Come coltivare la pratolina comune

tramite: O2O
Difficoltà: facile
15

Introduzione

La pratolina comune, nome scientifico Bellis perennis cultivars, appartiene alla famiglia delle Asteracee. La pratolina è un’erbacea perenne, in genere coltivata come annuale, con una rosetta di foglie piccole e ovali, ristrette nel picciolo e appiattite a terra o erette secondo le varietà. Da gennaio fino a maggio produce molti gambi fiorali alti fino a 20 cm: i capolini sono di 2-5 cm di diametro, hanno una forma a pompon più o meno tondeggiante e sono bianchi, rosa, rossi o cremisi; durano a lungo sulla pianta. Dall'inizio della primavera fino all'estate rallegra le nostre case con la sua fioritura di color rosa o bianco. Delicati e freschi, questi fiorellini rendono la pianta veramente ornamentale. Ecco qui una guida utile di come coltivare la pratolina comune.

25

Occorrente

  • vaso da pianta
35

Il rinvaso annuale non è necessario anzi è persino superfluo se si sopperisce a questo con la somministrazione di concime. Questa pianta è molto facile da coltivare perché non richiede cure eccessive. Desidera il pieno o mezzo sole tutto l’anno, ma nelle zone più calde va spostata a mezz'ombra da giugno ad agosto. Somministrare acqua abbondante e regolare tra aprile e settembre, appena il terriccio si è asciugato; media o scarsa nei restanti mesi. Va concimata tra gennaio e giugno ogni 15 giorni con un fertilizzante liquido per piante da fiore nell’acqua d’irrigazione. Eliminare inoltre con regolarità gli steli fiorali appena appassiti e può essere moltiplicata dividendo il cespo in maggio-giugno.

45

Per quanto concerne la riproduzione, avviene per semi. La pratolina ha tre bellissime varietà che debbono il loro nome al colore dei fiori. Abbiamo, infatti, la pomponette bianca, la pomponette rosa e la pomponette rossa. Tutte e tre hanno in comune due proprietà: la delicatezza e la freschezza che le contraddistingue. La bellis è una piantina rustica e robusta e, per quanto riguarda i parassiti, però, è preda di afidi e funghi che possono attaccarne gli steli se l'esposizione al calore è eccessiva, teme anche teme il ragnetto rosso, che attacca facilmente gli esemplari esposti a una carenza idrica e un eccesso di calore.

Continua la lettura
55

La pratolina va d'accordo con le primule, le violette e i nontiscordardimé, non richiede una posizione ideale e cresce bene sia in pieno sole che in penombra. Attenzione, però ai semi: senza sole non germogliano. La specie selvatica è originaria dell’Europa centrale, e le varietà floricole hanno mantenuto la capacità di resistere al freddo e, discretamente, anche al caldo. Coltivandole in vaso, è importante non far patire troppo il caldo d’estate: le bellis vanno spostate a mezz’ombra in un punto ventilato, e vanno bagnate regolarmente ma anche vaporizzate nelle giornate più calde. Per quanto riguarda l'annaffiatura, la pratolina non richiede troppa acqua specie nei periodi più freddi: basta mantenere il terreno umido.

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Giardinaggio

Come coltivare in casa la felce comune

Le felci sono una delle piante più antiche esistenti sulla terra, forse una delle prime nate sul pianeta. La felce è una pianta sempreverde priva di fiori, che ama le zone fresche, umide e ombreggiate. Solitamente la si trova nei boschi nelle immediate...
Giardinaggio

10 fiori da coltivare in pieno sole

Amiamo i fiori e abbiamo un giardino o un terrazzo esposto al sole per la maggior parte del giorno? Nessun problema, ecco un elenco di 10 fiori da coltivare in pieno sole. Seguendo le indicazioni per una cura corretta, otterremo una fioritura che ci allieterà...
Giardinaggio

Come creare un orto comune con il cohousing

Prima di capire come creare un orto partiamo dalle basi capendo cos'è il cohusing, in parole semplici potremmo definire il cohousing come una specie di condominio costruito da un gruppo di vicini facente parte di uno stesso progetto, dove ognuno ha la...
Giardinaggio

Come coltivare la Bambusa Vulgaris

La coltivazione delle piante è una delle procedure più complesse per chi non è abituato a star dietro al mondo della campagna e della natura. Una delle piante più amate e più interessanti da coltivare, è la Bambusa Vulgaris, ovvero la comune pianta...
Giardinaggio

Come coltivare un orto rampicante sul balcone

In tempi di crisi cercare un po' di autonomia risulta, ogni giorno, sempre più uno stile di vita. La natura può fare per noi la differenza. Di fatti, sono i fattori scatenanti la crisi stessa a spingere sempre più persone a coltivare un orto rampicante...
Giardinaggio

Come coltivare il tamarillo

Possedere un giardino pieno di piante, colorato e variegato è cosa piuttosto comune. Molte sono le varietà di piante e fiori che si possono trovare, ma negli ultimi periodi le piante esotiche sono le più amate. Il Tamarillo o Cyphomandra betacea, è...
Giardinaggio

Come coltivare le patate sul proprio balcone

Se avete in mente di iniziare a coltivare qualcosa sul vostro balcone dovreste prendere in esame questa guida, dove spiegheremo come coltivare le patate sul proprio balcone. Fate conto che la patata è una pianta resistente che può essere coltivata facilmente,...
Giardinaggio

Come coltivare la calathea crocata

La calathea crocata è una bellissima pianta dai fiori colorati e dalla forma particolare, quando riesce a fiorire.Essa è una pianta d'appartamento che necessita di climi umidi ma non troppo caldi. Per la sopravvivenza, date le sue origini, ed è comunque...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.