Come coltivare la spirea

Tramite: O2O 26/07/2017
Difficoltà: difficile
17

Introduzione

Riuscire a coltivare correttamente delle piante non è mai un'impresa molto semplice sopratutto se siamo alle prime armi con il mondo della botanica. Dovremo, infatti, conoscere per ciascuna tipologia di pianta che vogliamo curare alcune importanti informazioni come ad esempio il clima ideale, la quantità di acqua necessaria, il periodo di potatura, l'esposizione al sole e molto altro ancora. Per reperire tutte queste informazioni, possiamo sfruttare le moltissime guide presenti sul web, che ci mostrano tutte le tecniche e gli strumenti da utilizzare per poter coltivare correttamente tutte le piante. Nei passi successivi, in particolare, vedremo come coltivare la spirea.

27

Occorrente

  • Terra umida
  • concime
  • innaffiature
  • potatura
37

Somministrare le annaffiature due volte la settimana

Coltivare la spiraea è uno scherzo: infatti questa pianta sopporta i rigori dell'inverno ed, anche se tollera il sole, preferisce esposizioni di mezz'ombra. Per quanto riguarda il terreno, deve essere ricco di humus, ben concimato e costantemente umido. Quando si pianta la spiraea, bisogna fare una buca nel terreno di medie dimensioni e aggiungere del concime specifico contenente fosforo e calcio. Le annaffiature devono essere somministrate due volte alla settimana e devono essere costanti, mentre le concimazioni si effettuano con un ritmo mensile e utilizzando sostanze organiche in polvere da spargere sul terreno.

47

Eseguire la potatura

Un'operazione importante nei confronti della fioritura, è costituita dalla potatura che deve essere eseguita secondo modalità specifiche e, soprattutto, in tempi diversi seconda a seconda della specie ad un'altezza di 7-10 cm da terra (per stimolare una vegetazione compatta). Le piante coltivate in vaso, se in autunno vengono poste in un locale con una temperatura non inferiore ai 15 gradi, entrano in vegetazione e fioriscono durante l'inverno in modo splendido e stupefacente.

Continua la lettura
57

Collocare le piante a debita distanza

La fioritura di questa particolare pianta, avviene in primavera o in estate. È' bene anche sapere che questa pianta viene utilizzata per alte bordure, bordo misto, gruppi isolati, roccaglie, pendii o per la raccolta dei fiori. La coltura delle siepi effettuata con la spiraea è molto diffusa, l'importante è sempre collocare le piante ad una distanza di circa 60 cm l'una dall'altra per creare ordine e non confusione. Queste piante appartengono alla flora montana e sono diffuse nei paesi a clima temperato e fresco, cioè in Europa, in Asia, dove si spingono fino all'Himalaya, nell'Africa settentrionale, fino al Sahara e in America, fino al Messico.

67

Guarda il video

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Segnala il video che ritieni inappropriato
Devi selezionare il video che desideri segnalare
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Giardinaggio

Come coltivare patate in casa o in giardino

Se avete la passione per il giardinaggio e avete intenzione di cominciare a coltivare qualcosa, potete scegliere uno degli alimenti più amati sia dai grandi che dai bambini: la patata. Questo gustoso tubero può essere mangiato in tantissimi modi e le...
Giardinaggio

Come coltivare le lenticchie in casa

Quando si possiede del tempo libero a disposizione sarebbe il caso di sfruttarlo al meglio. Ad esempio si potrebbe prendere in considerazione l'idea di coltivare qualcosa in casa che si possa poi gustare. Quindi potremmo mangiare qualcosa di sano e genuino,...
Giardinaggio

Come coltivare le patate sul proprio balcone

Se avete in mente di iniziare a coltivare qualcosa sul vostro balcone dovreste prendere in esame questa guida, dove spiegheremo come coltivare le patate sul proprio balcone. Fate conto che la patata è una pianta resistente che può essere coltivata facilmente,...
Giardinaggio

5 consigli per coltivare la gardenia in vaso

La gardenia è un arbusto particolarmente profumato, caratterizzato da candidi fiori bianchi e da fogliame verde lucido. Si tratta di una pianta abbastanza difficile da coltivare con successo, specie nelle zone più fredde e in vaso. Tuttavia, è sufficiente...
Giardinaggio

Come coltivare una palma

La palma è una pianta ornamentale e ha un valore estetico inestimabile. Questo esemplare appartiene alla famiglia delle Arecaceae e si distingue per il suo particolare portamento. Coltivare una palma è davvero molto semplice e bastano pochi accorgimenti...
Giardinaggio

Come iniziare a coltivare un orto

Oggigiorno sono sempre di più le persone che vogliono cominciare a coltivare un orto. Le ragioni possono essere le più svariate: si può farlo per il desiderio di riavvicinarsi alla natura, perché la coltivazione di un orto può essere un oggetto d’amore,...
Giardinaggio

Come coltivare e curare la gardenia

La Gardenia è una pianta delicata e profumata. La si può coltivare sia in giardino sia come pianta da vaso. Per coltivare e curare la gardenia, una varietà di pianta molto delicata e piacevolmente profumata, vi consiglio di seguire con attenzione...
Giardinaggio

5 ortaggi da poter coltivare senza fatica in giardino

Ci sono diversi ortaggi da poter coltivare in una parte del giardino, tutti gustosi e quindi ottimi per preparare deliziose pietanze, non tutti però sono semplici da coltivare, in quanto diversi di essi richiedono tempo e fatica, nonché il mantenere...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.