Come coltivare la dipladenia sanderi

Tramite: O2O 13/06/2016
Difficoltà: facile
16

Introduzione

Per alcuni, quello del giardinaggio, è un hobby che appassiona tantissimo. Avere il pollice verde, quindi, non significa possedere tale passione e amore verso questo mondo. Significa anche possedere delle competenze specifiche che possono aiutarci in un certo qual modo a coltivare in maniera ottimale le piante. In questa guida andremo a focalizzarci principalmente sulla coltivazione di una pianta che regala dei fiori davvero molto belli, colorati ed eleganti. Vediamo, quindi, come coltivare la dipladenia sanderi in pochi e semplici passaggi. Basta ovviamente seguire i passaggi illustrati in questa guida per ottenere il risultato migliore.

26

Occorrente

  • Una piantina di dipladenia sanderi
36

Per prima cosa, per coltivare nel modo corretto la vostra dipladenia sanderi, dovrete decidere la posizione giusta in cui sistemare la vostra pianta. Per effettuare tale scelta dovrete tenere in considerazione le esigenze della pianta stessa. La dipladenia sanderi è una pianta che ha un gran bisogno del sole e quindi deve essere posizionata in un punto in piena luce, evitando però il pieno di sole.

46

Da marzo a ottobre la pianta necessita di essere mantenuta in una situazione calda, mentre nel periodo di riposo invernale più fresco (quindi da dodici a quindici gradi centigradi) i raggi del sole favoriranno la fioritura. A partire dalla primavera e per tutta l'estate la pianta dovrà essere innaffiata in modo abbastanza generoso, così da mantenere il terreno sempre umido. Pertanto ogni dieci-quindici giorni aggiungete all'acqua del fertilizzante per piante fiorite.

Continua la lettura
56

Grazie al fertilizzante la dipladenia sanderi potrà diventare, in breve tempo, molto più sana e robusta. Dopo la fioritura dovrete invece ridurre le annaffiature e, durante il periodo invernale, la dovrete bagnare molta parsimonia. Come già accennato in precedenza per conservare al meglio e molto a lungo la vostra pianta dovrete assicurale un riposo invernale al fresco. Dopo la fioritura tagliate quindi i fusti quasi alla base, per indurre così la nascita di nuovi getti che faranno assumere alla vostra dipladenia sanderi un aspetto cespuglioso più denso. Qualora l'aria risultasse essere invece troppo secca le foglie si accartoccerebbero. In tal caso vaporizzate, di tanto in tanto, la vostra pianta con uno spruzzino e dell'acqua a temperatura ambiente. State molto attenti a dove posizionate questa pianta perché è tossica, e deve essere pertanto tenuta distante da bambini e animali. A questo punto non resta altro da fare che dedicarsi alla coltivazione di questa pianta. Non mi rimane altro che augurarvi buon lavoro.

66

Consigli

Alcuni link che potrebbero esserti utili:

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Giardinaggio

Cosa coltivare con poco spazio a disposizione

Non tutti hanno a disposizione una casa con giardino. L'assenza di uno spazio esterno ampio però non preclude la possibilità di coltivare ortaggi, verdure, erbe aromatiche e piante. Anche con poco spazio a disposizione si può creare un piccolo angolo...
Giardinaggio

Come coltivare patate in casa o in giardino

Se avete la passione per il giardinaggio e avete intenzione di cominciare a coltivare qualcosa, potete scegliere uno degli alimenti più amati sia dai grandi che dai bambini: la patata. Questo gustoso tubero può essere mangiato in tantissimi modi e le...
Giardinaggio

Come coltivare le lenticchie in casa

Quando si possiede del tempo libero a disposizione sarebbe il caso di sfruttarlo al meglio. Ad esempio si potrebbe prendere in considerazione l'idea di coltivare qualcosa in casa che si possa poi gustare. Quindi potremmo mangiare qualcosa di sano e genuino,...
Giardinaggio

Come coltivare le patate sul proprio balcone

Se avete in mente di iniziare a coltivare qualcosa sul vostro balcone dovreste prendere in esame questa guida, dove spiegheremo come coltivare le patate sul proprio balcone. Fate conto che la patata è una pianta resistente che può essere coltivata facilmente,...
Giardinaggio

5 consigli per coltivare la gardenia in vaso

La gardenia è un arbusto particolarmente profumato, caratterizzato da candidi fiori bianchi e da fogliame verde lucido. Si tratta di una pianta abbastanza difficile da coltivare con successo, specie nelle zone più fredde e in vaso. Tuttavia, è sufficiente...
Giardinaggio

Come coltivare una palma

La palma è una pianta ornamentale e ha un valore estetico inestimabile. Questo esemplare appartiene alla famiglia delle Arecaceae e si distingue per il suo particolare portamento. Coltivare una palma è davvero molto semplice e bastano pochi accorgimenti...
Giardinaggio

Come iniziare a coltivare un orto

Oggigiorno sono sempre di più le persone che vogliono cominciare a coltivare un orto. Le ragioni possono essere le più svariate: si può farlo per il desiderio di riavvicinarsi alla natura, perché la coltivazione di un orto può essere un oggetto d’amore,...
Giardinaggio

Come coltivare e curare la gardenia

La Gardenia è una pianta delicata e profumata. La si può coltivare sia in giardino sia come pianta da vaso. Per coltivare e curare la gardenia, una varietà di pianta molto delicata e piacevolmente profumata, vi consiglio di seguire con attenzione...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.