Come Coltivare La Liquirizia

tramite: O2O
Difficoltà: facile
15

Introduzione

Se siamo degli amanti del verde e vogliamo provare a coltivare alcune specie di piante sul balcone della nostra abitazione o nel nostro giardino, ma non conosciamo tutte le tecniche da utilizzare per riuscire ad ottenere delle bellissime piante sempre rigogliose, non dovremo assolutamente preoccuparci. Basterà, infatti, provare a cercare su internet delle guide che, in base alla specie di pianta di desiderata, ci illustrino tutte le tecniche e tutti i prodotti che dovremo utilizza. In questo modo pur essendo alle prime armi con il mondo del giardinaggio riusciremo alla fine ad imparare a coltivare le piante che più ci piacciono. Nei passi successivi di questa guida, in particolare, vedremo come fare per riuscire a coltivare correttamente la pianta della liquirizia.

25

Occorrente

  • Una radice di liquirizia
  • Una pala
  • concime
  • erbicida (opzionale)
  • zolfo e calce per regolare il pH del terreno (opzionale)
35

La liquirizia predilige i climi caldi, subtropicali o tropicali. Scegliamo un posto adatto alla nostra pianta, assicurandoci che sia ben soleggiato. Un suolo sabbioso vicino ad un corso d'acqua, come un torrente o un laghetto, sarebbe l'ideale. Prepariamo l'appezzamento di terreno prima di proseguire, assicuriamoci che il suolo in cui pianteremo la radice sia libero dalle erbacce ed abbia un pH pari o superiore a 6.0. Se il terreno è troppo acido, aggiungiamo dello zolfo, se è troppo basico, aggiungiamo della calce. Mettiamo anche del fertilizzante per essere sicuri che la terra abbia abbastanza elementi nutrienti.

45

Il periodo di tempo ideale per la semina della liquirizia è la fine di febbraio o i primi di marzo. Scaviamo un buco di almeno quattro centimetri di profondità per piantare la liquirizia, poi mettiamo la radice (o i semi) posizionandola orizzontalmente nel foro. Se ne abbiamo più di una, assicuriamoci di lasciare due metri di distanza tra ogni pianta, in ogni direzione. Controlliamo che non crescano erbe infestanti intorno alla liquirizia durante il suo periodo di maturazione (circa due-quattro anni).

Continua la lettura
55

Aggiungiamo fertilizzante al terreno intorno alla pianta ogni autunno, per mantenere attivi i nutrimenti del suolo. Raccogliamo la radice di liquirizia solo dopo che abbia raggiunto la maturità, quindi dopo tre-quattro anni. Le radici possono essere raccolte a mano o con l'aratura. Scartiamo l'intera pianta cresciuta fuori dal terreno, ma teniamo ovviamente, l'intera radice sviluppatasi sotto terra. Prepariamo ora le radici fresche tagliandole in pezzi di media grandezza (come quelli che si trovano in commercio, in farmacia), laviamole, lasciamole asciugare al sole oppure in forno a bassa temperatura. Conserviamole lontano da fonti di calore, luce ed umidità.

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Giardinaggio

Cosa coltivare con poco spazio a disposizione

Non tutti hanno a disposizione una casa con giardino. L'assenza di uno spazio esterno ampio però non preclude la possibilità di coltivare ortaggi, verdure, erbe aromatiche e piante. Anche con poco spazio a disposizione si può creare un piccolo angolo...
Giardinaggio

Come coltivare patate in casa o in giardino

Se avete la passione per il giardinaggio e avete intenzione di cominciare a coltivare qualcosa, potete scegliere uno degli alimenti più amati sia dai grandi che dai bambini: la patata. Questo gustoso tubero può essere mangiato in tantissimi modi e le...
Giardinaggio

Come coltivare le lenticchie in casa

Quando si possiede del tempo libero a disposizione sarebbe il caso di sfruttarlo al meglio. Ad esempio si potrebbe prendere in considerazione l'idea di coltivare qualcosa in casa che si possa poi gustare. Quindi potremmo mangiare qualcosa di sano e genuino,...
Giardinaggio

Come coltivare le patate sul proprio balcone

Se avete in mente di iniziare a coltivare qualcosa sul vostro balcone dovreste prendere in esame questa guida, dove spiegheremo come coltivare le patate sul proprio balcone. Fate conto che la patata è una pianta resistente che può essere coltivata facilmente,...
Giardinaggio

5 consigli per coltivare la gardenia in vaso

La gardenia è un arbusto particolarmente profumato, caratterizzato da candidi fiori bianchi e da fogliame verde lucido. Si tratta di una pianta abbastanza difficile da coltivare con successo, specie nelle zone più fredde e in vaso. Tuttavia, è sufficiente...
Giardinaggio

Come iniziare a coltivare un orto

Oggigiorno sono sempre di più le persone che vogliono cominciare a coltivare un orto. Le ragioni possono essere le più svariate: si può farlo per il desiderio di riavvicinarsi alla natura, perché la coltivazione di un orto può essere un oggetto d’amore,...
Giardinaggio

Come coltivare i germogli sul balcone

Sentite di avere il pollice verde ma vi manca lo spazio per coltivare i vostri germogli? Non abbiate timore: non dovrete mai più rinunciare alla vostra passione. Anche in spazi ristretti è possibile coltivare le sementi ed i germogli che più vi aggradano,...
Giardinaggio

Come coltivare l'orto

Se vogliamo mangiare sano, senza spendere molto per costosissimi prodotti coltivati biologicamente, la soluzione ottimale è quella di coltivarci da soli un bell'orto pieno di verdure. Anche se non possediamo il classico pollice verde, non preoccupiamoci,...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.