Come Coltivare La Grevillea Robusta

Tramite: O2O 21/09/2017
Difficoltà: facile
15

Introduzione

Molto spesso quando si possiede un angolo da dedicare al verde non sempre si hanno le competenze e le conoscenze giuste affinché possiamo far crescere nella maniera giusta e appropriata determinate piante. A tal proposito si devono prendere tutte le giuste precauzioni onde evitare che possiamo danneggiare la pianta. In questa guida avremo modo di vedere come poter far crescere in maniera rigogliosa una pianta particolare, originaria dell'Australia. Per l'appunto vedremo, attraverso pochi passaggi molto semplici, come poter coltivare al meglio e in maniera efficace la Grevillea Robusta. Infatti vedremo tutto quello che c'è da sapere su questa pianta, così da essere più tranquilli e sicuri.

25

Collocare la grevillea in una posizione luminosa

La grevillea deve essere collocata in posizione luminosa, in modo da poter ricevere il sole diretto per diverse ore nel corso della giornata. Teme le temperature rigide della stagione invernale ed è per questo motivo che va coltivata in casa per gran parte dell'anno o opportunamente protetta nel corso del periodo più freddo. Quando le temperature minime ricopriamo le radici con foglie secche o paglia.

35

Innaffiare con regolarità la grevillea

Per quanto riguarda le innaffiature, nel corso della primavera e durante l'estate, è opportuno intervenire con regolarità, lasciando che il terreno si mantenga leggermente umido tra un'innaffiatura e l'altra. Per aumentare l'umidità ambientale è necessario nebulizzare il fogliame con acqua demineralizzata a temperatura ambiente. In autunno e nella stagione invernale occorre diminuire sensibilmente le irrigazioni. Attenzione anche agli eccessi di umidità. Passiamo adesso al terzo ed ultimo passo della guida.

Continua la lettura
45

Concimare periodicamente la pianta

Per ottenere uno sviluppo rigoglioso è bene ricordare di concimare periodicamente la pianta: in primavera utilizziamo un concime ricco in azoto e potassio, che favorirà lo sviluppo della nuova vegetazione e dei fiori. Possiamo intervenire a fine inverno, mescolando al terreno attorno alla pianta una buona dose di concime organico o di concime chimico a lenta cessione. Durante la primavera poi è anche possibile intervenire periodicamente con concimi liquidi o in polvere, da aggiungere all'acqua delle innaffiature, ogni venti-venticinque giorni all'incirca. Il terreno ideale è un composto privo di calcare, neutro o acido, arricchito con torba o terriccio di foglie. Per quanto riguarda i parassiti occorre prestare attenzione alle cocciniglie a scudetto. La propagazione della grevillea robusta avviene per talea in primavera o per semina nel corso della stagione primaverile e in autunno. Siamo giunti ormai al termine di questo terzo ed ultimo passo della guida.

55

Consigli

Non dimenticare mai:
  • Concimare periodicamente la pianta
  • Annaffiare con regolarità la pianta
Alcuni link che potrebbero esserti utili:

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Giardinaggio

Come coltivare un geranio rampicante

Terminato il torpore invernale, fiori e piante tornano lentamente a risvegliarsi. È proprio con il risveglio vegetativo infatti che i nostri giardini, e i balconi, tornano a colorarsi delle sfumature della natura! Uno dei fiori più apprezzati, per resistenza...
Giardinaggio

Come coltivare l'uva spina

Se hai il pollice verde e non ti spaventa cimentarti con gli alberi da frutto, puoi provare a coltivare l'uva spina (Ribes grossularia). Dal suo nome botanico si può facilmente dedurre che l'uva spina fa parte del genere Ribes, in particolare della famiglia...
Giardinaggio

Come coltivare la pianta del caffè

Meraviglioso, corroborante, aromatico caffè! Poche cose riescono a stimolarci come l'aroma inconfondibile e ristoratore del caffè, soprattutto al mattino.Per chi ama il giardinaggio, non sarà difficile cimentarsi nella produzione della pianta del caffè....
Giardinaggio

Come coltivare il mapo

Il mapo è un frutto ottenuto dalla combinazione di due specie di agrumi. Grazie all'ibridazione del mandarino e del pompelmo, è stato possibile creare questo nuovo agrume. La pianta è alta e robusta. Le foglie sono di un bel verde brillante e i fiori,...
Giardinaggio

Come coltivare un albero di clementine

Le clementine derivano da un incrocio tra il mandarino e l’arancio amaro. La loro pianta appartiene al genere Citrus, della famiglia delle Rutacee. Si tratta di una pianta da frutto sempreverde e molto robusta. La clementina, che possiede una buccia...
Giardinaggio

5 consigli per coltivare il basilico in terrazza

Il basilico è una pianta annuale. Si può coltivare durante il periodo primaverile ed attendere che cresca. In caso contrario si può acquistare una piantina già pronta presso una vivaio. In quest'ultimo caso è sufficiente rinvasare la pianta e prendersene...
Giardinaggio

Cosa coltivare con poco spazio a disposizione

Non tutti hanno a disposizione una casa con giardino. L'assenza di uno spazio esterno ampio però non preclude la possibilità di coltivare ortaggi, verdure, erbe aromatiche e piante. Anche con poco spazio a disposizione si può creare un piccolo angolo...
Giardinaggio

Come coltivare il caprifoglio in giardino

Il caprifoglio (Lonicera caprifolium) è una pianta bella, fragrante, vigorosa e facile da coltivare, originaria dell'America e dell'Estremo Oriente; inoltre, è ad alta tolleranza nel giardino in cui viene piantata e coltivata. Essa produce dei fiori...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.