Come coltivare la diervilla lonicera

tramite: O2O
Difficoltà: media
15

Introduzione

Fra tutte le piante ornamentali adatte a donare al nostro giardino una nota di eleganza, una in particolare spicca su tutte. Stiamo parlando della diervilla lonicera, una pianta elegante e di rara bellezza, appartenente alla famiglia delle caprifogliacee. La sua coltivazione non richiede particolari cure, ma al fine di mantenere la pianta in buon stato di salute, assicurandole una crescita corretta, è comunque necessario mettere in atto alcuni elementari accorgimenti. Vediamo allora di seguito alcuni consigli su come coltivare la diervilla lonicera.

25

Occorrente

  • Concime organico
35

Come indicato nel passo di apertura, la diervilla lonicera è una pianta altamente decorativa adatta quindi per realizzare piccole macchie di verde o rigogliose bordure all'interno del nostro giardino. Può essere coltivata sia in vaso sia direttamente nel terreno, la seconda soluzione si rende ideale soprattutto nel caso in cui vogliamo creare con la pianta una sorta di bordura. Scaviamo quindi una fossa abbastanza ampia da poter accogliere tutto l'apparato radicale della pianta. Una volta terminato lo scavo, andiamo a sistemare al suo interno la pianta, riposizioniamo la terra su di essa avendo cura di esercitare una leggera compressione attorno alle radici.

45

Se questo passaggio viene effettuato durante la primavera, prima di posizionare la pianta mescoliamo al terreno un pochino di concime organico in modo tale da favorirne la fioritura. Sempre durante il periodo primaverile, è importante annaffiare la pianta con regolarità mantenendo il terreno leggermente inumidito. Durante invece il periodo estivo, quando le temperature si alzano in modo eccessivo, è importante provvedere ad innaffiare la pianta con la massima regolarità facendo però molta attenzione ai ristagni di acqua dei quali la pianta è acerrima nemica.

Continua la lettura
55

Non appena le temperature iniziano a calare e l'inverno di presenta alle porte, è necessario proteggere le radici dal freddo e soprattutto dal gelo. Per farlo basta ricoprire la base della pianta e una piccola area circostante ad essa, con un abbondante strato di foglie secche. Con il ritorno della bella stagione, procediamo ad una sorta di operazione estetica della pianta stessa, eliminando da essa foglie gialle e rami secchi. Se sono ancora presenti le foglie sistemate alla base come protezione delle radici, eliminiamo anch'esse rastrellando il terreno tutto intorno. Con l'aiuto di una piccola zappa andiamo a togliere un pochino di terreno, sistemiamolo all'interno di un vaso, aggiungiamo la giusta dose di concime organico e procediamo poi a ripristinarlo nuovamente sotto alla pianta.

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Giardinaggio

Cosa coltivare con poco spazio a disposizione

Non tutti hanno a disposizione una casa con giardino. L'assenza di uno spazio esterno ampio però non preclude la possibilità di coltivare ortaggi, verdure, erbe aromatiche e piante. Anche con poco spazio a disposizione si può creare un piccolo angolo...
Giardinaggio

Come coltivare patate in casa o in giardino

Se avete la passione per il giardinaggio e avete intenzione di cominciare a coltivare qualcosa, potete scegliere uno degli alimenti più amati sia dai grandi che dai bambini: la patata. Questo gustoso tubero può essere mangiato in tantissimi modi e le...
Giardinaggio

Come coltivare le lenticchie in casa

Quando si possiede del tempo libero a disposizione sarebbe il caso di sfruttarlo al meglio. Ad esempio si potrebbe prendere in considerazione l'idea di coltivare qualcosa in casa che si possa poi gustare. Quindi potremmo mangiare qualcosa di sano e genuino,...
Giardinaggio

Come coltivare le patate sul proprio balcone

Se avete in mente di iniziare a coltivare qualcosa sul vostro balcone dovreste prendere in esame questa guida, dove spiegheremo come coltivare le patate sul proprio balcone. Fate conto che la patata è una pianta resistente che può essere coltivata facilmente,...
Giardinaggio

5 consigli per coltivare la gardenia in vaso

La gardenia è un arbusto particolarmente profumato, caratterizzato da candidi fiori bianchi e da fogliame verde lucido. Si tratta di una pianta abbastanza difficile da coltivare con successo, specie nelle zone più fredde e in vaso. Tuttavia, è sufficiente...
Giardinaggio

Come iniziare a coltivare un orto

Oggigiorno sono sempre di più le persone che vogliono cominciare a coltivare un orto. Le ragioni possono essere le più svariate: si può farlo per il desiderio di riavvicinarsi alla natura, perché la coltivazione di un orto può essere un oggetto d’amore,...
Giardinaggio

Come coltivare i germogli sul balcone

Sentite di avere il pollice verde ma vi manca lo spazio per coltivare i vostri germogli? Non abbiate timore: non dovrete mai più rinunciare alla vostra passione. Anche in spazi ristretti è possibile coltivare le sementi ed i germogli che più vi aggradano,...
Giardinaggio

Come coltivare l'orto

Se vogliamo mangiare sano, senza spendere molto per costosissimi prodotti coltivati biologicamente, la soluzione ottimale è quella di coltivarci da soli un bell'orto pieno di verdure. Anche se non possediamo il classico pollice verde, non preoccupiamoci,...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.