Come coltivare la Kalanchoe blossfeldiana

tramite: O2O
Difficoltà: facile
17

Introduzione

Se amiamo le piante e vogliamo arricchire il nostro balcone con qualche nuova specie, potremmo indirizzare la nostra scelta verso quelle specie che non richiedono un grosso impegno. Tra queste, la Kalanchoe Blossfeldiana potrebbe essere proprio la pianta che fa al caso nostro! Bella, sia per le foglie che per i fiori di color rosso, fiorisce più volte all'anno e non richiede né molta fatica né troppa cura per crescere. A tal riguardo, nei prossimi passi di questa guida, vi spiegheremo come coltivare questa meravigliosa pianta.

27

Occorrente

  • Terriccio, sabbia e fogliame
  • Innaffiature regolari
37

Posizionarla in un luogo arieggiato

La Kalamchoe Blossfeldiana si adatta facilmente a qualsiasi temperatura quindi possiamo facilmente posizionarla sia in un luogo abbastanza soleggiato, anche se è preferibile che non riceva i raggi diretti del sole, che in luoghi più in ombra e freddi grazie alla sua capacità di sopravvivenza in ambienti diversi. Possiamo porre questa pianta anche in casa, ovviamente, disponendola in un punto dove riceva molta luce, ricordando che per una fioritura eccellente sarà necessario, poi, metterla in un luogo areato durante il periodo estivo.

47

Innaffiare con regolarità

Durante il periodo estivo è necessario, affinché i fiori sboccino, innaffiare abbondantemente la pianta tenendo presente che "abbondante" non vuol dire che dovremo allagare la pianta d'acqua ma che dovremo innaffiarla con regolarità senza mai lasciare che il terreno si asciughi completamente. Ricordiamo che ogni pianta trae il proprio nutrimento dal terreno, quindi, dovremo versare l'acqua nel terreno non sulla pianta stessa. Il substrato della nostra pianta dovrà essere leggero e drenato altrimenti le radici marciscono; a tale scopo mescoliamo un buon terreno da giardino con terra di foglie, torba e sabbia. Tutto l'occorrente sarà facilmente reperibile presso un qualsiasi rivenditore d'articoli per il giardinaggio.

Continua la lettura
57

Mettere la pianta al riparo durante il periodo invernale

Per quanto riguarda l'inverno, la pianta richiede d'essere innaffiata più raramente in quanto il terriccio trae dall'acqua piovana e dalla brina mattutina gran parte dell'acqua di cui necessita. Nonostante questa tipologia di pianta si adatti anche alle temperature più fredde, oltre i 7°C potrebbe ghiacciare e, dunque, morire: in questi casi dovremo metterla al riparo. Per la fioritura della nostra Kalanchoe dovremo, di norma, attendere la primavera o gli inizi dell'estate ma volendo potremo anche indurla a fiorire nei periodi invernali. In genere, questa operazione, viene eseguita dai fiorai che stimolano questa pianta a fiorire nel periodo natalizio per motivi commerciali: essendo una pianta brevi diurna, per fiorir, bisogna lasciarla 12 ore al buio e 12 ore alla luce per circa un mese.

67

Guarda il video

77

Consigli

Alcuni link che potrebbero esserti utili:

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Segnala il video che ritieni inappropriato
Devi selezionare il video che desideri segnalare
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Giardinaggio

Kalanchoe: 5 consigli per coltivarla

Il nome Kalanchoe forse ci dice poco o niente ma probabilmente ce l'abbiamo in casa o l'abbiamo notata in qualche giardino. È una pianta succulenta, originaria del Madagascar e ne esistono circa 150 varietà. Il nome più diffuso in Italia è Calancola...
Giardinaggio

Come far fiorire la Kalanchoe

La Kalanchoe è una pianta originaria del Madagascar e diffusa anche in altri paesi come l'Africa e l'Asia. Appartenente alla famiglia delle Crassulaceae, grazie alla sua fantastica fioritura e alle poche cure (ma indispensabili) di cui ha bisogno, si...
Giardinaggio

Come riconoscere il kalanchoe beharensis

Come riconoscere il kalanchoe beharensis se si è certi di non averlo mai visto? La sua origine è africana: arriva infatti dal Madagascar, luogo in cui riesce spesso ad assumere l'aspetto di un piccolo albero succulento. Non è una specie particolarmente...
Giardinaggio

Cosa coltivare con poco spazio a disposizione

Non tutti hanno a disposizione una casa con giardino. L'assenza di uno spazio esterno ampio però non preclude la possibilità di coltivare ortaggi, verdure, erbe aromatiche e piante. Anche con poco spazio a disposizione si può creare un piccolo angolo...
Giardinaggio

Come coltivare patate in casa o in giardino

Se avete la passione per il giardinaggio e avete intenzione di cominciare a coltivare qualcosa, potete scegliere uno degli alimenti più amati sia dai grandi che dai bambini: la patata. Questo gustoso tubero può essere mangiato in tantissimi modi e le...
Giardinaggio

Come coltivare le lenticchie in casa

Quando si possiede del tempo libero a disposizione sarebbe il caso di sfruttarlo al meglio. Ad esempio si potrebbe prendere in considerazione l'idea di coltivare qualcosa in casa che si possa poi gustare. Quindi potremmo mangiare qualcosa di sano e genuino,...
Giardinaggio

Come coltivare le patate sul proprio balcone

Se avete in mente di iniziare a coltivare qualcosa sul vostro balcone dovreste prendere in esame questa guida, dove spiegheremo come coltivare le patate sul proprio balcone. Fate conto che la patata è una pianta resistente che può essere coltivata facilmente,...
Giardinaggio

5 consigli per coltivare la gardenia in vaso

La gardenia è un arbusto particolarmente profumato, caratterizzato da candidi fiori bianchi e da fogliame verde lucido. Si tratta di una pianta abbastanza difficile da coltivare con successo, specie nelle zone più fredde e in vaso. Tuttavia, è sufficiente...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.