Come coltivare l'anguria

Tramite: O2O
Difficoltà: media
17

Introduzione

L'anguria è un frutto voluminoso appartenente alla famiglia delle Cucurbitacee. Essa è composta prevalentemente da acqua ed è ricchissima di sali minerali e vitamine. Ha tantissimi effetti: quello diuretico, antinfiammatorio e miorilassante. È infatti uno dei frutti più consumati da coloro che seguono una dieta sana ed equilibrata. Non bisogna necessariamente avere un vasto appezzamento di terreno per poter coltivare questi frutti, ma bensì anche un piccolo giardinetto. In questa guida vi verrà spiegato come coltivare l'anguria.

27

Occorrente

  • Semi di anguria
  • Terreno di medio impasto
  • Concimi naturali
37

Come prima cosa occupatevi della semina. Effettuate nel vostro piccolo orto delle buche di circa dieci centimetri di diametro e cinque di profondità; in ognuna di esse ponete sei o sette semi. Il periodo migliore per effettuare la semina è l'inizio della primavera (fine marzo-inizio aprile), quando il clima è mite. L'anguria, infatti, è un ortaggio proveniente dalle zone calde prive di umidità. Il terreno deve essere morbido, ricco di sostanze nutritive, ben drenato e di medio impasto, composto prevalentemente da sabbia, pietre e sostanze organiche in eguali proporzioni, in modo da risultare compatto e capace di trattenere la giusta quantità di umidità necessaria alle piantine.

47

Procedete successivamente con la concimazione. L'anguria ha molte esigenze nutritive per cui è necessario arricchire il terreno con letame o compost, che può essere cosparso in superficie. La pacciamatura organica, infatti, non solo nutre il terreno, ma elimina le infestanti e conserva calore ed umidità. Il terreno può essere ricoperto anche con paglia, erba secca o addirittura, in presenza di clima molto freddo, con teli di plastica. Quando le piantine iniziano a germogliare e spunteranno le prime foglioline, procedete separando le piantine lasciandone una per buca. Una volta diradate le piante vanno innaffiate frequentemente senza eccedere in quantità per evitare che i frutti perdano il loro sapore zuccherino.

Continua la lettura
57

È finalmente arrivato il momento della raccolta! Dopo circa tre mesi dalla semina i frutti saranno maturi ed il peduncolo che li lega alla pianta risulterà essiccato. È il momento dii raccogliere l'anguria che emetterà un suono sordo quando viene percossa con le dita. Più frequenti sono gli attacchi di parassiti animali, quali afidi e maggiolini. Per difendere l'ortaggio dagli afidi vi consiglio di cospargere il terreno con cenere di legna. In ogni caso per prevenire le fitte colonie dei pidocchi bisogna evitare di innaffiarle con dell'acqua troppo fredda. Per prevenire invece l'attacco del maggiolino, è importante zappare frequentemente il terreno intorno alle piante. Buon lavoro!

67

Guarda il video

77

Consigli

Non dimenticare mai:
  • Il terreno può essere ricoperto anche con paglia, erba secca o addirittura, in presenza di clima molto freddo, con teli di plastica.
Alcuni link che potrebbero esserti utili:

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Segnala il video che ritieni inappropriato
Devi selezionare il video che desideri segnalare
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Giardinaggio

Come coltivare patate in casa o in giardino

Se avete la passione per il giardinaggio e avete intenzione di cominciare a coltivare qualcosa, potete scegliere uno degli alimenti più amati sia dai grandi che dai bambini: la patata. Questo gustoso tubero può essere mangiato in tantissimi modi e le...
Giardinaggio

Come coltivare le lenticchie in casa

Quando si possiede del tempo libero a disposizione sarebbe il caso di sfruttarlo al meglio. Ad esempio si potrebbe prendere in considerazione l'idea di coltivare qualcosa in casa che si possa poi gustare. Quindi potremmo mangiare qualcosa di sano e genuino,...
Giardinaggio

Come coltivare le patate sul proprio balcone

Se avete in mente di iniziare a coltivare qualcosa sul vostro balcone dovreste prendere in esame questa guida, dove spiegheremo come coltivare le patate sul proprio balcone. Fate conto che la patata è una pianta resistente che può essere coltivata facilmente,...
Giardinaggio

5 consigli per coltivare la gardenia in vaso

La gardenia è un arbusto particolarmente profumato, caratterizzato da candidi fiori bianchi e da fogliame verde lucido. Si tratta di una pianta abbastanza difficile da coltivare con successo, specie nelle zone più fredde e in vaso. Tuttavia, è sufficiente...
Giardinaggio

Come coltivare una palma

La palma è una pianta ornamentale e ha un valore estetico inestimabile. Questo esemplare appartiene alla famiglia delle Arecaceae e si distingue per il suo particolare portamento. Coltivare una palma è davvero molto semplice e bastano pochi accorgimenti...
Giardinaggio

Come iniziare a coltivare un orto

Oggigiorno sono sempre di più le persone che vogliono cominciare a coltivare un orto. Le ragioni possono essere le più svariate: si può farlo per il desiderio di riavvicinarsi alla natura, perché la coltivazione di un orto può essere un oggetto d’amore,...
Giardinaggio

Come coltivare e curare la gardenia

La Gardenia è una pianta delicata e profumata. La si può coltivare sia in giardino sia come pianta da vaso. Per coltivare e curare la gardenia, una varietà di pianta molto delicata e piacevolmente profumata, vi consiglio di seguire con attenzione...
Giardinaggio

5 ortaggi da poter coltivare senza fatica in giardino

Ci sono diversi ortaggi da poter coltivare in una parte del giardino, tutti gustosi e quindi ottimi per preparare deliziose pietanze, non tutti però sono semplici da coltivare, in quanto diversi di essi richiedono tempo e fatica, nonché il mantenere...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.