Come coltivare la scabiosa del Caucaso

Tramite: O2O 23/01/2017
Difficoltà: facile
17

Introduzione

La Scabiosa Caucasica è una pianta perenne originaria del Caucaso, può arrivare a crescere fino a 60 centimetri e ha dei grandi fiori di un colore blu profondo; mentre la crescita del fogliame è piuttosto scarsa. Si tratta, tutto sommato, di una specie che è abbastanza facile da coltivare e dà i suoi primi fiori nel primo anno dalla semina precoce. Tuttavia, la scabiosa caucasica non riesce a fiorire durante tutta l'estate, quando invece molte altre specie dominano, ma i suoi fiori durano per tutto l'autunno. Ideale per ornare i giardini e i bordi delle aiuole, e una scelta popolare sia tra i giardinieri che tra i fioristi; inoltre, è anche ampiamente apprezzata da api e farfalle, le quali la abbelliscono ulteriormente. Ma ora vediamo come coltivare la scabiosa caucasica.

27

Occorrente

  • Piante di scabiosa, compost, sabbia, zappa, eventuali vasi.
37

A Settembre oppure all'inizio della stagione primaverile, stabilite in quale area intendete effettuare la coltivazione, scegliendo un punto adeguatamente soleggiato. Ammorbidite il terreno con la zappa, cospargete del terriccio nuovo in maniera omogenea e per un migliore drenaggio, provvedete ad aggiungere al compost alcune manciate di sabbia. Recatevi in un vivaio oppure presso un negozio ben fornito di piante e secondo l'ampiezza del terreno a vostra disposizione, acquistate alcuni vasi di Scabiosa.

47

Se non avete un giardino o comunque uno spazio verde, potete anche coltivare la Scabiosa in ampi vasi ponendoli sul balcone o sul terrazzo, ma sempre in punto ben soleggiato; durante l'estate è consigliabile effettuare abbondanti annaffiature settimanali, evitando di lasciare asciugare eccessivamente il terreno: è infatti una pianta che ama disporre di un substrato lievemente umido per tutto l'arco dell'anno. Nei mesi autunnali e invernali occorre invece bagnare pochissimo il terriccio, anzi, è bene farlo solo nei giorni meno freddi.

Continua la lettura
57

Verso la fine di marzo oppure all'inizio di aprile, è possibile effettuare alla pianta un trattamento antifungino utilizzando un poco di poltiglia bordolese. Se invece si dovesse notare la presenza di afidi, cocciniglia, ruggine ecc., è bene intervenire tempestivamente con un apposito prodotto antiparassitario, distribuendolo preferibilmente nelle prime ore del mattino o verso sera. Ricordate però che le malattie delle coltivazioni sono diverse tra loro e richiedono spesso rimedi differenti: in caso di dubbi, per non rischiare di utilizzare preparazioni inadatte è sempre meglio scattare una foto alle parti 'malate', mostrandole poi al negoziante.

67

Guarda il video

77

Consigli

Alcuni link che potrebbero esserti utili:

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Segnala il video che ritieni inappropriato
Devi selezionare il video che desideri segnalare
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Giardinaggio

Come coltivare patate in casa o in giardino

Se avete la passione per il giardinaggio e avete intenzione di cominciare a coltivare qualcosa, potete scegliere uno degli alimenti più amati sia dai grandi che dai bambini: la patata. Questo gustoso tubero può essere mangiato in tantissimi modi e le...
Giardinaggio

Come coltivare le lenticchie in casa

Quando si possiede del tempo libero a disposizione sarebbe il caso di sfruttarlo al meglio. Ad esempio si potrebbe prendere in considerazione l'idea di coltivare qualcosa in casa che si possa poi gustare. Quindi potremmo mangiare qualcosa di sano e genuino,...
Giardinaggio

5 consigli per coltivare la gardenia in vaso

La gardenia è un arbusto particolarmente profumato, caratterizzato da candidi fiori bianchi e da fogliame verde lucido. Si tratta di una pianta abbastanza difficile da coltivare con successo, specie nelle zone più fredde e in vaso. Tuttavia, è sufficiente...
Giardinaggio

Come coltivare una palma

La palma è una pianta ornamentale e ha un valore estetico inestimabile. Questo esemplare appartiene alla famiglia delle Arecaceae e si distingue per il suo particolare portamento. Coltivare una palma è davvero molto semplice e bastano pochi accorgimenti...
Giardinaggio

Come coltivare il tamarillo

Possedere un giardino pieno di piante, colorato e variegato è cosa piuttosto comune. Molte sono le varietà di piante e fiori che si possono trovare, ma negli ultimi periodi le piante esotiche sono le più amate. Il Tamarillo o Cyphomandra betacea, è...
Giardinaggio

Come coltivare il cumino

Tra le varie piante che possiamo coltivare, vi sono anche delle piante aromatiche molto belle che spesso non vengono tenute in debita considerazione, come per esempio il cumino. Questa pianta, produce dei veri e propri semi che possiamo impiegare in cucina...
Giardinaggio

Come coltivare la calathea crocata

La calathea crocata è una bellissima pianta dai fiori colorati e dalla forma particolare, quando riesce a fiorire.Essa è una pianta d'appartamento che necessita di climi umidi ma non troppo caldi. Per la sopravvivenza, date le sue origini, ed è comunque...
Giardinaggio

Come coltivare la Bella di Notte

La Bella di Notte è una pianta davvero molto particolare; infatti, i petali di questo fiore hanno la caratteristica di aprirsi di notte, mentre di giorno si chiudono per difendersi dal caldo. Tale peculiarità la rende anche più affascinante, soprattutto...