Come coltivare la Gasteria Maculata

tramite: O2O
Difficoltà: facile
16

Introduzione

La Gasteria Maculata è una pianta succulenta originaria del Sud Africa, appartenente alla famiglia delle asphodeloideae. Può crescere fino ad un'altezza di 30-40 centimetri, mentre le foglie possono raggiungere una lunghezza di almeno 20 cm e sono punta con una spina dorsale cornea; sono di colore verde scuro e fortemente chiazzate di macchie bianche. Producono dei fiori color fiamma di forma tubolare di una lunghezza di circa 2-3 cm. La gasteria maculata di solito viene coltivata come pianta da appartamento, dato che è in grado di produrre fiori in qualsiasi periodo dell'anno. Vediamo allora come coltivare la gasteria maculata.

26

Occorrente

  • Gasteria maculata
36

Temperatura

Innanzitutto dovrai tenere a mente che la Gasteria Maculata viene importata da terre più calde dell'Italia, proviene infatti dal Sud Africa. Proprio per questo motivo la pianta non sopporta bene le temperature basse, anche se riesce a sopravvivere a una temperatura anche inferiore ai 10 °C!
Per quanto riguarda la luce, non ha grosse esigenze, le basterà anche una luce ridotta e, soprattutto, non esposta alla luce diretta del sole che, altrimenti, le causerebbe un imbrunimento del colore e una dilatazione delle macchie, già presenti sulla superficie. Per far star bene la Gasteria dovrete bagnarla regolarmente durante il periodo estivo. Prima di innaffiare la pianta aspettate che il terreno asciughi completamente. In inverno dovrete invece diradare di molto le innaffiature.

46

Propagazione

La propagazione è semplicissima perché la Gasteria Maculata produce alla base molti polloni. Per eseguire quest'operazione vi basterà prendere delle nuove gemme e piantarle in un vaso piccolo con un substrato appena umido e ben drenato. Se la vostra pianta è composta da un cespo (ossia tante piantine insieme) potrete dividere il cespo in più parti e piantare gli stessi in diversi vasi oppure prendere un grande vaso rettangolare e disporre il tutto ad una certa distanza cosi da non creare ostacoli nella crescita.

Continua la lettura
56

Terreno

Il substrato in cui alleverete le vostre piantine dovrà essere molto permeabile e non organico. Questo proprio perché la pianta potrebbe rischiare di marcire. Componete quindi lo stesso da terra concimata molto matura, aggiungendo circa un quarto di sabbia alla stessa, in modo che l'acqua possa scorrere via senza mai ristagnare.
Il vaso in cui dovrete piantare la Gasteria dovrà essere largo e basso. Qualora dovessero fuoriuscire le radici dal foro di drenaggio potrete tagliarle un po'.

66

Consigli

Non dimenticare mai:
  • Attenersi ai procedimenti indicati o ai passaggi descritti nel link utile.

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Giardinaggio

Come coltivare la dieffenbachia

La Dieffenbachia è una pianta che adorna molto spesso gli appartamenti perché apprezzata per bellezza, eleganza e per facilità di coltivazione. La pianta è in grado di sopravvivere anche in condizioni non ideali ed è per tale motivo che è spesso...
Giardinaggio

Cosa coltivare con poco spazio a disposizione

Non tutti hanno a disposizione una casa con giardino. L'assenza di uno spazio esterno ampio però non preclude la possibilità di coltivare ortaggi, verdure, erbe aromatiche e piante. Anche con poco spazio a disposizione si può creare un piccolo angolo...
Giardinaggio

Come coltivare patate in casa o in giardino

Se avete la passione per il giardinaggio e avete intenzione di cominciare a coltivare qualcosa, potete scegliere uno degli alimenti più amati sia dai grandi che dai bambini: la patata. Questo gustoso tubero può essere mangiato in tantissimi modi e le...
Giardinaggio

Come coltivare le lenticchie in casa

Quando si possiede del tempo libero a disposizione sarebbe il caso di sfruttarlo al meglio. Ad esempio si potrebbe prendere in considerazione l'idea di coltivare qualcosa in casa che si possa poi gustare. Quindi potremmo mangiare qualcosa di sano e genuino,...
Giardinaggio

Come coltivare le patate sul proprio balcone

Se avete in mente di iniziare a coltivare qualcosa sul vostro balcone dovreste prendere in esame questa guida, dove spiegheremo come coltivare le patate sul proprio balcone. Fate conto che la patata è una pianta resistente che può essere coltivata facilmente,...
Giardinaggio

5 consigli per coltivare la gardenia in vaso

La gardenia è un arbusto particolarmente profumato, caratterizzato da candidi fiori bianchi e da fogliame verde lucido. Si tratta di una pianta abbastanza difficile da coltivare con successo, specie nelle zone più fredde e in vaso. Tuttavia, è sufficiente...
Giardinaggio

Come iniziare a coltivare un orto

Oggigiorno sono sempre di più le persone che vogliono cominciare a coltivare un orto. Le ragioni possono essere le più svariate: si può farlo per il desiderio di riavvicinarsi alla natura, perché la coltivazione di un orto può essere un oggetto d’amore,...
Giardinaggio

Come coltivare i germogli sul balcone

Sentite di avere il pollice verde ma vi manca lo spazio per coltivare i vostri germogli? Non abbiate timore: non dovrete mai più rinunciare alla vostra passione. Anche in spazi ristretti è possibile coltivare le sementi ed i germogli che più vi aggradano,...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.