Come coltivare l'aglio nero

Tramite: O2O 06/09/2016
Difficoltà: media
15

Introduzione

A prima vista potrebbe suscitare un certo disgusto, eppure, da qualche anno, ha preso piede la coltivazione e l'utilizzo del black allium (detto anche black garlic). Praticamente, consiste nell'aglio nero, che si è sviluppato soprattutto in oriente e negli Stati Uniti d'America. È nato in Corea nel 2004, ed è un prodotto che si ottiene facendo fermentare il bulbo di quello classico ad alta temperatura ed in condizioni d'umidità specifiche per circa 30 giorni, dopo i quali viene lasciato ad ossidare per ulteriori 45 giornate. Dopodiché, si ottengono gli spicchi di colore nero, caratterizzati da un retrogusto alla liquirizia, nonché la perdita del forte odore (per questo motivo è consigliato a chi ama l'aglio ma detesta averne l'alito), e la buccia più secca e lievemente più scura. Pertanto, per chi fosse interessato ad assaggiare ed a coltivare l'aglio nero, a seguire vedremo come occorrerà procedere.

25

Aprire l'aglio

Il Black Allium è entrato recentemente, come abbiamo detto in sede di introduzione, nel mercato ortofrutticolo italiano. È già presente da qualche anno in alcuni Paesi europei. In particolare, questa varietà di aglio è caratterizzata da un bulbo ornamentale che, quando sboccia, crea dei particolari fiori a forma di palla. Oltre ad essere esteticamente gradevole, il Black Allium è anche ottimo da gustare. Infatti, insieme al retrogusto di liquirizia, ricorda anche l'acido balsamico e la salsa di soia. Per questo motivo, non ha nulla da invidiare al fratello bianco. La sua coltivazione è abbastanza semplice. È sufficiente prendere l'aglio, aprirgli la testa e separare gli spicchi senza spellarli del tutto.

35

Usare terriccio universale

Nel caso in cui si decidesse di metterli in un vaso, è necessario utilizzare del terriccio universale con uno strato sottile di argilla espansa, con la finalità di evitare quei fastidiosi ristagni, nocivi per la salute della pianta stessa. Quando si andranno a piantare gli spicchi, occorre prestare la massima attenzione che questi presentino la punta rivolta verso l'alto, posizionandoli a circa 7 cm di profondità. Se invece si dovesse optare nel metterli in piena terra, è necessario rimuovere un po' di terreno tramite il rastrello, per poi interrare gli spicchi a file distanti tra loro mezzo metro, e provvedere ad annaffiarli quotidianamente, senza esagerare con la quantità d'acqua da usare.

Continua la lettura
45

Agire nel periodo giusto

Per la messa a dimora, il periodo maggiormente indicato è compreso tra la primavera e la fine dell'estate. Invece, per quanto riguarda la raccolta, dobbiamo precisare che andrà effettuata la primavera successiva. In ogni caso, è possibile valutare l'andamento delle piantine guardando le foglie. Nel caso in cui queste appaiono secche o quasi, è possibile estrarre la piantina lasciandola nel terreno ad essiccare, per circa una settimana. Successivamente, è possibile raccoglierlo e farne uso nei propri piatti. Tutto questo, non soltanto conferirà un gusto particolare alle pietanze, ma avrà anche degli effetti benefici come la riduzione del colesterolo cattivo (LDL), o l'abbassamento della pressione arteriosa. Questo elemento presenta, inoltre, una rinomata attività antimicrobica, antiinfiammatoria e previene l'invecchiamento dell'organismo. Quindi, ha spiccate qualità, tutte quante da sfruttare nel migliore dei modi.

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Giardinaggio

Come intrecciare aglio e cipolle

Le cipolle e gli agli sono pronti per essere raccolti, quando hanno un colore giallastro che assumono gli steli e dal fatto che tendono ad inclinarsi in una posizione curva. A questo punto, senza esitare, si possono estrarre dal terreno. In questa semplice...
Giardinaggio

Come eliminare afidi, oidio e cocciniglia con aglio e cipolla

Molto spesso, la bellezza e la salute delle nostre amate piante, può essere messa a rischio dall'arrivo di indesiderati parassiti. Anche se in commercio ci vengono proposti metodi più o meno aggressivi per eliminare questo fastidioso problema, è invece...
Giardinaggio

Cosa coltivare con poco spazio a disposizione

Non tutti hanno a disposizione una casa con giardino. L'assenza di uno spazio esterno ampio però non preclude la possibilità di coltivare ortaggi, verdure, erbe aromatiche e piante. Anche con poco spazio a disposizione si può creare un piccolo angolo...
Giardinaggio

Come coltivare i frutti di bosco

Tra le numerose piantine che è possibile coltivare nel proprio giardino, ce ne sono alcune molto belle e particolari che spesso vengono tenute in scarsa considerazione, ad esempio le piantine dei frutti di bosco. Coltivare le piantine dei frutti di bosco...
Giardinaggio

Come Coltivare Il Cumino

Tra le varie piante che possiamo coltivare, vi sono anche delle piante aromatiche molto belle che spesso non vengono tenute in debita considerazione, come per esempio il cumino. Questa pianta, produce dei veri e propri semi che possiamo impiegare in cucina...
Giardinaggio

Come coltivare un orto biodinamico

Se abbiamo un pezzettino di terra e decidiamo di coltivare degli ortaggi, possiamo realizzare un orto biodinamico che si basa sulla coltivazione solo di prodotti naturali; infatti, anche i concimi e i pesticidi sono di questa origine. A tale proposito...
Giardinaggio

Come coltivare il cavolo di Bruxelles

I cavoletti di Bruxelles sono i germogli ascellari dalla forma globulare di una varietà di Brassicacea che appartengono alla famiglia dei cavoli, ovvero alla parte edule della pianta: essi crescono alla base delle foglie principali e sono composte da...
Giardinaggio

Come coltivare patate in casa o in giardino

Se avete la passione per il giardinaggio e avete intenzione di cominciare a coltivare qualcosa, potete scegliere uno degli alimenti più amati sia dai grandi che dai bambini: la patata. Questo gustoso tubero può essere mangiato in tantissimi modi e le...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.