Come coltivare le Belle di Giorno

Tramite: O2O
Difficoltà: facile
16

Introduzione

Le Belle di Giorno appartengono alla grande famiglia dei Convolvoli e hanno la particolarità di aprirsi solo durante il giorno, ad orari precisi. Grazie alla loro bellezza sono molto utilizzate per la decorazione di balconi, bordure erbacee e giardini, ma rappresentano un'ottima soluzione anche per i vasi sospesi dove rifioriranno a lungo per tutta l'estate. Sono piante molto rustiche e facili da coltivare, non avendo esigenze particolari. Anzi, sono adattabili ad ogni terreno e sopportano egregiamente anche lunghi periodi di siccità. Vediamo come coltivare le Belle di Giorno.

26

Occorrente

  • semi di Bella di Giorno
  • terriccio povero e ben drenato, fertilizzanti specifici
36

Preparazione della messa a dimora

Le Belle di Giorno sono piante annuali che si moltiplicano facilmente per seme. Le si possono seminare direttamente a dimora a primavera inoltrata, oppure trapiantare direttamente in vasi; in questo caso però è preferibile utilizzare dei vasi ampi ed effettuare periodicamente il rinvaso, a causa del loro apparato radicale che tende a svilupparsi molto. Per la semina, utilizzare dei vasetti di torba per preservare intatto il pane di terra che ne circonda le radici. Vista la durezza del tegumento che riveste i semi, inoltre, è consigliato metterli a bagno in acqua tiepida per qualche ora prima di utilizzarli.

46

Semina

I semi della Bella di Giorno possono essere seminati all'aperto in qualsiasi momento e la temperatura minima del suolo deve essere di 48 gradi, riscaldando la copertura del suolo se necessario. Piantate la pianta a 2,5 cm di profondità (un po' di più per i terreni sabbiosi): con questa tecnica, le Belle di Giorno saliranno in cima alla terra con facilità. Per le aiuole invece piantatele a 20 cm nel suolo, in modo che rimarranno basse. Potete mescolare anche un composto di terreno e concime prima del trapianto, in maniera tale da aiutare le piante, oppure è possibile utilizzare una miscela di terreno sterile per garantire un migliore drenaggio alle piante. Mantenete le piante umide ma non troppo bagnate.

Continua la lettura
56

Cura

Siate parchi nel dosare l'acqua, anche nel periodo di maggior fioritura: le Belle di Giorno infatti resistono alla siccità e mal sopportano l'umidità, per questo il terreno deve essere sempre ben drenato e l'annaffiatura deve avvenire a intervalli regolari, anche di 10 giorni, ma mai risultare troppo abbondante. Una volta al mese poi potete aggiungere del fertilizzante per piante fiorite all'acqua d'irrigazione. Seppure siano conosciute come piante da fiore molto rustiche, spesso le Belle di Giorno soffrono per l'attacco di afidi e cocciniglie. Trattatele con anticrittogamico spray, sempre nelle dosi e modalità riportate in etichetta, prima che i fiori comincino a schiudersi, oppure con un antiparassitario sistemico all'insorgere del problema. Con l'arrivo della stagione fredda, procedere con potature mirate per renderne poi la fioritura più rapida e rigogliosa.

66

Consigli

Non dimenticare mai:
  • Per prolungare e stimolare le fioriture, asportate i frutti a capsula prima che arrivino a completa maturazione
Alcuni link che potrebbero esserti utili:

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Giardinaggio

Come coltivare la Bella di Notte

La Bella di Notte è una pianta davvero molto particolare; infatti, i petali di questo fiore hanno la caratteristica di aprirsi di notte, mentre di giorno si chiudono per difendersi dal caldo. Tale peculiarità la rende anche più affascinante, soprattutto...
Giardinaggio

Come Coltivare Il Cumino

Tra le varie piante che possiamo coltivare, vi sono anche delle piante aromatiche molto belle che spesso non vengono tenute in debita considerazione, come per esempio il cumino. Questa pianta, produce dei veri e propri semi che possiamo impiegare in cucina...
Giardinaggio

Come piantare e coltivare le piante grasse in vaso

Se avete il pollice verde, potreste piantare e coltivare le piante grasse in vaso. Tali piante, conosciute anche come succulente, sono perfette per gli ambienti aridi. Queste, infatti, sviluppano foglie e steli molto carnosi che accumulano e conservano...
Giardinaggio

Cosa coltivare con poco spazio a disposizione

Non tutti hanno a disposizione una casa con giardino. L'assenza di uno spazio esterno ampio però non preclude la possibilità di coltivare ortaggi, verdure, erbe aromatiche e piante. Anche con poco spazio a disposizione si può creare un piccolo angolo...
Giardinaggio

Come coltivare la verbena

Eccoci qui, pronti a parlarvi delle tante erbe che crescono libere nelle nostre campagne e di cui, magari conosciamo ben poco, in particolar modo i loro benefici e proprietà, che sono molto utili per il benessere del nostro organismo. Nello specifico,...
Giardinaggio

Come coltivare la zebrina pendula

Se stai cercando da tempo una bella pianta semplice da coltivare, che però allo stesso tempo dia alla tua casa quel tocco di vitalità in più. Con questa guida ti saranno dati delle utili informazioni su come coltivare la Zebrina Pendula, adatta ad...
Giardinaggio

Come coltivare patate in casa o in giardino

Se avete la passione per il giardinaggio e avete intenzione di cominciare a coltivare qualcosa, potete scegliere uno degli alimenti più amati sia dai grandi che dai bambini: la patata. Questo gustoso tubero può essere mangiato in tantissimi modi e le...
Giardinaggio

Come coltivare le lenticchie in casa

Quando si possiede del tempo libero a disposizione sarebbe il caso di sfruttarlo al meglio. Ad esempio si potrebbe prendere in considerazione l'idea di coltivare qualcosa in casa che si possa poi gustare. Quindi potremmo mangiare qualcosa di sano e genuino,...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.