Come coltivare l'erba cipollina in terrazzo

Tramite: O2O
Difficoltà: media
16

Introduzione

Se la vostra passione per il giardinaggio è irrefrenabile ma non avete un giardino, potete benissimo trasformare il vostro terrazzo in un piccolo orticello e coltivare ad esempio l'erba cipollina. Si tratta in questo caso di un prodotto aromatico che ha dei notevoli benefici sulla salute, oltre che essere adatto per la preparazione di diverse specialità culinarie. A tale proposito, ecco una guida su come procedere per ottimizzarne il raccolto.

26

Occorrente

  • Semi
  • Contenitore
  • Terriccio
  • Fertilizzante
36

Preparare adeguatamente i contenitori

L'erba cipollina per crescere rigogliosa anche su un terrazzo non richiede particolari cure; infatti, basta preparare adeguatamente i contenitori per ottenere dei risultati eccellenti in poco più di 6 o 7 mesi dalla semina. Una volta allestita la struttura adatta per ospitare il terriccio e i semi di erba cipollina (da piantare tra settembre ed ottobre), si possono poi eseguire gli interventi di manutenzione periodica atti a massimizzare il risultato.

46

Scegliere un terreno ben mescolato e con fertilizzante naturale

Il contenitore per ospitare il terriccio deve essere grande in base allo spazio disponibile sul terrazzo, ed inoltre dovrebbe avere una profondità di almeno 30 cm e una larghezza di altri circa 40 cm. In ogni contenitore si possono far crescere due piante di erba cipollina, senza quindi aggiungerne altre, per evitare che l'apparato radicale possa soffocare. Per questo motivo la semina va fatta soltanto nelle due estremità e non nella parte centrale. Premesso ciò, per quanto riguarda il terreno per prepararlo bene, bisogna scegliere quello mescolato con del fertilizzante naturale specie se optate per una coltivazione biologica. Il terriccio tra l'altro non deve essere troppo spesso nè tantomeno sabbioso; infatti, è preferibile usare un compost omogeneo magari consigliato da un esperto vivaista.

Continua la lettura
56

Innestare semi e piantine alla giusta profondità

Se avete optato per dei semi, è necessario innestarli ad una profondità di almeno 2,5 cm, ma se invece avete scelto delle piantine giovani, allora devono essere poste intorno ai 4 centimetri. Il contenitore va esposto al sole ogni giorno, in modo che l'erba cipollina cresca con forza e vitalità. Da non dimenticare sono le quotidiane innaffiature da effettuare sempre al calar della sera. Alla fine del mese, quando noterete che i gambi hanno assunto un colore verde intenso, l'erba cipollina è già pronta per essere raccolta. Per ottimizzare il risultato, vale la pena almeno una volta al mese aggiungere del fertilizzante misto ad acqua che se di buona qualità, serve anche a scongiurare eventuali attacchi di afidi.

66

Consigli

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Giardinaggio

Come coltivare l'erba di grano a casa

L'erba di grano è un'erba da cui si può ricavare una bevanda curativa. Questa "pianta" è in grado di fornire all'uomo tutto ciò di cui ha bisogno per vivere: vitamine, minerali, clorofilla, enzimi e aminoacidi. Ma allora ci chiediamo come si fa a...
Giardinaggio

Come coltivare le azalee in terrazzo

Le azalee sono delle piante che presentano un portamento eretto e sono facili da coltivare in terrazzo. Le piante se trattate nella maniera adeguata, offrono una fioritura abbondante e rigogliosa. Ovviamente, questo può dipendere anche dalla varietà...
Giardinaggio

10 consigli per coltivare l'aloe in terrazzo

L'aloe è un tipo di pianta estremamente noto per i suoi svariati effetti benefici, riscontrabili attraverso l'utilizzo di creme e gel appositi. L'aloe è fonte di vitamina B, fornisce rimedi contro la stitichezza, è un ottimo antiossidante ed è molto...
Giardinaggio

Come coltivare mandarini in terrazzo

Avere un orticello personale è il sogno che accomuna tantissime persone. Purtroppo nelle grandi città, dove gli spazi sono angusti e il verde scarseggia non è possibile avere un giardino a propria disposizione. Fortunatamente, grazie a dei semplici...
Giardinaggio

Come coltivare agrumi sul terrazzo o in giardino

Originari dell'India e dell'Estremo Oriente, gli agrumi sono oggi ampiamente coltivati in tutta la fascia subtropicale del mondo. Attraverso piccole cure sarà possibile coltivare facilmente gli agrumi, sia sul terrazzo di casa che in giardino, dove,...
Giardinaggio

Come coltivare il limone sul terrazzo

Il limone è una pianta con foglie sempreverdi, fiori bianchi e profumatissimi e frutti colorati. Oltre all'aspetto estetico, è molto utile in quanto i suoi frutti vengono utilizzati in cucina. I limoni fanno bene alla salute per il loro alto contenuto...
Giardinaggio

10 consigli per coltivare i peperoni in terrazzo

I peperoni sono molto apprezzati nella cucina italiana, molto utilizzati per la loro duttilità e la loro varietà di colori. I peperoni sono arbusti perenni a vita breve, crescono anche in condizioni poco favorevoli e sono molto resistenti.La semina...
Giardinaggio

Come creare un giardino in terrazzo

Il sogno di un verde e rigoglioso giardino a volte non lo si può realizzare. Purtroppo si deve fare i conti la carenza di un giardino nella propria abitazione. In realtà questo ostacolo, seppur apparentemente invalicabile, lo si può aggirare facilmente....
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.