Come coltivare la scabiosa del Caucaso

Tramite: O2O
Difficoltà: facile
17

Introduzione

La Scabiosa Caucasica è una pianta perenne originaria del Caucaso, può arrivare a crescere fino a 60 centimetri e ha dei grandi fiori di un colore blu profondo; mentre la crescita del fogliame è piuttosto scarsa. Si tratta, tutto sommato, di una specie che è abbastanza facile da coltivare e dà i suoi primi fiori nel primo anno dalla semina precoce. Tuttavia, la scabiosa caucasica non riesce a fiorire durante tutta l'estate, quando invece molte altre specie dominano, ma i suoi fiori durano per tutto l'autunno. Ideale per ornare i giardini e i bordi delle aiuole, e una scelta popolare sia tra i giardinieri che tra i fioristi; inoltre, è anche ampiamente apprezzata da api e farfalle, le quali la abbelliscono ulteriormente. Ma ora vediamo come coltivare la scabiosa caucasica.

27

Occorrente

  • Piante di scabiosa, compost, sabbia, zappa, eventuali vasi.
37

A Settembre oppure all'inizio della stagione primaverile, stabilite in quale area intendete effettuare la coltivazione, scegliendo un punto adeguatamente soleggiato. Ammorbidite il terreno con la zappa, cospargete del terriccio nuovo in maniera omogenea e per un migliore drenaggio, provvedete ad aggiungere al compost alcune manciate di sabbia. Recatevi in un vivaio oppure presso un negozio ben fornito di piante e secondo l'ampiezza del terreno a vostra disposizione, acquistate alcuni vasi di Scabiosa.

47

Se non avete un giardino o comunque uno spazio verde, potete anche coltivare la Scabiosa in ampi vasi ponendoli sul balcone o sul terrazzo, ma sempre in punto ben soleggiato; durante l'estate è consigliabile effettuare abbondanti annaffiature settimanali, evitando di lasciare asciugare eccessivamente il terreno: è infatti una pianta che ama disporre di un substrato lievemente umido per tutto l'arco dell'anno. Nei mesi autunnali e invernali occorre invece bagnare pochissimo il terriccio, anzi, è bene farlo solo nei giorni meno freddi.

Continua la lettura
57

Verso la fine di marzo oppure all'inizio di aprile, è possibile effettuare alla pianta un trattamento antifungino utilizzando un poco di poltiglia bordolese. Se invece si dovesse notare la presenza di afidi, cocciniglia, ruggine ecc., è bene intervenire tempestivamente con un apposito prodotto antiparassitario, distribuendolo preferibilmente nelle prime ore del mattino o verso sera. Ricordate però che le malattie delle coltivazioni sono diverse tra loro e richiedono spesso rimedi differenti: in caso di dubbi, per non rischiare di utilizzare preparazioni inadatte è sempre meglio scattare una foto alle parti 'malate', mostrandole poi al negoziante.

67

Guarda il video

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Segnala il video che ritieni inappropriato
Devi selezionare il video che desideri segnalare
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Giardinaggio

Come coltivare patate in casa o in giardino

Se avete la passione per il giardinaggio e avete intenzione di cominciare a coltivare qualcosa, potete scegliere uno degli alimenti più amati sia dai grandi che dai bambini: la patata. Questo gustoso tubero può essere mangiato in tantissimi modi e le...
Giardinaggio

Come coltivare le lenticchie in casa

Quando si possiede del tempo libero a disposizione sarebbe il caso di sfruttarlo al meglio. Ad esempio si potrebbe prendere in considerazione l'idea di coltivare qualcosa in casa che si possa poi gustare. Quindi potremmo mangiare qualcosa di sano e genuino,...
Giardinaggio

Come coltivare le patate sul proprio balcone

Se avete in mente di iniziare a coltivare qualcosa sul vostro balcone dovreste prendere in esame questa guida, dove spiegheremo come coltivare le patate sul proprio balcone. Fate conto che la patata è una pianta resistente che può essere coltivata facilmente,...
Giardinaggio

5 consigli per coltivare la gardenia in vaso

La gardenia è un arbusto particolarmente profumato, caratterizzato da candidi fiori bianchi e da fogliame verde lucido. Si tratta di una pianta abbastanza difficile da coltivare con successo, specie nelle zone più fredde e in vaso. Tuttavia, è sufficiente...
Giardinaggio

Come coltivare una palma

La palma è una pianta ornamentale e ha un valore estetico inestimabile. Questo esemplare appartiene alla famiglia delle Arecaceae e si distingue per il suo particolare portamento. Coltivare una palma è davvero molto semplice e bastano pochi accorgimenti...
Giardinaggio

Come iniziare a coltivare un orto

Oggigiorno sono sempre di più le persone che vogliono cominciare a coltivare un orto. Le ragioni possono essere le più svariate: si può farlo per il desiderio di riavvicinarsi alla natura, perché la coltivazione di un orto può essere un oggetto d’amore,...
Giardinaggio

Come coltivare e curare la gardenia

La Gardenia è una pianta delicata e profumata. La si può coltivare sia in giardino sia come pianta da vaso. Per coltivare e curare la gardenia, una varietà di pianta molto delicata e piacevolmente profumata, vi consiglio di seguire con attenzione...
Giardinaggio

5 ortaggi da poter coltivare senza fatica in giardino

Ci sono diversi ortaggi da poter coltivare in una parte del giardino, tutti gustosi e quindi ottimi per preparare deliziose pietanze, non tutti però sono semplici da coltivare, in quanto diversi di essi richiedono tempo e fatica, nonché il mantenere...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.