Come Coltivare La Tradescanzia

tramite: O2O
Difficoltà: difficile
16

Introduzione

Le piante del genere tradescanzia sono originarie del continente americano, con una varietà di specie diffuse in gran parte nel nord America. Dalla portata alquanto originale vennero importate in Europa nel 1800 ma il loro successo, in Italia, si ebbe solo a partire dalla seconda metà degli anni cinquanta. È proprio a tale periodo, che nel nostro paese, risalgono i primi tentativi di coltivazione per quanto riguarda questa pianta, dove alcune specie vengono coltivate quasi esclusivamente come piante da appartamento, mentre altre, invece, hanno trovato posto nei giardini delle zone del sud. Tuttavia, in questa guida, vi daremo consigli utili su come coltivare la tradescanzia.

26

Occorrente

  • Fertilizzante, terriccio
36

La tradescanzia è una pianta che predilige posizioni luminose ma lontano dai raggi diretti del sole. Bisogna sempre tenere a mente che gran parte delle specie teme il freddo, proprio per questo si otterrebbe un risultato migliore coltivarle all'interno di un appartamento, poiché solo alcune specie di questa pianta possono sopportare il freddo. Nel caso di esemplari coltivati all'aperto può accadere che durante gli inverni molto rigidi, queste piante, dissecchino completamente per poi ricominciare a svilupparsi in primavera. Il segreto è annaffiarle nel periodo che parte da marzo a ottobre (per via del terreno asciutto). La peculiarità di queste piante è che sopportano senza problemi periodi di siccità anche prolungati. Un fattore molto importante è quello di ricordare, che durante i periodi piu freddi, dovremmo diradare le innaffiature.

46

Ogni due settimane, dalla primavera all'autunno, ricordiamo sempre di somministrare un fertilizzante liquido. A volte può anche capitare che la pianta si allunghi in modo eccessivo e che tenda a perdere le foglie alla base, in questo caso dovremmo accorciare gli steli. Si possono usare le cime per realizzare delle nuove piantine mettendole a radicare in un terreno piuttosto sabbioso o in acqua.

Continua la lettura
56

Per il rinvaso basta usare un normale terriccio per piante d'appartamento. Se si vogliono avere delle piante che da un punto di vista considerevole appaiono sane, dovremmo scartare quella vegetazione consumata dopo il secondo rinvaso. È bene rimuovere sempre le foglie ingiallite o scolorite e scartare i fiori appassiti. Se svolgiamo questi determinati passi, permetteremo a queste piante di crescere belle e rigogliose tanto da indurre, a chi le guarda, di rimanervi meravigliato da tanta bellezza curata e coltivata proprio da noi!

66

Consigli

Non dimenticare mai:
  • Rispettare sempre i periodi mensili in base all'esigenza delle piante

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Giardinaggio

Come coltivare patate in casa o in giardino

Se avete la passione per il giardinaggio e avete intenzione di cominciare a coltivare qualcosa, potete scegliere uno degli alimenti più amati sia dai grandi che dai bambini: la patata. Questo gustoso tubero può essere mangiato in tantissimi modi e le...
Giardinaggio

Come coltivare le lenticchie in casa

Quando si possiede del tempo libero a disposizione sarebbe il caso di sfruttarlo al meglio. Ad esempio si potrebbe prendere in considerazione l'idea di coltivare qualcosa in casa che si possa poi gustare. Quindi potremmo mangiare qualcosa di sano e genuino,...
Giardinaggio

Come coltivare le patate sul proprio balcone

Se avete in mente di iniziare a coltivare qualcosa sul vostro balcone dovreste prendere in esame questa guida, dove spiegheremo come coltivare le patate sul proprio balcone. Fate conto che la patata è una pianta resistente che può essere coltivata facilmente,...
Giardinaggio

5 consigli per coltivare la gardenia in vaso

La gardenia è un arbusto particolarmente profumato, caratterizzato da candidi fiori bianchi e da fogliame verde lucido. Si tratta di una pianta abbastanza difficile da coltivare con successo, specie nelle zone più fredde e in vaso. Tuttavia, è sufficiente...
Giardinaggio

10 fiori da coltivare su un balcone all'ombra

Di questi tempi si sa, l'aspetto è tutto, e quindi far risaltare la vostra casa tra le altre è necessario ornarla di begli oggetti e colorati. In questa cerchia si individuano i fiori, molto in voga per decorare balconi, giardini ed interni, dato che...
Giardinaggio

Come iniziare a coltivare un orto

Oggigiorno sono sempre di più le persone che vogliono cominciare a coltivare un orto. Le ragioni possono essere le più svariate: si può farlo per il desiderio di riavvicinarsi alla natura, perché la coltivazione di un orto può essere un oggetto d’amore,...
Giardinaggio

Come coltivare i germogli sul balcone

Sentite di avere il pollice verde ma vi manca lo spazio per coltivare i vostri germogli? Non abbiate timore: non dovrete mai più rinunciare alla vostra passione. Anche in spazi ristretti è possibile coltivare le sementi ed i germogli che più vi aggradano,...
Giardinaggio

Come coltivare l'orto

Se vogliamo mangiare sano, senza spendere molto per costosissimi prodotti coltivati biologicamente, la soluzione ottimale è quella di coltivarci da soli un bell'orto pieno di verdure. Anche se non possediamo il classico pollice verde, non preoccupiamoci,...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.