Come coltivare l'avocado a casa

tramite: O2O
Difficoltà: facile
17

Introduzione

L'avocado è un frutto esotico dal gusto particolare e dalle proprietà antiossidanti eccezionali: originario dell'America Centrale, dona dei frutti di colore verde con una polpa burrosa dal sapore simile alla nocciola. Se vi capita di mangiarlo, non gettate via il seme, ma conservatelo: in questa guida vedremo come coltivarle l'avocado a casa, dal momento che è è una pianta particolarmente semplice da far crescere, sia in casa che in giardino: in poche settimane potrete assistere alla sua crescita anche se lo piantate in un comunissimo vasetto.

27

Occorrente

  • Un bicchiere
  • Acqua
  • Stuzzicadenti
  • Seme di avocado
37

Per prima cosa acquistate un avocado e, dopo averlo mangiato, pulite delicatamente il seme, facendo attenzione a non rimuovere la pellicina marrone che lo avvolge. Munitevi, poi, di quattro stuzzicadenti e un bicchiere d'acqua e infilzate il seme sui quattro lati, facendoli penetrare sino ad una profondità di circa 5 mm. Lo scopo di questa operazione infatti è di tenere il seme sospeso su un bicchiere d'acqua in modo che la sua parte inferiore risulti immersa e quella superiore no. Fatto ciò, appoggiate gli stuzzicadenti che sorreggono il seme sul bordo del bicchiere, lasciando che la parte più rotonda si rivolga verso l'acqua e lasciate che essa lo sfiori.

47

In secondo luogo riponete il bicchiere in un posto caldo e in cui possa ricevere luce sufficiente, controllando di tanto in tanto l'acqua: il suo livello scenderà, perciò ricordatevi di aggiungerne un pochino ogni volta che evapora. Dopo circa trenta giorni cominceranno a spuntare le radici e il germoglio: da qesto momento in poi dovrete prestare particolare attenzione poiché si tratta di una piantina molto delicata, avendo cura che le radici non restino mai all'asciutto. Quando il germoglio arriverà ad una lunghezza di circa 15 - 20 cm, spuntatelo leggermente in modo da favorirne la crescita e una volta ricresciuto, potrete estrarre gli stuzzicadenti e provvedere a mettere a dimora la piantina in un vaso.

Continua la lettura
57

Interrate il seme in un vaso di circa 25 cm, con del terriccio umido, facendo attenzione che la parte superiore del seme (quella appuntita) resti esposta all'aria e riceva adeguata luce solare. Quando il germoglio sarà arrivato a una lunghezza di circa 30 cm dovrete potare la piantina, eliminando le foglie per fare in modo che crescano più folte. Dopo qualche anno si trasformerà in una pianta alta circa 6 metri: essendo una pianta di origine tropicale teme il freddo quindi evitate di metterla a dimora all'esterno se le temperature sono al di sotto dei 10°.

67

Guarda il video

77

Consigli

Non dimenticare mai:
  • Se le foglie diventano scure sulle punte, la pianta ha bisogno di più acqua, se diventano gialle significa che state esagerando e dovete lasciare che il terreno si asciughi per un giorno o due.
Alcuni link che potrebbero esserti utili:

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Segnala il video che ritieni inappropriato
Devi selezionare il video che desideri segnalare
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Giardinaggio

Come coltivare un albero di avocado innestato

L'avocado è un frutto dal sapore esotico, stuzzicante e del tutto particolare, e proprio per questo è alla base di moltissimi piatti, tra i quali la famosissima salsa messicana chiamata guacamole. L’albero da cui si ricava è originario dell’America...
Giardinaggio

Come coltivare l'avocado a casa

L'avocado è un frutto esotico dal gusto particolare e dalle proprietà antiossidanti eccezionali: originario dell'America Centrale, dona dei frutti di colore verde con una polpa burrosa dal sapore simile alla nocciola. Se vi capita di mangiarlo, non...
Giardinaggio

Come coltivare l'avocado

La pianta di avocado è originaria dell'America centrale e meridionale ma anche in Italia sviluppa bene nelle regioni meridionali. Di semplice coltivazione può facilmente crescere bene anche in vaso. In questo modo però si avrà una pianta al solo scopo...
Giardinaggio

Come coltivare i semi del mango e dell'avocado

Mango, avocado ed altri frutti esotici sono sempre più apprezzati nelle cucine occidentali, perché si prestano alla sperimentazione di piatti freschi e gustosi. Reperibili nei supermercati come primizie invernali, sono piuttosto costosi. Gli accaniti...
Giardinaggio

Come trapiantare l'avocado

In questa breve guida vi sarà spiegato come trapiantare l'avocado. Per prima cosa andrò a darvi delle informazione più specifiche sull'avocado, così da poter conoscere al meglio questa pianta. L’avocado è un albero da frutto ed è originario di...
Giardinaggio

Come piantare un seme di avocado

L'avocado è un frutto tropicale dal gusto particolare, utilizzato spesso in molte pietanze. Usato soprattutto nelle preparazione di insalate e negli antipasti, l'avocado si può consumare da solo o utilizzare per dare vita a deliziose salse come il guacamole....
Giardinaggio

Come Far Crescere L'Avocado Dal Seme

Il giardinaggio è un passatempo che al giorno d'oggi appassiona moltissime persone. Esso infatti permette di rilassarvi e di stare a contatto con la natura e l'ambiente circostante. Ci sono tantissime tipologie di piante che si possono coltivare a casa...
Giardinaggio

Come propagare l'Avocado

La pianta dell'Avocado appartiene alla famiglia delle Lauraceae ed è originaria dell'America Centrale, del Messico, del Guatemala e delle Antille. L'avocado può essere propagato attraverso i semi, per radicamento delle talee, per stratificazione e per...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.