Come Coltivare La Zantedeschia Aethiopica

Di:
tramite: O2O
Difficoltà: facile
16

Introduzione

Forse non tutti sanno che la pianta conosciuta con il nome di Calla è in realtà la Zantedeschia, chiamata così in onore del botanico Francesco Zantedeschi. Si tratta di una pianta perenne, della Famiglia delle Araceae, con fioritura in primavera-estate. Piace tantissimo per l'eleganza ineguagliabile delle sue spate e delle sue foglie. Ne esistono otto specie tutte di origine africana; quella più conosciuta e diffusa da noi è proprio la Zantedeschia Aethiopica, con grandi foglie radicali e bellissime spate bianche con all'interno lo spatice giallo-arancio che raccoglie i veri fiori; può raggiungere l'altezza di circa un metro. Nella seguente guida, passo dopo passo, v i illustreremo proprio come coltivare la Zantedeschia Aethiopica.

26

Questa pianta ama le temperature calde che non scendano d’inverno sotto i 6-8 °C. Desidera esposizioni luminose ma possibilmente non con il sole diretto che ne mortifica un po’ lo sviluppo. Meglio quindi una mezz'ombra, magari favorita da alberi o grandi arbusti nella stagione calda, quando è possibile mantenere le piante in vaso all'aperto, in giardino. L’acqua non deve mai mancare essendo pianta palustre nei paesi d’origine. In effetti la Zantedeschia Aethiopica è facile da coltivare anche in clima continentale se d’inverno si accetta l’idea di perdere completamente la parte aerea, in questo caso è bene ricoprire con un buon strato di sabbia e torba (un bel mucchio...) i tuberi fin dall'autunno.

36

Le calle si presentano sotto forma di bulbi. La Zantedeschia bianca è venduta in autunno da settembre a dicembre, e si pianta subito. Le altre varietà possono essere piantate fino a maggio.
Interrare i bulbi in piena terra, al sole o a mezz'ombra, in una terra dissodata in profondità, ricca e rimanendo fresca anzi umida in estate. Lavorare se possibile il terreno in anticipo con una vangatura profonda per togliere i sassi e le erbacce e aggiungere letame compostato per assicurare una buona riserva di nutrimento. Interrare direttamente in piena terra i bulbi profondi 15-20 cm. Distanziare i bulbi di 30 cm.

Continua la lettura
46

Se vi accorgete che ci sono bulbi marci e foglie appassite, evidentemente si registra la presenza di batteri. Se l'infestazione non è molto grave, potete provare con una somministrazione di solfato di rame che troverete in negozi di giardinaggio. Se l'infestazione è troppo grave, la pianta va eliminata. Esistono varie specie Zantedeschia come quella elliottiana con fiori gialli e foglie cuoriformi e la bellissima Green Goddess dai fiori bianchi e verdi.

56

Guarda il video

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Segnala il video che ritieni inappropriato
Devi selezionare il video che desideri segnalare
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Giardinaggio

Come coltivare patate in casa o in giardino

Se avete la passione per il giardinaggio e avete intenzione di cominciare a coltivare qualcosa, potete scegliere uno degli alimenti più amati sia dai grandi che dai bambini: la patata. Questo gustoso tubero può essere mangiato in tantissimi modi e le...
Giardinaggio

Come coltivare le lenticchie in casa

Quando si possiede del tempo libero a disposizione sarebbe il caso di sfruttarlo al meglio. Ad esempio si potrebbe prendere in considerazione l'idea di coltivare qualcosa in casa che si possa poi gustare. Quindi potremmo mangiare qualcosa di sano e genuino,...
Giardinaggio

Come coltivare le patate sul proprio balcone

Se avete in mente di iniziare a coltivare qualcosa sul vostro balcone dovreste prendere in esame questa guida, dove spiegheremo come coltivare le patate sul proprio balcone. Fate conto che la patata è una pianta resistente che può essere coltivata facilmente,...
Giardinaggio

5 consigli per coltivare la gardenia in vaso

La gardenia è un arbusto particolarmente profumato, caratterizzato da candidi fiori bianchi e da fogliame verde lucido. Si tratta di una pianta abbastanza difficile da coltivare con successo, specie nelle zone più fredde e in vaso. Tuttavia, è sufficiente...
Giardinaggio

Come iniziare a coltivare un orto

Oggigiorno sono sempre di più le persone che vogliono cominciare a coltivare un orto. Le ragioni possono essere le più svariate: si può farlo per il desiderio di riavvicinarsi alla natura, perché la coltivazione di un orto può essere un oggetto d’amore,...
Giardinaggio

Come coltivare i germogli sul balcone

Sentite di avere il pollice verde ma vi manca lo spazio per coltivare i vostri germogli? Non abbiate timore: non dovrete mai più rinunciare alla vostra passione. Anche in spazi ristretti è possibile coltivare le sementi ed i germogli che più vi aggradano,...
Giardinaggio

Come coltivare l'orto

Se vogliamo mangiare sano, senza spendere molto per costosissimi prodotti coltivati biologicamente, la soluzione ottimale è quella di coltivarci da soli un bell'orto pieno di verdure. Anche se non possediamo il classico pollice verde, non preoccupiamoci,...
Giardinaggio

Come coltivare e curare la gardenia

La Gardenia è una pianta delicata e profumata. La si può coltivare sia in giardino sia come pianta da vaso. Per coltivare e curare la gardenia, una varietà di pianta molto delicata e piacevolmente profumata, vi consiglio di seguire con attenzione...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.