Come coltivare la nigella

Tramite: O2O 18/11/2016
Difficoltà: facile
16

Introduzione

Oggi si va sempre più riscoprendo l'arte del coltivare. Tuttavia, coltivare piante e fiori è un hobby che appassiona moltissime persone a qualsiasi età. Naturalmente esistono innumerevoli tipologie di fiori ma, quella di cui ci occuperemo oggi è la nigella. Essa è una pianta erbacea perenne che prevede la coltivazione in vaso o in piena terra. È originaria dell'Europa centrale e viene chiamata anche "damigella" o "fanciullaccia". In primavera e protraendosi per tutta l'estate produce dei fiori che possono essere di colore lilla, azzurro, bianco o blu. Se cercate delle ulteriori informazioni su come coltivare la nigella allora non dovete far altro che seguire questi passi.

26

Occorrente

  • Semi di nigella
  • Concime
36

La nigella è una pianta che si può trovare in prevalenza nel centro Europa e che produce dei bellissimi fiori. Dopo la fioritura lascia posto a bacche contenenti i semi. Per poterla moltiplicare, è necessario conservare i semi per poi piantarli verso febbraio, aprile. È bene sapere che è una pianta che non ama particolarmente il freddo. Fate molta attenzione quando la spostate, perché le radici sono molto delicate e rischiereste di rovinare irreparabilmente la pianta.

46

Se la coltivate in vaso, trovate una posizione in cui arrivi la luce del sole, altrimenti, in giardino dovrete seminarla in una zona soleggiata, infatti deve ricevere almeno 6 ore di luce diretta durante l'arco di una giornata. Nella bella stagione, somministrate ai fiori del concime liquido per piante fiorite, ogni 15 giorni circa, unito all'acqua delle innaffiature. Innaffiatela regolarmente, soprattutto in presenza di terreno asciutto, non esagerate però con l'acqua, è sufficiente innaffiare 2 volte a settimana, nei periodi più caldi controllate lo stato del terreno, se troppo asciutto procedete con delle innaffiature aggiuntive. Evitate come sempre i ristagni d'acqua. Questa pianta sopporta bene brevi periodo di siccità, quindi non preoccupatevi più del dovuto.

Continua la lettura
56

Se invece volete toglierla dal vaso e piantarla nel terreno, usate un terriccio ben drenato, anche se può andar bene uno qualsiasi ricco di materia organica. I suoi fiori possono essere attaccati dagli afidi neri, quindi, se ciò dovesse accadere, somministrate dell'acaricida. In linea generale, è una pianta abbastanza rustica, si coltiva facilmente e senza particolari cure o problematiche ed è capace di donare dei fiori particolarmente belli ed appariscenti. Con questi semplici accorgimenti riuscirete a coltivare la nigella, una pianta che sicuramente sarà capace di ripagare il vostro lavoro con i suoi meravigliosi fiori.

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Giardinaggio

Come coltivare patate in casa o in giardino

Se avete la passione per il giardinaggio e avete intenzione di cominciare a coltivare qualcosa, potete scegliere uno degli alimenti più amati sia dai grandi che dai bambini: la patata. Questo gustoso tubero può essere mangiato in tantissimi modi e le...
Giardinaggio

Come coltivare le lenticchie in casa

Quando si possiede del tempo libero a disposizione sarebbe il caso di sfruttarlo al meglio. Ad esempio si potrebbe prendere in considerazione l'idea di coltivare qualcosa in casa che si possa poi gustare. Quindi potremmo mangiare qualcosa di sano e genuino,...
Giardinaggio

Come coltivare le patate sul proprio balcone

Se avete in mente di iniziare a coltivare qualcosa sul vostro balcone dovreste prendere in esame questa guida, dove spiegheremo come coltivare le patate sul proprio balcone. Fate conto che la patata è una pianta resistente che può essere coltivata facilmente,...
Giardinaggio

5 consigli per coltivare la gardenia in vaso

La gardenia è un arbusto particolarmente profumato, caratterizzato da candidi fiori bianchi e da fogliame verde lucido. Si tratta di una pianta abbastanza difficile da coltivare con successo, specie nelle zone più fredde e in vaso. Tuttavia, è sufficiente...
Giardinaggio

Come coltivare una palma

La palma è una pianta ornamentale e ha un valore estetico inestimabile. Questo esemplare appartiene alla famiglia delle Arecaceae e si distingue per il suo particolare portamento. Coltivare una palma è davvero molto semplice e bastano pochi accorgimenti...
Giardinaggio

Come iniziare a coltivare un orto

Oggigiorno sono sempre di più le persone che vogliono cominciare a coltivare un orto. Le ragioni possono essere le più svariate: si può farlo per il desiderio di riavvicinarsi alla natura, perché la coltivazione di un orto può essere un oggetto d’amore,...
Giardinaggio

Come coltivare e curare la gardenia

La Gardenia è una pianta delicata e profumata. La si può coltivare sia in giardino sia come pianta da vaso. Per coltivare e curare la gardenia, una varietà di pianta molto delicata e piacevolmente profumata, vi consiglio di seguire con attenzione...
Giardinaggio

5 ortaggi da poter coltivare senza fatica in giardino

Ci sono diversi ortaggi da poter coltivare in una parte del giardino, tutti gustosi e quindi ottimi per preparare deliziose pietanze, non tutti però sono semplici da coltivare, in quanto diversi di essi richiedono tempo e fatica, nonché il mantenere...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.