Come coltivare la passiflora caerulea

tramite: O2O
Difficoltà: media
16

Introduzione

La passiflora caerulea, conosciuto come passiflora blu, è una pianta estremamente bella e rapida nella crescita e bella. È caratterizzata da fiori con diametro di circa 10 cm fiori con petali bianchi e filamenti blu. È molto popolare gli amanti del giardinaggio proprio per i suoi fiori profumati ed intricati, che hanno un aspetto quasi surreale. Si tratta, inoltre, di uno dei fiori più resistenti, riuscendo a sopravvivere fino a -12 °C, e sono sempreverdi anche nei climi tropicali e possono essere coltivati all'aperto in terreni fertili, umidi e ben drenati, oppure al chiuso in dei piccoli contenitori. Premesso questo, vediamo come coltivare la passiflora caerulea.

26

Occorrente

  • Vaso
  • Concime
  • Terriccio
  • Torba
36

Il terreno ideale per coltivare la passiflora caerulea deve essere umido. Specialmente nei mesi più caldi, è necessario innaffiare con regolarità la pianta. Anche il posizionamento in vaso richiede lo stesso accorgimento. In entrambi i casi, evitate però ristagni d'acqua e drenate adeguatamente il terreno. Contraddistinta dalla spiccata resistenza tipica di tutte le specie della passiflora, la caerulea non ha bisogno di particolari tipi di concime. Riesce infatti a trarre adeguato nutrimento dai comuni preparati impiegati per rendere fertile il terriccio. Il substrato per coltivare al meglio la pianta deve essere però preferibilmente ricco di torba.

46

La temperatura ideale per coltivare la passiflora caerulea è di circa 14 gradi. Per uno sviluppo ottimale della pianta, si sconsiglia la coltivazione del rampicante in zone con temperature al di sotto della soglia indicata. Un clima eccessivamente freddo e il rischio di gelate potrebbero infatti danneggiare irrimediabilmente l'apparato radicale della passiflora. Per proteggere le piante poste in piena terra, fate quindi una adeguata pacciamatura del terreno. Se decidete di coltivare la passiflora caerulea in vaso, scegliete una posizione lontana da correnti d'aria.

Continua la lettura
56

Esponetela in una zona luminosa, ma evitate la luce diretta del sole nelle ore più calde. La coltivazione in vaso richiede naturalmente il rinvaso periodico. Il periodo più indicato per il rinvaso della passiflora caerulea è il mese di marzo, coincidente con l'inizio della stagione primaverile. Di solito è sufficiente cambiare il vaso che ospita la passiflora una volta l'anno e sostituirlo con un contenitore più grande. Prima di adagiare la passiflora, mettete circa tre centimetri di terriccio nuovo ad ogni rinvaso.

66

Consigli

Non dimenticare mai:
  • I frutti della passiflora caerulea, chiamati anch'essi "della passione", non sempre hanno un sapore gradevole.
Alcuni link che potrebbero esserti utili:

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Giardinaggio

Come coltivare la passiflora

Per rendere la vostra casa o il vostro giardino originali molto colorati con altrettanti fiori profumati, allora sarà fondamentale scegliere piante di cui si conosce la coltivazione, il rinvaso, il terriccio adeguato, ecc. A tal proposito, qui di seguito,...
Giardinaggio

Come riconoscere la passiflora incarnata

In natura esistono delle piante e dei fiori dall'aspetto davvero incantevole. Uno tra questi è la Passiflora Incarnata. La Passiflora Incarnata è una pianta rampicante perenne con dei bellissimi petali viola e delle sfumatura rosate. Scoprite in questa...
Giardinaggio

Come Combattere Il Virus Del Mosaico Del Cetriolo Della Passiflora

La passiflora è un genere di piante della famiglia Passifloraceae che comprende circa 465 specie di piante erbacee perenni ed annuali, arbusti dal portamento rampicante e lianoso, arbusti e alberelli, alti fino a 5–6 m, originarie dell'America centro-meridionale,...
Giardinaggio

Cosa coltivare con poco spazio a disposizione

Non tutti hanno a disposizione una casa con giardino. L'assenza di uno spazio esterno ampio però non preclude la possibilità di coltivare ortaggi, verdure, erbe aromatiche e piante. Anche con poco spazio a disposizione si può creare un piccolo angolo...
Giardinaggio

Come coltivare patate in casa o in giardino

Se avete la passione per il giardinaggio e avete intenzione di cominciare a coltivare qualcosa, potete scegliere uno degli alimenti più amati sia dai grandi che dai bambini: la patata. Questo gustoso tubero può essere mangiato in tantissimi modi e le...
Giardinaggio

Come coltivare le lenticchie in casa

Quando si possiede del tempo libero a disposizione sarebbe il caso di sfruttarlo al meglio. Ad esempio si potrebbe prendere in considerazione l'idea di coltivare qualcosa in casa che si possa poi gustare. Quindi potremmo mangiare qualcosa di sano e genuino,...
Giardinaggio

Come coltivare le patate sul proprio balcone

Se avete in mente di iniziare a coltivare qualcosa sul vostro balcone dovreste prendere in esame questa guida, dove spiegheremo come coltivare le patate sul proprio balcone. Fate conto che la patata è una pianta resistente che può essere coltivata facilmente,...
Giardinaggio

5 consigli per coltivare la gardenia in vaso

La gardenia è un arbusto particolarmente profumato, caratterizzato da candidi fiori bianchi e da fogliame verde lucido. Si tratta di una pianta abbastanza difficile da coltivare con successo, specie nelle zone più fredde e in vaso. Tuttavia, è sufficiente...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.