Come coltivare la dracaena draco

Tramite: O2O
Difficoltà: facile
15

Introduzione

La dracaena draco, nota come "Tronchetto della felicità" è una pianta d'appartamento molto popolare, che viene comunemente posta nei salotti, nei corridoi e negli uffici. La dracena si presenta piccola da poter essere coltivata in un comune vaso oppure grande come un vero albero. Questo tipo di pianta, necessita di poca luminosità. Nel mondo ci sono circa 40 specie di dracaena, che risiedono nella famiglia dell'Agavaceae. Provengono da climi caldi che variano dall'Africa Occidentale alle Isole Canarie ed è presente una specie in America. Sono abbastanza variabili, essendo sia arbusti erbacei che fusti legnosi. Una caratteristica molto evidente della dracaena, è che dopo la potatura, un nuovo fogliame germoglierà in poche settimane.

25

Coltivazione

Generalmente nelle regioni a clima mite può essere coltivata sia in piena terra che in vaso, e può adornare aiuole fiorite. È una pianta relativamente resistente alla siccità e si adatta bene al clima mediterraneo, come la maggior parte delle Agavacee. Questa pianta, proprio perché originaria delle Canarie, è abituata a climi caldi e necessita di temperature che si aggirino intorno ai 26°c. Se invece viene esposta a temperature che vanno sotto i 15° la pianta ne soffrirebbe fino a morire. È consigliabile pertanto di tenerla dentro casa durante le giornate invernali. Solo nelle belle giornate di sole invernali approfittatene, per esporre la pianta alla luce solare.

35

Innaffiatura

Ricordiamo che la dracaena draco teme i ristagni di umidità, per cui è bene piantare in terreno che facilita lo sgorgo dell'acqua. L'innaffiatura deve essere abbondante nel periodo estivo ma nei mesi freddi la frequenza dell'innaffiatura deve essere ridotta, proprio per mantenere il terreno appena inumidito. Il terriccio più adatto per la coltivazione di questa pianta è quello torboso; basterà disporlo sul fondo del vaso con dei pezzetti di coccio, in modo da favorire il drenaggio.

Continua la lettura
45

Eliminazione delle foglie

La dracaena draco non va assolutamente potata, la propagazione di questa pianta si effettua per seme, propaggine, margotta o talea apicale. Tuttavia vanno eliminate quelle foglie che si sono rinsecchite, per evitare di diffondere malattie parassitarie all'intera pianta. È bene concimare la pianta nel periodo primaverile ed estivo, preferibilmente ogni settimana con un concime liquido, somministrato insieme all'acqua. Scegliete se possibile concimi con elevato titolo di azoto e potassio.

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Giardinaggio

Come coltivare una dracaena warneckei

La Dracaena Warneckei appartiene alla famiglia delle Dracaene Dermensis, una tipologia di piante molto adatte all'arredamento perché di grande bellezza ed eleganza e, sprovviste di fiori e di frutti. È una pianta sempreverde ornamentale caratterizzata...
Giardinaggio

Come coltivare una spirale di bambù

Occuparsi di una pianta non sempre è una cosa semplice, specie per chi non possiede il cosidetto "pollice verde". Nonostante ciò alcuni di voi vorranno cimentarsi comunque in questo genere di hobby, dunque non vi resterà che scegliere la pianta che...
Giardinaggio

Cosa coltivare con poco spazio a disposizione

Non tutti hanno a disposizione una casa con giardino. L'assenza di uno spazio esterno ampio però non preclude la possibilità di coltivare ortaggi, verdure, erbe aromatiche e piante. Anche con poco spazio a disposizione si può creare un piccolo angolo...
Giardinaggio

Come coltivare patate in casa o in giardino

Se avete la passione per il giardinaggio e avete intenzione di cominciare a coltivare qualcosa, potete scegliere uno degli alimenti più amati sia dai grandi che dai bambini: la patata. Questo gustoso tubero può essere mangiato in tantissimi modi e le...
Giardinaggio

Come coltivare le lenticchie in casa

Quando si possiede del tempo libero a disposizione sarebbe il caso di sfruttarlo al meglio. Ad esempio si potrebbe prendere in considerazione l'idea di coltivare qualcosa in casa che si possa poi gustare. Quindi potremmo mangiare qualcosa di sano e genuino,...
Giardinaggio

Come coltivare le patate sul proprio balcone

Se avete in mente di iniziare a coltivare qualcosa sul vostro balcone dovreste prendere in esame questa guida, dove spiegheremo come coltivare le patate sul proprio balcone. Fate conto che la patata è una pianta resistente che può essere coltivata facilmente,...
Giardinaggio

5 consigli per coltivare la gardenia in vaso

La gardenia è un arbusto particolarmente profumato, caratterizzato da candidi fiori bianchi e da fogliame verde lucido. Si tratta di una pianta abbastanza difficile da coltivare con successo, specie nelle zone più fredde e in vaso. Tuttavia, è sufficiente...
Giardinaggio

Come iniziare a coltivare un orto

Oggigiorno sono sempre di più le persone che vogliono cominciare a coltivare un orto. Le ragioni possono essere le più svariate: si può farlo per il desiderio di riavvicinarsi alla natura, perché la coltivazione di un orto può essere un oggetto d’amore,...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.