Come coltivare l'albero di ulivo

Tramite: O2O 30/06/2017
Difficoltà: media
16

Introduzione

Per chi possiede un giardino ma anche un angolo verde dalle dimensioni ridotte, coltivare un albero di ulivo può essere la soluzione migliore e quella che, nella maggior parte dei casi, offre le soddisfazioni migliori. L'ulivo è infatti una pianta sempre verde, dalla crescita lenta e che ha bisogno di un'attenta manutenzione per crescere bene e in modo armonico. Ma i frutti che darà, vi ripagheranno ampiamente della fatica spesa. In questa guida vogliamo dunque illustrarvi come coltivare nel modo più appropriato un albero di ulivo.

26

Occorrente

  • Albero di ulivo, terreno drenante, concime, antiparassitario.
36

Utilizzate un terreno morbido

Per una buona crescita ed un veloce attecchimento, l'albero di ulivoha bisogno di essere piantato in un terreno abbastanza morbido. Sebbene si adatti con facilità ovunque, è bene evitare di piantarlo in quei terreni soggetti a ristagno di acqua. Proprio per questo motivo è consigliabile scavare una fossa abbastanza profonda se il terreno è già drenante. In caso contrario, prima di procedere con lo scavo, conviene lavorare un po' la terra, mescolando ad essa della pietra pomice utile ad ovviare al problema. La fossa deve essere piuttosto profonda, per consentire alle radici di posizionarsi nella giusta maniera.

46

Combattete i parassiti

Dopo avere posizionato l'albero in fondo al fosso, non vi resta che ricoprire con la terra e annaffiarlo abbondantemente. Una cosa molto importante per il suo sviluppo è che dovete trovare un posto abbastanza soleggiato per evitare che i parassiti prendano il sopravvento facendo ammalare l'albero ancora molto delicato. L'annaffiatura abbondante dovrà essere costante per almeno 15/20 giorni. Dopo questo periodo di tempo, potete cominciare a diminuire la quantità. Quando l'albero sarà già abbastanza maturo, potrete anche stare dei giorni senza annaffiarlo, poiché riesce a mantenersi perfettamente in forza con le semplici precipitazioni periodiche.

Continua la lettura
56

Prestate attenzione alle gelate

Evitate di coltivare questa pianta in zone dove si verificano frequenti gelate in inverno o comunque dove le temperature scendono notevolmente: bastano anche pochi gradi sotto lo zero per causare danni irreparabili, se non addirittura la morte dell'arbusto. Il vento forte, l'eccessiva umidità e le piogge abbondanti potrebbero essere fattori dannosi per la crescita dell'ulivo. Se seguirete tutti i consigli di intervento e manutenzione, avrete nel vostro giardino un ulivo sano e forte. E che vi donerà olive davvero di prima qualità. Oltre a rappresentare un elemento verde che donerà nuovo splendore e fascino al vostro spazio all'aperto.

66

Consigli

Non dimenticare mai:
  • Evitate di piantare l'albero di ulivo in zone fredde, umide e ventose.
Alcuni link che potrebbero esserti utili:

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Giardinaggio

Come potare un albero di ulivo

La potatura dell'ulivo rappresenta un intervento di grande importanza, in grado di coniugare l'aspetto funzionale alla valenza estetica ed ornamentale, data da una chioma ben disciplinata ed armoniosa. La corretta asportazione dei rami garantisce alla...
Giardinaggio

5 regole per coltivare l'ulivo

Le 5 regole per coltivare l'ulivo si possono tramutare in 5 "S": sole, sassi, solitudine, siccità e silenzio.Le zone ideali per coltivarlo sono quelle marittime dell'Italia meridionale caldo e con clima mite di cui necessita questa pianta. Anche al nord,...
Giardinaggio

Come coltivare l'ulivo in vaso

Gli alberi di ulivo sono sempre più utilizzati e non solo per la produzione, ma anche a scopo ornamentale; infatti, hanno un bell'aspetto, ed è per questo motivo che molte persone lo amano e lo coltivano in vaso. In questa guida forniamo a tale proposito,...
Giardinaggio

Come coltivare un ulivo sul balcone

Chi ha la fortuna di possedere un balcone, adora vederlo, quasi sempre, adornato da piante e fiori, in modo da possedere nel proprio appartamento un piccolo giardino. Nella maggior parte dei casi, questo tentativo, è accompagnato dalla scelta di acquistare...
Giardinaggio

Come coltivare l'albero di limone

L'albero di limone è una pianta prettamente mediterranea. Il sud dell'Italia, nelle sue coltivazioni, si caratterizza spesso di colorate piante di agrumi. Fra di esse, spicca il giallo dei frutti dell'albero di limone. Ricchi di vitamina C, sono un vero...
Giardinaggio

Come coltivare un albero di albicocco

Le albicocche sono normalmente dei frutti deliziosi, pieni di succo e hanno un sapore delicato. Queste qualità sono ancora più accentuate soprattutto se vengono mangiate direttamente dall'albero, in quanto sono più gustose rispetto a quelle che vengono...
Giardinaggio

Come coltivare un albero di sandalo

Il sandalo è un albero sempreverde. In natura raggiunge anche i 10 metri. Presenta fiori e frutti carnosi. L'albero di sandalo è originario dell'India meridionale, poi diffuso in Australia e via via in tutto il mondo. Conosciuto anche nell'antichità...
Giardinaggio

Come coltivare un albero di anacardi

L'albero di anacardi è una pianta originaria dei Caraibi e del Brasile nord-orientale, anche se oggi viene coltivato in molte altre zone tropicali del mondo, soprattutto in Africa, in India e nel Sud-Est asiatico. Fa parte della famiglia delle Anacardiaceae,...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.