Come coltivare la kalmia

tramite: O2O
Difficoltà: media
16

Introduzione

Tutti quanti desideriamo avere un giardino sempre in ordine e con piante curate. Per far si che questo sogno si avveri è necessario imparare le basi per poter coltivare al meglio le piante, soprattutto quelle che vorremmo tenere dentro casa. Solo in questo modo potremmo assicurarci una buona crescita e una durata ldi vita lunga. Prendersi cura di un giardino è un hobby rilassante, interessante ed anche alla portata di tutti. Ovviamente bisogna applicare alcune "regole" per riuscire al meglio nel vostro intento, cioè curare tante piante diverse. È molto importante anche conoscere le piante che andrete a trattare, che si tratti di tante piante o di una sola, ognuna di essa necessita di un trattamento diverso e dunque bisogna informarsi. Ad esempio, come si coltiva la kalmia, e che tipo di pianta è? Ed è proprio di questo che vi parlerò in questa guida, nello specifico vi spiegherò come coltivare la kalmia. Attraverso pochi e semplici passaggi daremo utili suggerimenti che vi aiuteranno e faciliteranno nel compito. Mettiamoci quindi all'opera.

26

Occorrente

  • Kalmia
  • Acqua in abbondanza
  • Terreno a ph acido, ben drenato e morbido
  • Fertilizzante per piante acidofile
36

Origini della Kalmia

La kalmia è una pianta dalle origini Nord americane, dunque si tratta di una pianta che predilige una certa temperatura. Si tratta anche di una pianta sempreverde, dunque necessita di cure tutto l'anno. Essa ha una lenta crescita, e la sua altezza è variabile (può partire da 10cm e arrivare anche a 3/4 metri circa, se lasciata crescere) e con il corso della sua crescita tende a formare dei cespugli ben ramificati. I suoi rami hanno un colore tra il rosso ed il marrone, soprattutto quando la pianta comincia ad invecchiare. Il suo ciclo di fioritura e semi da frutto è molto classico: intorno alla primavera si formeranno i fiori, che saranno di color rosa o bianco, riuniti tutti in piccoli cespuglietti. In estate i fiori lasceranno il posto ai frutti, che avranno una forma tondeggiante ed appariranno legnosi all'esterno. Quando i semi saranno maturi, questa corazza legnosa si aprirà lasciando cadere i semi da frutto.

46

Dove collocare la Kalmia

La kalmia è una pianta un po' fragile, soprattutto durante i suoi primi anni di vita, dunque andrà tutelata e curata nel migliore dei modi, per garantirle longevità. Non teme molto il freddo, mentre il caldo e la luce solare diretta possono rivelarsi un problema: non tollera le alte temperature, ed il sole deve giungerle indirettamente. Una buona idea sarebbe quella di collocarla sotto un'altra pianta o albero, in modo che il sole filtri attraverso questo "schermo" naturale intorno alla vostra kalmia. Qualora viviate in zone molto fredde, invece, l'esposizione solare diretta non è un problema, seppur con le dovute accortezze. Le innaffiature variano in base alla stagione: in primavera e in estate dovranno essere abbondanti, in quanto la pianta avrà bisogno di energia e nutrimento per fiorire e successivamente fare i frutti. In autunno/inverno si possono diminuire le quantità d'acqua, ma senza lasciar mai seccare il terriccio tra un'innaffiatura e l'altra.
Un buon accorgimento che potreste adoperare, ogni 20 giorni circa, è di diluire del fertilizzante nell'acqua da innaffiatura, acquistandone uno per piante acidofile.

Continua la lettura
56

Capacità di adattamento

Nonostante per certi versi sia una pianta fragile e che necessita di cure tutto l'anno, la kalmia ha una grandissima capacità di adattamento per quanto riguarda il terriccio: può crescere bene su qualunque tipologia di terreno essa si trovi. Tuttavia è preferibile piantarla in un terriccio morbido, a ph acido (dato che si tratta di una pianta acidofila) e ben drenato. Prima di poter coltivare una determinata pianta, è sempre bene conoscerla nei minimi particolari, per potercene prendere cura al meglio. I consigli di questa guida faranno esattamente al caso vostro nel momento in cui deciderete di coltivare la Kalmia. Potrete inoltre integrare queste informazioni chiedendo parere a qualche esperto del settore. La vostra pianta crescerà così forte e rigogliosa e vivrà a lungo. Vi auguro quindi buon lavoro. A presto.

66

Consigli

Non dimenticare mai:
  • In caso di problemi fatevi aiutare da un giardiniere esperto.

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Casa

Come imballare un pacco fragile

Se siete in procinto di effettuare un trasloco e vi state accingendo ad organizzare tutti gli imballaggi necessari, compresi quelli degli oggetti fragili, allora questa guida può fare al caso vostro. Anche se semplicemente dovete riuscire a conservare...
Giardinaggio

10 tipi di orchidee da coltivare in casa

Non conosco persone che non restano stupefatte ogni volta dalla bellezza eterea delle orchidee, dai loro colori e la forma plastica, tanto che spesso tutti toccano questi fiori, pensando siano finti in quanto quasi perfetti. Fiori estremamente delicati,...
Giardinaggio

Come creare un bonsai di limone

Il bonsai è un piccolo alberello che con diverse cure ed alcuni accorgimenti rimane in piccole dimensioni senza crescere molto. Il bonsai di limone è tra quelli maggiormente diffusi: questa pianta infatti non richiede molte cure tranne per una regolare...
Giardinaggio

Come coltivare una Callistemon citrinus

La Callistemon citrinus è una pianta molto particolare che produce degli stami lunghi che ricordano la forma dello strumento utilizzato per pulire l'interno delle bottiglie. Non a caso, in alcune regioni italiane, la Callistemon citrinus è conosciuta...
Giardinaggio

Come coltivare la dracaena draco

La dracaena draco, nota come "Tronchetto della felicità" è una pianta d'appartamento molto popolare, che viene comunemente posta nei salotti, nei corridoi e negli uffici. La dracena si presenta piccola da poter essere coltivata in un comune vaso oppure...
Giardinaggio

Come coltivare il geranio edera

Il geranio edera è una pianta che normalmente viene coltivata in cesti appesi per formare delle cascate di fiori e fogliame. Questa pianta è così chiamata perché ha delle foglie che assomigliano all'edera, sono abbastanza accattivanti e hanno una...
Giardinaggio

Come coltivare i pomodori pachino sul balcone

Per chi abita in città e non dispone di un orto in senso tradizionale, può diventare davvero divertente coltivare frutta, verdura e piante direttamente sul balcone. Una pianta che si presta particolarmente ad essere cresciuta sul balcone è senza dubbio...
Giardinaggio

Come coltivare la dracena

Il giardinaggio è un passatempo che coinvolge tantissime persone al giorno d'oggi. Esso infatti consente di divertirsi e rilassarsi rispettando l'ambiente e la natura circostante. Ci sono tantissimi tipi di piante che si possono coltivare da soli e che...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.