Come coltivare l'albero del Paradiso

tramite: O2O
Difficoltà: facile
16

Introduzione

L'albero del Paradiso, o Ailanto, è originario dell'Asia e fu importato in Europa e negli Stati Uniti nel '700, dove oggi è anche molto diffuso. È una pianta molto forte, che cresce e si diffonde in fretta. Per chi ha voglia di coltivare questo albero, vediamo qualche consiglio su come farlo e qualche informazione in più su questa pianta particolare.

26

Occorrente

  • Acqua
  • terriccio
36

Questo albero può raggiungere altezze fino ai 30 m e in Cina veniva coltivato per allevare un particolare bruco per la produzione di seta.
Le foglie, hanno un forte odore molto acre, spesso considerato molto sgradevole. Inoltre è un albero molto invasivo, può infatti arrecare danni a case o strutture che ha nei dintorni, o uccidere piante e alberi che si trovano nella stessa area. Per questi motivi, non è consigliato piantare questo albero, in particolare se avete accanto dei vicini con giardino; per quanto sia facile piantare e far crescere questa pianta, è molto molto difficile eliminarla. Perciò il mio consiglio è quello di pensarci bene e valutare con dovuta attenzione questa scelta, perché vi assicuro che estirpare la pianta una volta cresciuta è quasi impossibile.

46

L'albero del Paradiso non richiede particolari condizioni di posizionamento. L'albero infatti può crescere ovunque anche su terreni franosi o scoscesi, scegliendo zone abbastanza ampie, a causa delle dimensioni dell'albero, e luminose. L'Ailanto sopporta benissimo l'inquinamento, il freddo, la siccità, l'afa e i venti forti, per questo è un albero molto forte, e caratterizzato da radici molto grandi che si estendono rapidamente.

Continua la lettura
56

La moltiplicazione dell' albero del Paradiso avviene soprattutto tramite i semi (nella stagione primaverile), in quanto dotati di una buona capacità di germogliare. Per questo se, nonostante i rischi elencati precedentemente avete deciso di coltivarlo, basterà piantare i semi direttamente nel terreno e annaffiare un po'. Successivamente non avrà bisogno di essere innaffiata, eccetto che in casi di siccità per periodi prolungati.

66

In autunno invece può essere piantato anche per talea, e non ha bisogno di essere concimato, in quanto riesce a svilupparsi notevolmente in modo autonomo.

Grazie alla sua aggressività e resistenza, in genere non è una pianta soggetta ad attacchi da parte dei parassiti, in quanto questi vengono naturalmente allontanati dalle tossine prodotte dall'albero. Per esserne sicuri, è possibile intervenire alla fine di ogni inverno con dei prodotti appositi, per la prevenzione di eventuali attacchi.

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Giardinaggio

Come coltivare l'albero di limone

L'albero di limone è una pianta prettamente mediterranea. Il sud dell'Italia, nelle sue coltivazioni, si caratterizza spesso di colorate piante di agrumi. Fra di esse, spicca il giallo dei frutti dell'albero di limone. Ricchi di vitamina C, sono un vero...
Giardinaggio

Come coltivare l’albero di banano

Non è inconsueta la presenza di un albero di banano in un giardino o in un orto della nostra penisola. Infatti questa pianta può crescere vigorosamente, nonostante la si ritenga esclusivamente tropicale. Purché esistano le condizioni necessarie per...
Giardinaggio

Come coltivare un albero di albicocco

Le albicocche sono normalmente dei frutti deliziosi, pieni di succo e hanno un sapore delicato. Queste qualità sono ancora più accentuate soprattutto se vengono mangiate direttamente dall'albero, in quanto sono più gustose rispetto a quelle che vengono...
Giardinaggio

Come coltivare un albero di sandalo

Il sandalo è un albero sempreverde. In natura raggiunge anche i 10 metri. Presenta fiori e frutti carnosi. L'albero di sandalo è originario dell'India meridionale, poi diffuso in Australia e via via in tutto il mondo. Conosciuto anche nell'antichità...
Giardinaggio

Come coltivare l'albero di ulivo

Per chi possiede un giardino ma anche un angolo verde dalle dimensioni ridotte, coltivare un albero di ulivo può essere la soluzione migliore e quella che, nella maggior parte dei casi, offre le soddisfazioni migliori. L'ulivo è infatti una pianta sempre...
Giardinaggio

Come coltivare un albero di anacardi

L'albero di anacardi è una pianta originaria dei Caraibi e del Brasile nord-orientale, anche se oggi viene coltivato in molte altre zone tropicali del mondo, soprattutto in Africa, in India e nel Sud-Est asiatico. Fa parte della famiglia delle Anacardiaceae,...
Giardinaggio

Come coltivare l'albero d'arance

Arance, limoni e mandarini sono tra le piante di agrumi maggiormente coltivate nella nostra penisola e, con i loro innumerevoli ibridi, concorrono a definire il paesaggio mediterraneo delle nostre coste. Coltivare uno di questi esemplari può apparire...
Giardinaggio

Come riconoscere e come coltivare l'albero dei fazzoletti

In un giardino quello che fa la differenza, che lo rende particolare, unico e diverso dagli altri, è senza dubbio la presenza di piante rare, inusuali, ma di notevole impatto visivo. Tra le tante varietà di piante particolari c'è l'albero del fazzoletto,...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.