Come coltivare l'amareno

Tramite: O2O
Difficoltà: facile
16

Introduzione

L'amareno è conosciuto meglio come ciliegio amaro. È un albero perenne originario dell' Asia e molto diffuso nel bacino del Mediterraneo. I suoi fiori sono bianchi e pentapetali. Generalmente cresce nelle zone collinari o montane che possono arrivare sino ad una altitudine di 1000 m. Il frutto ha un colore rosso chiaro, ed un sapore molto gradevole seppur acidulo. Tra le sue proprietà annoveriamo l'effetto diuretico. L'amareno presenta dei rami sottili e le foglie molto piccole. Molte massaie preferiscono utilizzarlo per preparare buonissime marmellate. La guida che segue sicuramente saprà fornirvi degli utili consigli su come coltivare l'amareno.

26

Occorrente

  • Acqua
  • Concime
  • Annaffiature
  • Antiparassitari all'occorrenza
36

Innaffiare abbondantemente durante i periodi di siccità prolungata

Per poterlo coltivare è consigliabile una zona mite e abbastanza soleggiata. Per quanto riguarda il terreno l'amareno non ha particolari pretese, tant'è vero che spesso lo si trova anche allo stato selvatico. L'amareno ha quindi bisogno di una esposizione al sole ma allo stesso tempo areata. Necessita di poca acqua e soprattutto va innaffiato durante i periodi di siccità prolungata. È consigliato però un terreno avvallato, assorbente e fresco. Successivamente, dovrà essere concimato. Le concimazioni di cui ha bisogno il vostro amareno, sono di tipo organiche con stallatico maturo oppure letame.

46

Raccogliere i frutti da giugno in poi

La moltiplicazione dell'amareno avviene prevalentemente per talea e innesto. Si moltiplica dunque per semina, fatta eccezione di alcune varietà più notevoli. La maturazione e la successiva raccolta dei frutti potrà avviene da giugno in poi, naturalmente indipendentemente dalla varietà da voi scelta. L'amareno necessita di antiparassitari e anticrittogamici soltanto in casi particolari, meglio non abusarne. Fate i dovuti controlli solo nel periodo primaverile, periodo più critico a causa di monilosi. Subito dopo la messa a dimora dovrete annaffiarlo di frequente e abbondantemente, ma questo solo per i primi 2-3 anni di vita della vostra pianta.

Continua la lettura
56

Eliminare solamente i rami secchi o danneggiati

Per eseguire la potatura, eliminate solamente i rami secchi o danneggiati, in modo da proteggere il ciliegio amaro dalla monilia del ciliegio. Questo albero infatti, come tutti gli alberi di ciliegio non necessita di particolari interventi nella potatura. A differenza delle comuni ciliege, i frutti si presentano di un colore rosso chiaro con una polpa bianca al loro interno, ma dovrete aspettare perlomeno i 7 anni di età per una vera e propria raccolta abbondante. Dalle sue foglie si ricava un ottimo liquore, mentre i peduncoli hanno proprietà diuretiche e sono anche sedativi delle vie urinarie.

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Giardinaggio

Come coltivare patate in casa o in giardino

Se avete la passione per il giardinaggio e avete intenzione di cominciare a coltivare qualcosa, potete scegliere uno degli alimenti più amati sia dai grandi che dai bambini: la patata. Questo gustoso tubero può essere mangiato in tantissimi modi e le...
Giardinaggio

Come coltivare le lenticchie in casa

Quando si possiede del tempo libero a disposizione sarebbe il caso di sfruttarlo al meglio. Ad esempio si potrebbe prendere in considerazione l'idea di coltivare qualcosa in casa che si possa poi gustare. Quindi potremmo mangiare qualcosa di sano e genuino,...
Giardinaggio

Come coltivare le patate sul proprio balcone

Se avete in mente di iniziare a coltivare qualcosa sul vostro balcone dovreste prendere in esame questa guida, dove spiegheremo come coltivare le patate sul proprio balcone. Fate conto che la patata è una pianta resistente che può essere coltivata facilmente,...
Giardinaggio

5 consigli per coltivare la gardenia in vaso

La gardenia è un arbusto particolarmente profumato, caratterizzato da candidi fiori bianchi e da fogliame verde lucido. Si tratta di una pianta abbastanza difficile da coltivare con successo, specie nelle zone più fredde e in vaso. Tuttavia, è sufficiente...
Giardinaggio

Come coltivare una palma

La palma è una pianta ornamentale e ha un valore estetico inestimabile. Questo esemplare appartiene alla famiglia delle Arecaceae e si distingue per il suo particolare portamento. Coltivare una palma è davvero molto semplice e bastano pochi accorgimenti...
Giardinaggio

Come iniziare a coltivare un orto

Oggigiorno sono sempre di più le persone che vogliono cominciare a coltivare un orto. Le ragioni possono essere le più svariate: si può farlo per il desiderio di riavvicinarsi alla natura, perché la coltivazione di un orto può essere un oggetto d’amore,...
Giardinaggio

Come coltivare e curare la gardenia

La Gardenia è una pianta delicata e profumata. La si può coltivare sia in giardino sia come pianta da vaso. Per coltivare e curare la gardenia, una varietà di pianta molto delicata e piacevolmente profumata, vi consiglio di seguire con attenzione...
Giardinaggio

5 ortaggi da poter coltivare senza fatica in giardino

Ci sono diversi ortaggi da poter coltivare in una parte del giardino, tutti gustosi e quindi ottimi per preparare deliziose pietanze, non tutti però sono semplici da coltivare, in quanto diversi di essi richiedono tempo e fatica, nonché il mantenere...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.