Come coltivare la petunia

tramite: O2O
Difficoltà: facile
16

Introduzione

Bellissima e coloratissima, la petunia è una pianta adatta sia alla coltivazione in vaso che in fioriera. Originaria del Sud America, se ne conoscono circa quaranta specie, sia annuali che perenni. Si sviluppano in cespugli molto ampi, le cui ramificazioni hanno una lunghezza che varia dai 25 ai 60 centimetri. I fusti si presentano prostrati, cadenti, e quando sono nel massimo della fioritura, danno la sensazione di una cascata di fiori colorati. Le foglie sono di colore verde chiaro e sono ricoperte da una sottile peluria, al tatto rilasciano una sostanza appiccicosa ed emanano il tipico profumo. I fiori hanno la tipica forma tubolare e presentano una vasta gamma di colori che vanno dal bianco al blu passando per il rosa ed il viola. Nella guida che segue vedremo nello specifico come coltivare questa meravigliosa pianta.

26

Occorrente

  • terriccio universale, corteccia sminuzzata, sabbia
  • vasi di diverse dimensioni
  • concime organico
  • torba
36

La petunia, notissima e comune pianta della famiglia delle solanacee, è facile da coltivare. La sua particolare robustezza le dona la capacità di resistere anche ai climi più freddi. Ma andiamo con ordine e, se abbiamo deciso di coltivare una petunia, come prima cosa dovremo preoccuparci di preparare in modo corretto il terreno. Procuriamoci un buon terriccio universale, mescoliamolo con della corteccia sminuzzata ed un poco di sabbia. In questo modo si andrà a facilitare il drenaggio.

46

La semina avviene tra i mesi di Febbraio e Marzo, le giovani piantine vengono tenute in un ambiente caldo e umido, al chiuso, fino a che non raggiunge i 10 centimetri. A questo punto viene messa a dimora nel terreno organico. La fioritura inizia da metà primavere, quindi verso il mese di maggio, e si protrae fino ad autunno inoltrato.
È vero che la petunia è una pianta resistente ai climi freddi, ma comunque teme il vento e la pioggia forte. Quindi è meglio metterla in posti dove può vivere al riparo dalle intemperie, ma prendere il sole pieno almeno per buona parte del giorno.

Continua la lettura
56

La petunia è una pianta bisognosa d'acqua, quindi deve essere innaffiare tutti i giorni in primavera ed in estate, nelle giornate molto calde ed afose possono essere innaffiate 2 volte al giorno. È bene evitare che il terreno si asciughi e diventi arido o i fiori tenderanno ad appassire facilmente. In inverno basterà darle un po' di acqua ogni 3 o 4 giorni.
Per mantenerla in salute è bene usare del concime adatto, sia nel momento del rinvaso, che, una volta al mese, durante la fioritura, e mettere della torba nel terreno.

66

Consigli

Non dimenticare mai:
  • non di rado sono attaccate da parassiti, i più comuni sono gli afidi ed i ragnetti rossi, usate un antiparassitario adeguato

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Giardinaggio

Come curare la Petunia

La petunia è una pianta di tipo erbacea appartenente alla famiglia delle Solanaceae, e di questo gruppo fanno parte anche i pomodori, i peperoncini e le patate. È originaria del Sud America, ma esistono almeno 40 specie diverse, e dai suoi cespugli...
Giardinaggio

10 fiori da coltivare in pieno sole

Amiamo i fiori e abbiamo un giardino o un terrazzo esposto al sole per la maggior parte del giorno? Nessun problema, ecco un elenco di 10 fiori da coltivare in pieno sole. Seguendo le indicazioni per una cura corretta, otterremo una fioritura che ci allieterà...
Giardinaggio

10 fiori da coltivare se si ha un giardino molto assolato

I fiori da balcone, si sa, hanno esigenze molto diverse tra loro a seconda delle loro caratteristiche. Alcuni temono il caldo ossessivo dell'estate, altri hanno bisogno di grandi attenzioni per non rischiare di risentire delle stagioni più fresche.Ma...
Giardinaggio

10 fiori da coltivare su un balcone all'ombra

Di questi tempi si sa, l'aspetto è tutto, e quindi far risaltare la vostra casa tra le altre è necessario ornarla di begli oggetti e colorati. In questa cerchia si individuano i fiori, molto in voga per decorare balconi, giardini ed interni, dato che...
Giardinaggio

Cosa coltivare con poco spazio a disposizione

Non tutti hanno a disposizione una casa con giardino. L'assenza di uno spazio esterno ampio però non preclude la possibilità di coltivare ortaggi, verdure, erbe aromatiche e piante. Anche con poco spazio a disposizione si può creare un piccolo angolo...
Giardinaggio

Come coltivare patate in casa o in giardino

Se avete la passione per il giardinaggio e avete intenzione di cominciare a coltivare qualcosa, potete scegliere uno degli alimenti più amati sia dai grandi che dai bambini: la patata. Questo gustoso tubero può essere mangiato in tantissimi modi e le...
Giardinaggio

Come coltivare le lenticchie in casa

Quando si possiede del tempo libero a disposizione sarebbe il caso di sfruttarlo al meglio. Ad esempio si potrebbe prendere in considerazione l'idea di coltivare qualcosa in casa che si possa poi gustare. Quindi potremmo mangiare qualcosa di sano e genuino,...
Giardinaggio

Come coltivare le patate sul proprio balcone

Se avete in mente di iniziare a coltivare qualcosa sul vostro balcone dovreste prendere in esame questa guida, dove spiegheremo come coltivare le patate sul proprio balcone. Fate conto che la patata è una pianta resistente che può essere coltivata facilmente,...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.