Come coltivare la Cicas

Di:
tramite: O2O
Difficoltà: facile
16

Introduzione

La cicas una pianta sempreverde che cresce su terreni sabbiosi e rocciosi. Si tratta di una specie dioica, ovvero che si distingue per sesso: la pianta femmina produce i semi, mentre quella maschile produce dei coni pieni di polline. La cicas più popolare è la palma da sago, che ha una crescita lenta e una vita lunga. Di solito queste piante crescono dai 90 ai 150 cm di altezza, anche se talvolta possono raggiungere anche 3 metri.
Le cicas sono denominate anche "fossili viventi", perché esistevano prima dei dinosauri. Esistono circa 300 specie di cicas e tante altre si presume che non siano ancora state scoperte, anche se la specie è minacciata dalla distruzione del suo habitat e la raccolta della pianta.
Vediamo dunque, con questa guida, come coltivare la cicas.

26

Occorrente

  • Cicas
  • Tanta pazienza
36

Esporre la Cicas

Prima di capire come coltivare la cicas è importante sapere che non necessita di particolari cure. Questa, infatti, vive perfettamente con temperatura compresa tra -10 e i 40°C e può essere coltivata sia in appartamento, sia all'aperto in regioni a clima temperato. La cicas cresce tranquillamente al sole ma si adatta abbastanza facilmente a qualsiasi situazione, basta che la luce non sia troppo scarsa poiché rischierebbe di far sfilare (allungamento eccessivo) la pianta a scapito del suo portamento. Inoltre, non ama le correnti d'aria anche se è importante garantire, in tutte le stagioni dell'anno, un buon ricambio della stessa.

46

Posizionare la Cicas

Se è possibile e se allevate la pianta in appartamento, a partire dal mese di giugno fino a quello di settembre, cercate di esporre la cicas all'aperto in posizione riparata dai raggi diretti del sole. Una buona norma sarebbe, se non vi interessa ottenere il seme per un'eventuale moltiplicazione della pianta, eliminare il fiore prima che arrivi alla maturazione.
Così facendo, tutte le energia della pianta non si concentreranno per la produzione del seme e del frutto ma verranno utilizzate esclusivamente per la sua crescita.

Continua la lettura
56

Annaffiare la Cicas

La cicas è una pianta che ha bisogno di una riserva costante d'acqua, dunque deve essere annaffiata ogni qual volta il terreno si asciuga. La frequenza dell'innaffiatura dipenderà dalla temperatura e dall'esposizione della pianta. Ad esempio nel caso di un esemplare esposto in pieno sole il terreno si asciugherà molto più rapidamente, quindi la cicas andrà annaffiata più spesso. Ad ogni modo fate attenzione che non rimanga dell'acqua nel sottovaso, in quanto questa pianta non tollera assolutamente eventuali ristagni idrici.

66

Consigli

Non dimenticare mai:
  • La guida è solo a scopo informativo.
  • Per informazioni più precise e dettagliate fare sempre e solo riferimento a personale qualificato.
  • Cercate di fare le cose con calma e seguite attentamente ogni passo della guida.
Alcuni link che potrebbero esserti utili:

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Giardinaggio

Come coltivare la pianta del caffè in vaso

Forse non tutti sanno, che è possibile tenere in casa le piante del caffè. Più precisamente, la varietà Coffea Arabica, che è originaria degli altopiani etiopi, ma ormai diffusa nelle zone tropicali di tutti i paesi. La pianta è formata da un arbusto...
Giardinaggio

Come coltivare l'alisso

Quella del giardinaggio è una passione che richiede non solo spazio da dedicare alla coltivazione delle proprie piante, ma anche soprattutto una conoscenza molto specifica e approfondita. Esistono tantissime tipologie e varietà di piante che possiamo...
Giardinaggio

Come coltivare la lanterna cinese

Se siamo degli amanti del verde e vogliamo coltivare alcune specie di piante nella nostra abitazione o nel nostro giardino, ma non conosciamo tutte le varie tecniche per poter far crescere sempre rigogliose le nostre piante, non dovremo assolutamente...
Giardinaggio

Come coltivare il ranuncolo

Il ranuncolo è una pianta appartenete al genere Ranunculus, una famiglia molto numerosa composta da circa 400 specie di fiori. Questi ultimi sono luminosi, di colore giallo e hanno cinque petali; la pianta è originaria dell'Asia, dell'Australia, dell'America...
Giardinaggio

Come Coltivare La Coda Di Volpe

La coda di volpe (detta anche coda di topo) è una pianta appartenente alla famiglia delle piante grasse. Viene spesso coltivata per abbellire verande e terrazzi. Infatti questa pianta grassa produce dei bellissimi fiori colorati durante i mesi primaverili....
Giardinaggio

10 consigli per coltivare l'aloe

L'aloe è una delle piante grasse che contiene più benefici per l'uomo. Il gel realizzato con le sue foglie e con la sua linfa, è utilizzatissimo dagli estetisti e non solo. L'aloe ha infatti proprietà lenitive, idratanti e rinfrescanti. Tali caratteristiche...
Giardinaggio

Ortaggi da balcone per il mese di maggio

A chi non piacerebbe avere a disposizione sempre verdure fresche, coltivate da soli, da mangiare cotte o crude in tutta sicurezza? E se non c'è un orto?. Non per questo ci dobbiamo rinunciare, basta un semplice balcone, le nozioni giuste e in poco tempo...
Giardinaggio

Come piantare un albero partendo dal seme

Piantare e coltivare gli alberi da seme può essere una delle attività di giardinaggio più gratificanti, anche se i semi di un albero spesso richiedono un po' più di preparazione in più rispetto a quelli dei fiori e delle piante più comuni. Nella...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.