Come Coltivare La Pianta Grassa Portulaca

tramite: O2O
Difficoltà: facile
16

Introduzione

La portulaca è una pianta grassa dalle coloratissime fioriture, che durano fino ad inizio autunno, Questa pianta, può essere tranquillamente coltivata in vasi e vaschette, su terrazze o in balcone. Non teme il caldo, anzi, la luce del sole le fa più che bene. La particolarità della portulaca infatti, consiste nei fiori, che si aprono solo in presenza di elevata luminosità. In questo articolo quindi, andremo a vedere insieme come coltivare la portulaca.

26

Occorrente

  • semi o piantine di portulaca
  • terriccio sabbioso
  • vasi
  • concime
  • acqua q.b
36

La portulaca ha origine in Asia. I suoi fiori sono estremamente sottili, così tanto da sembrare fatti di carta velina. I suoi colori variano dal giallo al rosso, ma ha anche altre sfumature come il fucsia, ad esempio, o il lilla. Le temperature ideali che assicurano una crescita rigogliosa della pianta vanno dai 26 ai 32 gradi. La vegetazione può bloccarsi al di sotto dei 6-5 gradi. La pianta infatti, non tollera il freddo che in casi estremi può portare alla morte. Anche l’eccessiva umidità danneggia la portulaca, che, come precedentemente detto, si adatta meglio a condizioni di caldo e di siccità.

46

La portulaca può essere coltivata in un vaso ma anche in giardino. Nelle aiole, le piante vanno poste a una distanza di minimo 30 cm l’una dall'altra, così da consentire alla vegetazione di svilupparsi al meglio. Per la coltivazione della portulaca, bisogna scegliere del terriccio molto sabbioso. Se si decide di coltivarla in piena terra invece, bisognerà controllare che il terreno sia ben drenato, onde evitare marciumi. Per "asciugarlo", si può aggiungere della sabbia grossolana così da favorire il deflusso dell’acqua in eccesso. La pianta va innaffiata ogni 2-3 giorni e va concimata una volta a settimana, con un concime apposito. Al fine di ottenere una ricca fioritura, è consigliabile mettere la portulaca in una posizione luminosa e soleggiata, badando bene a non esporla troppo al sole nelle ore più calde.

Continua la lettura
56

Le piante di portulaca hanno la tendenza ad allargarsi molto, i rami più lunghi radicano a contatto con il terreno ma, volendo, si possono staccare dalla pianta madre ed essere posti in un vaso singolarmente. Nei primi giorni primaverili, si procede alla propagazione per seme, ricordando di non interrare troppo i piccoli semi, in quanto necessitano della luce per germinare. Le nuove piantine ottenute, vanno rinvasate singolarmente e poste a dimora verso aprile-maggio. Ultimo ma non meno importante, ricordate sempre di lasciare asciugare perfettamente il terreno tra un’annaffiatura e l’altra. La portulaca va concimata durante la fioritura, ogni due settimane, e non necessita di potature o rinvasi.

66

Consigli

Non dimenticare mai:
  • Questa pianta spesso viene attaccata da piccoli parassiti, quindi è buona norma procurarsi un buon antiparassitario
Alcuni link che potrebbero esserti utili:

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Giardinaggio

5 errori da evitare nella cura di una pianta grassa

Se abbiamo intenzione di coltivare e curare una pianta grassa, è importante conoscerla a fondo per evitare di commettere degli errori, che potrebbero vanificare il lavoro. Si tratta infatti, di una tipologia di pianta che richiede una cura appropriata...
Giardinaggio

Come travasare una pianta grassa

Le piante grasse quando vengono acquistate generalmente si presentano di piccole dimensioni e anche i loro vasi lo sono, quindi per una crescita più accelerata sarebbe opportuno sostituire subito il vaso con uno più grande. Tuttavia, alcune dopo un...
Giardinaggio

Come coltivare e utilizzare la pianta delle giuggiole

Se avete il desiderio di acquistare una pianta per il vostro appartamento, dovrete innanzitutto verificare le vostre abilità di coltivatori. La coltivazione, infatti, risulterà fondamentale per far sì che la pianta in questione cresca sana e forte;...
Giardinaggio

Come coltivare una pianta carnivora

La Dionaea muscipola è sicuramente la "pianta carnivora" per eccellenza, ovvero quella più conosciuta e apprezzata da tutti gli amanti di questa specie. Per la sua semplicità di coltivazione, è sicuramente quella più indicata per tutti i neofiti...
Giardinaggio

Come coltivare la pianta di ciclamino

Il ciclamino è una pianta a fiori, di piccole dimensioni, adeguata infatti non solo per ambienti come il giardino ma anche per interni. Come lo stesso nome richiama, si tratta di una pianta a fiori dai colori che variano come il bianco, il rosa ed i...
Giardinaggio

Come Coltivare Una Pianta Di Cordilina

Se siete degli appassionati delle piante di ogni genere e siete anche in cerca di qualche nuova specie da coltivare nel vostro giardino, potete provare ad acquistare una pianta davvero particolare: la Cordilina. Si tratta di una pianta di origine australiana...
Giardinaggio

Come coltivare una pianta di ananas

L'Ananas è tra i frutti tropicali più mangiati ed apprezzati di sempre, è possibile trovarlo negli scaffali e nei banchi frutta di moltissimi supermercati, anche se molto spesso è meglio scegliere qualcosa di più fresco e genuino. L'Ananas è un...
Giardinaggio

Come coltivare una pianta di rosmarino

Il rosmarino può essere considerato un antidepressivo naturale, infatti alcuni studi hanno dimostrato la presenza, nella pianta, di un'essenza che stimola la sintesi della serotonina (il neurotrasmettitore del benessere) e che risulta un ottimo rimedio,...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.