Come coltivare la patata dolce

tramite: O2O
Difficoltà: media
15

Introduzione

In questo articolo ci occuperemo di dare alcuni semplici consigli su come coltivare la patata dolce. Se avete la possibilità di usufruire di un piccolo pezzo di terra, anche solamente nel giardino di casa, potete approfittarne per creare il vostro orticello con insalate, carote, aromi vari e anche patate. In questa guida ci occuperemo, nello specifico, di come coltivare la patata dolce. Potrete preparare piatti prelibati a base di patate freschissime.
Da non dimenticare che la patata dolce ha moltissime proprietà nutritive e valori nutrizionali, questa infatti è un vera e proprio toccasana per la salute soprattutto per il colesterolo.
Inoltre questa conta meno di 80 kcal ogni 100 grammi. Ricca di fibre e potassio.
Leggete quindi la guida di seguito per sapere come organizzare e come rendere perfettamente organizzato il vostro bell'orto.

25

Procurarsi l'occorrente

La prima cosa da fare per coltivare la patata dolce, è quella di prendere un bicchiere o un recipiente della forma di un bicchiere che sia di grandi dimensioni. Infilzare la patata con degli steli di legno (quelli che si usano per fare gli spiedini) e passarli da una parte all'altra nella parte centrale della patata stessa. A questo punto dovrete versare dell'acqua all'interno del recipiente e lasciare la patata sospesa su di esso per mezzo di uno spiedino di legno che infilzerete a circa metà lunghezza. Aspettate che la patata cominci a germogliare, esattamente come succede per le patate comuni.

35

Produzione della pianta

La pianta produrrà, in tempi rapidi, radici e foglie sorrette da steli rampicanti. Una volta che la pianta sarà perfettamente attecchita, dovrà essere posta in un vaso, e in primavera andrà coltivata direttamente in giardino. Ovviamente, il procedimento dovrà essere ripetuto più volte, per ottenere un numero sufficiente di piante. La patata dolce va interrata tra i mesi di marzo e aprile in un terreno leggero senza eccessivo nutrimento, in posizione assolata e con un clima temperato. È importante separare le varie piante, lasciando circa trenta o quaranta centimetri tra l'una e l'altra. Interrate patate e radici subito sotto la superficie, lasciando i germogli all'altezza del suolo.

Continua la lettura
45

Fioritura

La pianta fiorirà nel periodo estivo e i tuberi si potranno raccogliere più o meno dopo sei o sette mesi, ovvero tra settembre e ottobre. Si tratta di un tempo piuttosto lungo, ma ne vale la pena, perché la patata americana è un alimento ricco di ottime proprietà: ad esempio contiene moltissima vitamina A, ed è anche molto antiossidante. È consigliato raccogliere le patate dolci quando gli steli inizieranno a ingiallire, e ricordate che quelle di dimensioni non troppo grandi sono le migliori (in quelle più grosse, la parte centrale può risultare legnosa).
Non vi resta che iniziare la coltivazione per poi godere della bontà e dei benefici di questo tubero molto particolare.

55

Consigli

Non dimenticare mai:
  • Lasciare 30 centimetri minimo tra una e l'altra

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Giardinaggio

Come coltivare la patata precoce

Le patate precoci sono una varietà che cresce rapidamente e vengono raccolte quando sono piccole e tenere, facendo risparmiare così tempo e fatica. Sono particolarmente preferite dai coltivatori diretti, che amano il loro sapore dolce e le pelle tenera;...
Giardinaggio

Come coltivare le patate sul proprio balcone

Se avete in mente di iniziare a coltivare qualcosa sul vostro balcone dovreste prendere in esame questa guida, dove spiegheremo come coltivare le patate sul proprio balcone. Fate conto che la patata è una pianta resistente che può essere coltivata facilmente,...
Giardinaggio

Come riconoscere e combattere la dorifora della patata

Coltivare il proprio orto per farlo crescere bello e rigoglioso, come ben sappiamo, comporta concentrazione, dedizione e mesi di duro lavoro ma, capita talvolta, così all'improvviso che le tue culture subiscono purtroppo il silenzioso, quanto fastidioso,...
Giardinaggio

Come coltivare le patate in casa

Nella seguente guida vi sarà spiegato come poter coltivare comodamente in casa vostra le patate. In questo modo potrete avere le patate fresche e certamente sane, perché non trattate con prodotti chimici e quindi nocivi per la propria salute. Iniziamo...
Giardinaggio

Come coltivare le patate

La patata è una pianta erbacea originaria del Messico e portata in Europa dalle flotte spagnole nel 1570. È un alimento fondamentale nell'alimentazione umana; in alcuni paesi dell'Europa centrale e occidentale costituisce in alcuni casi l'alimento base...
Giardinaggio

Come coltivare patate in casa o in giardino

Se avete la passione per il giardinaggio e avete intenzione di cominciare a coltivare qualcosa, potete scegliere uno degli alimenti più amati sia dai grandi che dai bambini: la patata. Questo gustoso tubero può essere mangiato in tantissimi modi e le...
Giardinaggio

Come coltivare la batata

Quante volte vi è capitato, magari recandovi in frutteria oppure al supermercato, di vedere, accanto alle patate "classiche", dei tuberi leggermente più lunghi e dal colore rossastro? O magari, se avete fatto un viaggio in Centro o Sud America, vi è...
Giardinaggio

Come coltivare le patate nella paglia

Anche se molti ignorano questo tipo di coltivazione molto originale, coltivare le patate nella paglia, si è dimostrato un metodo di piantagione molto efficace e redditizio per chi è capace di seguire le regole di coltivazione specifiche. Un tipo di...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.