Come coltivare la ceropegia woodii

Tramite: O2O 26/09/2017
Difficoltà: media
16

Introduzione

La coltivazione delle piante è un compito abbastanza delicato, che richiede almeno un minimo di conoscenza in materia. Non tutte le piante presentano lo stesso metodo di coltivazione e non tutte hanno bisogno delle stesse accortezze. Alcune piante hanno bisogno di un terreno fertilizzato, altre di maggiore terriccio o di ghiaia. Ci sono piante che necessitano della luce diretta solare, altre che devono stare all'ombra e altre ancora in penombra. In questa guida sarà illustrato come coltivare la ceropegia woodii. Ecco dunque come procedere.

26

Occorrente

  • Una piantina di ceropegia
  • Vaso di coccio
36

La posizione ideale

La Ceropegia Woodii si presenta con dei fusti lunghi e sottili e con delle foglie larghe e carnose. I suoi fiori sono veramente molto particolari e sono caratterizzati dall'avere una forma a calice e un colore viola tendente al nero. Inoltre, la pianta presenta un portamento cadente, quindi è importante, innanzitutto, riuscire a trovare un supporto ideale per poterla far crescere in lunghezza. Un vaso su piedistallo è risulta essere particolarmente indicato per questo scopo. La Ceropegia Woodii ama tantissimo la luce e le consente di crescere in modo ottimale, tuttavia non gradisce il sole diretto, soprattutto durante l'estate e per troppe ore consecutive. La posizione ideale per sistemarla in casa è davanti a una finestra con la luce filtrata da una tenda, o comunque con sole diretto per non più di due ore. Nel periodo primaverile/estivo è anche possibile portarla all'esterno, avendo sempre cura di scegliere un posto che sia il più possibile ombreggiato.

46

Le temperature

Le temperature casalinghe sono davvero ottimali per questa pianta e, per tale motivo essa è adatta a vivere all'interno delle nostre case. Teme, invece, le temperature invernali, che non devono scendere mai al di sotto dei 10 gradi centigradi, pena, la morte della pianta. Il fabbisogno idrico della Ceropegia Woodii è molto scarso. Sarà necessario, infatti, annaffiarla con parsimonia nel periodo estivo, aggiungendo ogni 3-4 settimane del fertilizzante, specifico per piante succulente, all'acqua delle annaffiature.

Continua la lettura
56

Il rinvaso

Il rinvaso di questa pianta può essere effettuato ogni 2/3 anni, andando a utilizzare del terriccio per cactacee. Se la pianta non è cresciuta molto in radici, è possibile addirittura tenere il vecchio vaso e cambiare solamente il substrato, che nel tempo può andare incontro a deterioramento. Durante il rinvaso, inoltre, è possibile anche approfittarne per andare a moltiplicare la pianta tramite suddivisione delle talee.

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Giardinaggio

Come coltivare patate in casa o in giardino

Se avete la passione per il giardinaggio e avete intenzione di cominciare a coltivare qualcosa, potete scegliere uno degli alimenti più amati sia dai grandi che dai bambini: la patata. Questo gustoso tubero può essere mangiato in tantissimi modi e le...
Giardinaggio

Come coltivare le lenticchie in casa

Quando si possiede del tempo libero a disposizione sarebbe il caso di sfruttarlo al meglio. Ad esempio si potrebbe prendere in considerazione l'idea di coltivare qualcosa in casa che si possa poi gustare. Quindi potremmo mangiare qualcosa di sano e genuino,...
Giardinaggio

Come coltivare le patate sul proprio balcone

Se avete in mente di iniziare a coltivare qualcosa sul vostro balcone dovreste prendere in esame questa guida, dove spiegheremo come coltivare le patate sul proprio balcone. Fate conto che la patata è una pianta resistente che può essere coltivata facilmente,...
Giardinaggio

5 consigli per coltivare la gardenia in vaso

La gardenia è un arbusto particolarmente profumato, caratterizzato da candidi fiori bianchi e da fogliame verde lucido. Si tratta di una pianta abbastanza difficile da coltivare con successo, specie nelle zone più fredde e in vaso. Tuttavia, è sufficiente...
Giardinaggio

Come coltivare una palma

La palma è una pianta ornamentale e ha un valore estetico inestimabile. Questo esemplare appartiene alla famiglia delle Arecaceae e si distingue per il suo particolare portamento. Coltivare una palma è davvero molto semplice e bastano pochi accorgimenti...
Giardinaggio

Come iniziare a coltivare un orto

Oggigiorno sono sempre di più le persone che vogliono cominciare a coltivare un orto. Le ragioni possono essere le più svariate: si può farlo per il desiderio di riavvicinarsi alla natura, perché la coltivazione di un orto può essere un oggetto d’amore,...
Giardinaggio

Come coltivare e curare la gardenia

La Gardenia è una pianta delicata e profumata. La si può coltivare sia in giardino sia come pianta da vaso. Per coltivare e curare la gardenia, una varietà di pianta molto delicata e piacevolmente profumata, vi consiglio di seguire con attenzione...
Giardinaggio

5 ortaggi da poter coltivare senza fatica in giardino

Ci sono diversi ortaggi da poter coltivare in una parte del giardino, tutti gustosi e quindi ottimi per preparare deliziose pietanze, non tutti però sono semplici da coltivare, in quanto diversi di essi richiedono tempo e fatica, nonché il mantenere...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.