Come Coltivare La Thevetia Peruviana

Di:
tramite: O2O
Difficoltà: facile
16

Introduzione

La Thevetia Peruviana, meglio conosciuta come Cerbera Peruviana, è una pianta ornamentale coltivata in vaso e in giardino per la naturale bellezza della sua fitta chioma, per la sua splendida fioritura e per i suoi caratteristici frutti dal design decorativo. Si tratta di una pianta sempreverde, alta mediamente 7 o 8 metri. Il tronco eretto è di colore grigiastro. La chioma, fitta ed espansa, è composta da rametti di colore verde-grigio. Le lunghe foglie lanceolate, simili a quelli dell'oleandro, sono lucide e di colore verde chiaro. La pagina superiore delle foglie è ricoperta da uno strato ceroso che riduce notevolmente la perdita d'acqua per evaporazione. Nella seguente guida, in particolare, vedremo come coltivare la Thevetia Peruviana.

26

La Thevetia Peruviana fiorisce copiosamente per tutta l'estate e talvolta fino a ottobre inoltrato, se il clima è temperato. Sulla pianta, per un certo periodo, sono presenti contemporaneamente fiori e frutti. Durante l'inverno, i giovani esemplari di questa pianta necessitano di una leggera protezione dal vento o dal freddo; nel mettere a dimora esemplari molto giovani, con il fusto sottile, inserite un alto tutore che li mantenga eretti. Essa necessita almeno tre ore al giorno di un'esposizione ai raggi solari. È una pianta abbastanza delicata che teme temperature minime inferiori ai 15°C; in primavera inoltrata è possibile coltivarla all'aperto. Si consiglia pertanto, in zone particolarmente fredde, di coltivare la Thevetia in un vaso abbastanza grande.

36

La Thevetia Peruviana tende a trovare gran parte dei nutrienti nel terreno, poiché le loro radici si diradano anche per decine di metri; in ogni caso si consiglia di arricchire periodicamente il terreno con ammendanti, in modo da garantire il giusto apporto di sali minerali. Eseguite questa operazione ogni due o tre anni, in primavera o in autunno, aggiungendo al terreno, ai piedi del tronco, circa un secchio di concime organico ben maturo.

Continua la lettura
46

Innaffiate questa pianta solo quando il terreno è perfettamente asciutto con uno o due secchi di acqua: in genere si interviene ogni quattro o cinque settimane. Evitate categoricamente gli eccessi d'acqua. I giovani esemplari, da poco messi a dimora, necessitano di più cure rispetto agli esemplari adulti: con il passare degli anni lo sviluppo di un buon apparato radicale consente alla pianta di accontentarsi delle piogge, senza la necessità di ulteriori annaffiature.

56

Guarda il video

66

Consigli

Non dimenticare mai:
  • Si consiglia di non posizionare tale pianta all'esterno, in zone in cui la temperatura arriva a 0 gradi.
Alcuni link che potrebbero esserti utili:

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Segnala il video che ritieni inappropriato
Devi selezionare il video che desideri segnalare
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Giardinaggio

Come coltivare la lophophora williamsii

La lophophora williamsii è una pianta succulenta appartenente al genere delle Cactacee. Meglio conosciuta come Peyote, si presenta come una specie di cactus verde che nasce spontaneo al confine tra gli Stati Uniti e il Messico. La pianta contiene uno...
Giardinaggio

Cosa coltivare con poco spazio a disposizione

Non tutti hanno a disposizione una casa con giardino. L'assenza di uno spazio esterno ampio però non preclude la possibilità di coltivare ortaggi, verdure, erbe aromatiche e piante. Anche con poco spazio a disposizione si può creare un piccolo angolo...
Giardinaggio

Come coltivare patate in casa o in giardino

Se avete la passione per il giardinaggio e avete intenzione di cominciare a coltivare qualcosa, potete scegliere uno degli alimenti più amati sia dai grandi che dai bambini: la patata. Questo gustoso tubero può essere mangiato in tantissimi modi e le...
Giardinaggio

Come coltivare le lenticchie in casa

Quando si possiede del tempo libero a disposizione sarebbe il caso di sfruttarlo al meglio. Ad esempio si potrebbe prendere in considerazione l'idea di coltivare qualcosa in casa che si possa poi gustare. Quindi potremmo mangiare qualcosa di sano e genuino,...
Giardinaggio

Come coltivare le patate sul proprio balcone

Se avete in mente di iniziare a coltivare qualcosa sul vostro balcone dovreste prendere in esame questa guida, dove spiegheremo come coltivare le patate sul proprio balcone. Fate conto che la patata è una pianta resistente che può essere coltivata facilmente,...
Giardinaggio

5 consigli per coltivare la gardenia in vaso

La gardenia è un arbusto particolarmente profumato, caratterizzato da candidi fiori bianchi e da fogliame verde lucido. Si tratta di una pianta abbastanza difficile da coltivare con successo, specie nelle zone più fredde e in vaso. Tuttavia, è sufficiente...
Giardinaggio

Come iniziare a coltivare un orto

Oggigiorno sono sempre di più le persone che vogliono cominciare a coltivare un orto. Le ragioni possono essere le più svariate: si può farlo per il desiderio di riavvicinarsi alla natura, perché la coltivazione di un orto può essere un oggetto d’amore,...
Giardinaggio

Come coltivare i germogli sul balcone

Sentite di avere il pollice verde ma vi manca lo spazio per coltivare i vostri germogli? Non abbiate timore: non dovrete mai più rinunciare alla vostra passione. Anche in spazi ristretti è possibile coltivare le sementi ed i germogli che più vi aggradano,...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.