Come Coltivare La Gipsofila

Tramite: O2O 20/09/2018
Difficoltà: facile
111

Introduzione

La Gipsofila è una pianta proveniente dall'Asia caratterizzata da piccoli fiori bianchi e da fusti ramosi. Essa è molto apprezzata dai floricoltori, la sua semplicità la rende infatti molto versatile e al contempo estremamente raffinata. Si tratta di una pianta appartenente alla famiglia delle Cariofillacee, la stessa dei garofani, i cui cespi floreali elegantissimi, prevalentemente rosa e bianchi e dall'intaglio smarginato dei petali, trovano maggior impiego nelle bordure dei giardini, nelle composizioni di fiori freschi ed essiccati e, specialmente, nelle decorazioni per i matrimoni e degli altari delle chiese. Nell'ambito delle cerimonie nuziali si fa uso della Gipsofila nei bouquet insieme a calle e rose e nelle acconciature delle spose, non a caso questa pianta è maggiormente nota comunemente come "velo da sposa". La Gipsofila, specie la Gypsophila paniculata, è conosciuta anche con il nome di "nebbia dei fioristi". Dato l'aspetto etereo conferito dai fiori raccolti in pannocchie apicali, la Gipsofila viene utilizzata nelle composizioni floreali al fine di conferire un tocco di sofficità e leggerezza al lavoro. La coltivazione della Gipsofila non è particolarmente difficile, essa infatti non richiede cure particolari e risulta essere poco sensibile all'attacco dei parassiti. Inoltre questa pianta può essere coltivata anche in appartamento poiché può essere piantata in vaso. Grazie a questa guida potrete imparare come coltivare da soli la Gipsofila.

211

Occorrente

  • Gipsofila perenne
  • semi di Gipsofila
311

La scelta della specie

Per prima cosa è bene sapere che esistono varie specie di Gipsofila, ognuna di queste si presta ad impieghi differenti ed è in grado di soddisfare diverse necessità. Le specie striscianti sono ideali per le bordure,mentre quelle a cespuglio, essendo in grado di raggiungere un'altezza compresa fra i 60cm e 150 cm, ben si prestano a proteggere dagli sguardi indiscreti. La coltivazione della Gipsofila non è difficile, in quanto non ha esigenze particolari e può essere avviata iniziando dalla semina oppure dall'acquisto di un esemplare in vaso.

411

Il trapianto

Se si decide di acquistare la Gipsofila in vaso, si renderà necessario trapiantarla. La tipologia di terreno che si sceglie di usare non ha molta importanza, sebbene sia preferibile il terreno di tipo nero e acido. Occorre tenere in considerazione che la pianta di norma vegeta in modo spontaneo preferendo terreni ricchi di calcare e ghiaiosi e mal sopporta i ristagni d'acqua. Quindi si richiede di avere l'accortezza di accertarsi che il terreno sia ben drenato. Se si sceglie di comprare i semi, questi dovranno essere pianti in vaso nel mese di marzo. Il trapianto della Gipsofila dovrà avvenire quando le piantine arriveranno ad un'altezza di circa quindici centimetri. In ogni caso si consiglia di fare il trapianto prima delle fine del mese di giugno, in quanto l'attecchimento nel periodo estivo è più difficile. Poiché lo sviluppo risulta essere molto vigoroso, si dovrà tenere conto di una distanza di mezzo metro circa tra una pianta e l'altra.

Continua la lettura
511

La posizione

Anche la posizione in cui si trova la Gipsofila è importante, al Sud sarà bene scegliere un luogo non troppo soleggiato mentre al Nord sarà possibile scegliere un luogo più soleggiato. In ogni caso è sempre bene tenere la Gipsofila al riparo da correnti d'aria. Sebbene la Gipsofila mostri una spiccata resistenza alle basse temperature (fino a -18°C), potrebbe essere sensibile al gelo della stagione invernale, in modo particolare se si tratta di un esemplare giovane.

611

L'innaffiamento e la potatura

Le piante dovranno essere innaffiate molto frequentemente nel periodo dell'attecchimento, mentre successivamente l'irrigazione potrà essere più contenuta. La Gipsoilia è una pianta nota per riuscire a resistere alla siccità, non deve essere innaffiata direttamente sui fiori ma dal basso, verso le radici. Siccome si tratta di una coltivazione rustica, non occorre concimare anche se è preferibile fare ricorso ad un fertilizzante liquido che dovrà essere utilizzato a intervalli regolari dalla primavera all'autunno. Gli interventi di potatura non sono strettamente necessari, tuttavia se l'estetica lo richiede, è opportuno eseguirli in autunno, cioè quando la pianta non è in stato vegetativo.

