti si riproducano sempre e soprattutto in un buon quantitativo.

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Giardinaggio

Come coltivare e mantenere la pianta del mandarino

Quella del pollice verde può essere considerata come una naturale attitudine dell'uomo nei confronti della coltivazione. Ovviamente la passione per il mondo della flora non basta per ottenere delle coltivazioni rigogliose. Occorre anche possedere le...
Giardinaggio

5 consigli per coltivare la gardenia in vaso

La gardenia è un arbusto particolarmente profumato, caratterizzato da candidi fiori bianchi e da fogliame verde lucido. Si tratta di una pianta abbastanza difficile da coltivare con successo, specie nelle zone più fredde e in vaso. Tuttavia, è sufficiente...
Giardinaggio

Come coltivare il limone in vaso

Gli agrumi sono delle piante che si adattano benissimo alla coltivazione in vaso. La pianta limone si presenta con foglie verde lucido e può essere coltivata in tutta Italia, anche se preferisce zone soleggiate e con temperatura media elevata. Basta...
Giardinaggio

Come piantare e coltivare le piante grasse in vaso

Se avete il pollice verde, potreste piantare e coltivare le piante grasse in vaso. Tali piante, conosciute anche come succulente, sono perfette per gli ambienti aridi. Queste, infatti, sviluppano foglie e steli molto carnosi che accumulano e conservano...
Giardinaggio

Come coltivare la vite in vaso

Se sei un amante del verde e desideri scoprire come sia possibile coltivare la vite in vaso autonomamente e senza particolari difficoltà, ti consiglio di leggere con attenzione i consigli di seguito, in quanto ti fornirò preziosi suggerimenti sull'argomento...
Giardinaggio

Come coltivare l'alloro in vaso

Le piante aromatiche sono un ottimo strumento per realizzare dei condimenti sani e gustosi per moltissime ricette. Un'altro vantaggio delle piante aromatiche è sicuramente la loro resistenza, che le rende perfette per essere coltivate anche in un piccolo...
Giardinaggio

Come coltivare un melo in vaso

Gli alberi da frutto vengono sempre immaginati all'interno di un frutteto. Tanto che, molti rinunciano a prendere l'iniziativa di coltivarli. Il primo dubbio più frequente viene rivolto allo spazio che dovrà occupare la pianta. Ma nulla è impossibile!...
Giardinaggio

Come coltivare rose in vaso o in giardino

Coltivare le piante è una una passione che richiede anche un pizzico di conoscenza di tale ambito. Quella del pollice verde quindi è un attitudine che va coadiuvata da un sapere. In questa particolare guida avremo l'opportunità di vedere come coltivare...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.