Come coltivare la kenzia

Tramite: O2O
Difficoltà: facile
16

Introduzione

La Kenzia è una pianta coltivata a scopo ornamentale molto diffusa nelle abitazioni italiane. Questa appartiene alla famiglia delle Palmae e, più precisamente, al genere Howae. Le sue origini però non sono italiane ma bensì deriva dalle zone boreali. Se si osserva questa pinta in natura si può notare che ne esistono due specie che però risultano essere molto simili tra loro: l'Howae belmoreana e l'Howae forsterana (la più diffusa). Queste possiedono entrambe un unico fusto e delle fronde arcuate di un bel color verde scuro. Se fate crescere in un ambiente domestico possono arrivare fino 3 metri di altezza, mentre nel loro ambiente naturale, crescono fino a 18-20 metri. La Kenzia non ha particolari esigenze ed è molto semplice da coltivare anche se il suo sviluppo è molto lento (in un anno nascono appena due o tre foglie). Vediamo ora, nel dettaglio, come fare.

26

Il posto ideale dove posizionare questa tipologia di pianta è, senza dubbio, vicino ad una finestra. Tuttavia è essenziale prendere alcuni accorgimenti tra cui quella di non esporla direttamente alla luce solare al fine di non andare ad ingiallire le foglie. Per questo motivo la luce filtrata risulta essere l'ideale.
Per quanto riguarda le temperature tollera abbastanza quelle secche purché non siano inferiori ai 13°C. Il clima ideale risulta essere quello umido e, per mantenerlo tale, potete andare a nebulizzare con acqua demineralizzata le foglie (in questo modo si puliranno anche dalla polvere) o appoggiare il vaso su dell'argilla espansa con un filo di acqua non facendo toccare l'acqua alle radici. Durante l'inverno si può andare a ricreare questa tipologia d'ambiente semplicemente utilizzando dei deumidificatori per termosifoni.

36

Per quanto riguarda l'irrigazione ricordatevi che, durante il periodo vegetativo (da aprile ad ottobre), va bagnata spesso. Fate attenzione solamente ad evitare che vengano a formarsi dei ristagni nel vaso. Nel periodo invernale non annaffiatela molto, circa ogni quindici giorni. Ricordatevi di non bagnare il tubero perché altrimenti potrebbe marcire.

Continua la lettura
46

Il rinvaso sarà necessario ogni due o tre anni ed andrà fatto durante la stagione primaverile. Scegliete vasi di grandezza ed altezza superiore al precedente in quanto le radici tenderanno a svilupparsi verso il basso. Fate questa operazione con calma per evitare di andare a danneggiare la pianta. Per evitare questo tipo di rischio potete andare a rompere il vaso che la contiene. Il terriccio ideale è torboso ed anche, in parte, sabbioso. Ad esempio potete andare ad unire un terriccio di fiori con uno letamato.

56

La Kenzia è una pianta che non necessita di potatura. In caso di necessità limitatevi solamente ad eliminare le foglie secche. Va concimata nel periodo vegetativo preferibilmente con un fertilizzante liquido ogni due settimane. In alternativa, se vi è più comodo, potete utilizzare anche delle apposite pastiglie ogni due mesi.

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Giardinaggio

Come coltivare patate in casa o in giardino

Se avete la passione per il giardinaggio e avete intenzione di cominciare a coltivare qualcosa, potete scegliere uno degli alimenti più amati sia dai grandi che dai bambini: la patata. Questo gustoso tubero può essere mangiato in tantissimi modi e le...
Giardinaggio

Come coltivare le lenticchie in casa

Quando si possiede del tempo libero a disposizione sarebbe il caso di sfruttarlo al meglio. Ad esempio si potrebbe prendere in considerazione l'idea di coltivare qualcosa in casa che si possa poi gustare. Quindi potremmo mangiare qualcosa di sano e genuino,...
Giardinaggio

Come coltivare le patate sul proprio balcone

Se avete in mente di iniziare a coltivare qualcosa sul vostro balcone dovreste prendere in esame questa guida, dove spiegheremo come coltivare le patate sul proprio balcone. Fate conto che la patata è una pianta resistente che può essere coltivata facilmente,...
Giardinaggio

5 consigli per coltivare la gardenia in vaso

La gardenia è un arbusto particolarmente profumato, caratterizzato da candidi fiori bianchi e da fogliame verde lucido. Si tratta di una pianta abbastanza difficile da coltivare con successo, specie nelle zone più fredde e in vaso. Tuttavia, è sufficiente...
Giardinaggio

Come coltivare una palma

La palma è una pianta ornamentale e ha un valore estetico inestimabile. Questo esemplare appartiene alla famiglia delle Arecaceae e si distingue per il suo particolare portamento. Coltivare una palma è davvero molto semplice e bastano pochi accorgimenti...
Giardinaggio

Come iniziare a coltivare un orto

Oggigiorno sono sempre di più le persone che vogliono cominciare a coltivare un orto. Le ragioni possono essere le più svariate: si può farlo per il desiderio di riavvicinarsi alla natura, perché la coltivazione di un orto può essere un oggetto d’amore,...
Giardinaggio

Come coltivare e curare la gardenia

La Gardenia è una pianta delicata e profumata. La si può coltivare sia in giardino sia come pianta da vaso. Per coltivare e curare la gardenia, una varietà di pianta molto delicata e piacevolmente profumata, vi consiglio di seguire con attenzione...
Giardinaggio

5 ortaggi da poter coltivare senza fatica in giardino

Ci sono diversi ortaggi da poter coltivare in una parte del giardino, tutti gustosi e quindi ottimi per preparare deliziose pietanze, non tutti però sono semplici da coltivare, in quanto diversi di essi richiedono tempo e fatica, nonché il mantenere...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.