711

Le caratteristiche della Gipsofila

La Gipsofila possiede il singolare pregio di resistere bene alle intemperie e di essere poco soggetta all'attacco dei parassiti. Tuttavia è molto sensibile a malattie fungine e a marciumi radicali. Questi alla lunga potrebbero portare al deperimento e all'avvizzimento rapido della pianta. Per scongiurare questa evenienza occorre, in via preventiva, non irrigare abbondantemente la pianta, riducendo in questo modo al minimo i ristagni d'acqua responsabili delle problematiche suddette. Un buon metodo per capire se occorre o meno innaffiare la Gipsofila consiste nel toccare il terreno per verificarne il grado di umidità.

811

L'essiccamento della Gipsofila

La Gipsofila fiorisce a metà dell'estate e diventa secca in autunno, ma le radici si mantengono vitali. Per essiccare la Gipsofila, sarà sufficiente raccoglierne dei mazzetti quando i fiori sono per la metà dischiusi. Questi dovranno essere successivamente posti in un luogo buio ed areato per circa quindici giorni avendo cura di disporli con le infiorescenze verso il basso.

911

Nuovi utilizzi della Gipsofila

Abbiamo parlato di come oggi la Gipsofila venga impiegata nella decorazione delle acconciature delle spose,dei bouquet matrimoniali e nella decorazione degli altari religiosi. Oggi un utilizzo che va sempre più affermandosi tra le ragazze è quello della decorazione delle corone di laurea. Per questo scopo trovano spesso in combinazione con le rose rosse che meglio richiamano il colore dell'evento.

1011

Guarda il video

1111

Consigli

Alcuni link che potrebbero esserti utili:

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Segnala il video che ritieni inappropriato
Devi selezionare il video che desideri segnalare
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Giardinaggio

Come coltivare patate in casa o in giardino

Se avete la passione per il giardinaggio e avete intenzione di cominciare a coltivare qualcosa, potete scegliere uno degli alimenti più amati sia dai grandi che dai bambini: la patata. Questo gustoso tubero può essere mangiato in tantissimi modi e le...
Giardinaggio

Come coltivare le lenticchie in casa

Quando si possiede del tempo libero a disposizione sarebbe il caso di sfruttarlo al meglio. Ad esempio si potrebbe prendere in considerazione l'idea di coltivare qualcosa in casa che si possa poi gustare. Quindi potremmo mangiare qualcosa di sano e genuino,...
Giardinaggio

5 consigli per coltivare la gardenia in vaso

La gardenia è un arbusto particolarmente profumato, caratterizzato da candidi fiori bianchi e da fogliame verde lucido. Si tratta di una pianta abbastanza difficile da coltivare con successo, specie nelle zone più fredde e in vaso. Tuttavia, è sufficiente...
Giardinaggio

Come coltivare una palma

La palma è una pianta ornamentale e ha un valore estetico inestimabile. Questo esemplare appartiene alla famiglia delle Arecaceae e si distingue per il suo particolare portamento. Coltivare una palma è davvero molto semplice e bastano pochi accorgimenti...
Giardinaggio

Come coltivare il tamarillo

Possedere un giardino pieno di piante, colorato e variegato è cosa piuttosto comune. Molte sono le varietà di piante e fiori che si possono trovare, ma negli ultimi periodi le piante esotiche sono le più amate. Il Tamarillo o Cyphomandra betacea, è...
Giardinaggio

Come coltivare il cumino

Tra le varie piante che possiamo coltivare, vi sono anche delle piante aromatiche molto belle che spesso non vengono tenute in debita considerazione, come per esempio il cumino. Questa pianta, produce dei veri e propri semi che possiamo impiegare in cucina...
Giardinaggio

Come coltivare la calathea crocata

La calathea crocata è una bellissima pianta dai fiori colorati e dalla forma particolare, quando riesce a fiorire.Essa è una pianta d'appartamento che necessita di climi umidi ma non troppo caldi. Per la sopravvivenza, date le sue origini, ed è comunque...
Giardinaggio

Come coltivare la Bella di Notte

La Bella di Notte è una pianta davvero molto particolare; infatti, i petali di questo fiore hanno la caratteristica di aprirsi di notte, mentre di giorno si chiudono per difendersi dal caldo. Tale peculiarità la rende anche più affascinante, soprattutto...