Come coltivare l'uva spina

Tramite: O2O 23/08/2015
Difficoltà: media
16

Introduzione

Se hai il pollice verde e non ti spaventa cimentarti con gli alberi da frutto, puoi provare a coltivare l'uva spina (Ribes grossularia). Dal suo nome botanico si può facilmente dedurre che l'uva spina fa parte del genere Ribes, in particolare della famiglia delle sassifragacee. I frutti di questi arbusti, che non superano i 2 metri di altezza, sono molto simili a chicchi d'uva e assumono colori che vanno dal verde al violetto. La coltivazione di questa pianta iniziò nel 1700 in Gran Bretagna e poi, pian piano, si diffuse in tutta Europa. È considerata un uva pregiata e persino fuori dall'europa è possibile trovare questa pietanza. Vediamo come coltivare l'uva spina.

26

Occorrente

  • Uva spina
  • Terreno su cui coltivare
36

Il periodo perfetto per piantare l'uva spina è quello che va da novembre a marzo. L'uva spina è piuttosto facile da coltivare poiché si adatta perfettamente a qualunque tipo di terreno anche se predilige quelli ampi, argillosi e calcarei nonché ricchi di sostanza organica. Si tratta di una pianta resistente e robusta in grado di resistere anche ai grandi freddi. Alcuni accorgimenti, però, vanno senza dubbio rispettati. L'uva spina non sopporta molto le temperature eccessive, ecco perché sarebbe meglio piantarla in una zona ombreggiata. Può essere messa anche all'interno di un vaso e posta su un terrazzo ampio. Nel momento in cui decidi di piantarla, devi aggiungere al terreno del concime. Deve essere innaffiata più di frequente quando da i frutti. Bisogna, comunque stare attenti ad evitare i ristagni di acqua se si vuole ottenere un risultato perfetto e sicuramente apprezzabile a tavola!

46

Anche se, come abbiamo scritto sopra, l'uva spina è piuttosto resistente, teme comunque alcuni parassiti come l'oidio che attacca, in particolare, i frutti rossi. Per combattere questo parassita non si può utilizzare lo zolfo, come potrebbe avvenire per sconfiggerne degli altri. Piuttosto, è necessario acquistare di antiparassitari sintetici specifici per lo oidio. Questo parassita interrompe la crescita dei frutti. La raccolta dei frutti è piuttosto veloce: i grappoli vengono tolti dal peduncolo ed è possibile raccogliere anche 10 o 20 chili di uva spina all'ora ottenendo così diversi quintali al giorno! Insomma è un prodotto di qualità, speciale, invidiato e sopratutto benefico per la nostra salute.

Continua la lettura
56

L'uva spina può essere piantata anche per la sua funzione ornamentale oltre che per i suoi frutti. Le bacche, infatti, possono fare da scorta casalinga per chi ama i frutti rossi. Questi ultimi sono ricchi di vitamine soprattutto quelle del gruppo A, B e C e hanno grandi proprietà antiossidanti e diuretiche. Contrasta anche le irritazioni ed ha un moderato effetto lassativo. Può contrastare anche la gotta. Il sapore è dolciastro e non troppo acidulo. Le proprietà di questa uva vengono utilizzate in alcuni medicinali proprio per contrastare come gia accennato, la gotta o altre malattie di questi tipo.

Link utile--> https://faidatemania.pianetadonna.it/come-coltivare-l-uva-spina-174132.html.

66

Consigli

Non dimenticare mai:
  • Per effettuare questo tipo di coltura, attenersi sempre alla guida.
Alcuni link che potrebbero esserti utili:

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Giardinaggio

Come coltivare l'uva fragola

Tra le tante varietà di tipi di uva troviamo la gustosissima uva fragola, chiamata così per il suo profumatissimo acino quasi simile all'odore della fragola. La sua pianta è molto vigorosa a tralci rossastri e molto lunghi che ricoprono rapidamente...
Giardinaggio

Come coltivare l'uva

Piantare la vite dell’uva e vederla crescere con successo dipende da cinque fondamentali fattori: clima, acqua, terreno, sole e cura. Senza questi, una vite non può produrre vino e quindi può morire, vanificando l’impegno profuso sia dal punto...
Giardinaggio

Come potare la pianta dell'uva fragola

Se siete degli appassionati di giardinaggio e possedete la pianta dell'uva fragola, allora dovrete assolutamente leggere la seguente guida, nella quale vi saranno forniti dei consigli molto utili e soprattutto molto pratici che vi permetteranno di potare...
Giardinaggio

Come fare un pergolato di uva

La vite che si intreccia in volute e spire attorno ad un pergolato è un'immagine dal forte sapore bucolico e romantico. In realtà, realizzare un pergolato di uva è piuttosto semplice ed è l'idea perfetta per rendere davvero splendido un angolo del...
Giardinaggio

Cosa coltivare su un terreno sabbioso

Un terreno sabbioso presenta lo svantaggio di trattenere scarsamente l'acqua, ma compensa questo difetto con la maggiore lavorabilità del terreno. Se vogliamo coltivare su terreni sabbiosi, dovremo quindi ricordarci di annaffiare poco e spesso le nostre...
Giardinaggio

Come coltivare i kiwi

Il kiwi è una pianta pianta abbastanza particolare in quanto è dioica. Vuol dire che esistono piante di kiwi sia femminili utili per la fruttificazione che maschili per l'impollinazione. Praticamente se si desiderano dei frutti bisogna avere ambedue...
Giardinaggio

Come coltivare e utilizzare la pianta delle giuggiole

Se avete il desiderio di acquistare una pianta per il vostro appartamento, dovrete innanzitutto verificare le vostre abilità di coltivatori. La coltivazione, infatti, risulterà fondamentale per far sì che la pianta in questione cresca sana e forte;...
Giardinaggio

Cosa coltivare con poco spazio a disposizione

Non tutti hanno a disposizione una casa con giardino. L'assenza di uno spazio esterno ampio però non preclude la possibilità di coltivare ortaggi, verdure, erbe aromatiche e piante. Anche con poco spazio a disposizione si può creare un piccolo angolo...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.