Come coltivare le fave

tramite: O2O
Difficoltà: facile
16

Introduzione

Molte volte capita di avere nella propria abitazione un piccolo orto, in cui si desidera coltivare degli ortaggi o frutti. Non tutti sono però a conoscenza del metodo di coltivazione di tutte le specie. A tal proposito, se siete interessati a questo argomento, di seguito vi sarà spiegato come coltivare le fave, in modo da averne tantissime belle e verdi. Pian piano ci stiamo avvicinando al mese di febbraio e oltre al carnevale, questo è anche il tempo ed il mese di piantare le fave nel vostro bell'orto. Esse sono davvero ottime da mangiare sia da sole, ma anche con i formaggi, con i salumi ed anche in zuppe e minestroni. Proprio per questo motivo, riuscendo a coltivarla nel nostro orto, potrete averla sempre a disposizione e quindi sempre fresca. Vediamo quindi insieme come procedere.

26

Occorrente

  • Semi di fava
  • Terreno
  • Acqua
  • Zappa e vanga
36

La fava è una delle piante che non esige un clima specifico, perché sopporta bene sia il freddo, anche se non in modo eccessivo, che il caldo. Non a caso si pianta nei mesi invernali. Potete piantare la fava in un terreno che sia ben drenato, senza che vi siano però dei ristagni d'acqua, dopo aver praticato nel terreno dei solchi con la zappa di circa trenta centimetri di profondità. Ricordatevi sempre di vangare il terreno con un bel po' d'anticipo, in particolar modo rispetto al periodo della semina.

46

Cercate di porre molta attenzione anche a togliere tutte le erbacce che potrebbero contaminare le vostre fave. Inserite i semi di fava nel terreno, facendo in modo di distanziarli l'uno dall'altro di circa ottanta centimetri, quindi circa due o tre semi alla volta all'interno di ogni buca. Innaffiate per bene le vostre piantine di fava, che tenderanno a crescere sempre di più. Subito dopo la loro semina ricordatevi di non abbondare mai con l'acqua, per cercare di non creare degli inutili ristagni d'acqua, che non farebbero altro che far del male alle vostre buonissime fave.

Continua la lettura
56

Tenete sempre a mente che la fava non ha affatto bisogno di molta acqua, ma di una costante irrigazione. Una volta che le vostre piantine di fava avranno raggiunto circa i quindici o venti centimetri d'altezza, non dovete far altro che potarle un po', in modo che crescano bene ed in particolar modo sane e rigogliose. Per raccogliere i frutti delle vostre ottime fave, dovrete di certo aspettare che passino all'incirca centottanta giorni. Tramite questi semplici e veloci consigli, contenuti in questa guida, sarete in grado non solo di coltivare nel vostro giardino delle meravigliose fave, ma anche di farle crescere e renderle molto saporite. Ricordate in ultimo che le fave sono ricche di molte proprietà nutritive, non sottovalutatele. Buon lavoro!

66

Consigli

Non dimenticare mai:
  • Ricordate in ultimo che le fave sono ricche di molte proprietà nutritive, non sottovalutatele.
Alcuni link che potrebbero esserti utili:

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Giardinaggio

Come coltivare le fave: dalla semina alla raccolta

Uno degli alimenti più mangiati in questo periodo dell'anno è la fava, che accompagnata ad un buon formaggio rendono la pietanza ancora più squisita. Le fave possono essere anche cotte o preparate in diverse maniere, ma affinché siano davvero buone...
Giardinaggio

Come raccogliere e pulire le fave

Le fave appartengono alla famiglia delle leguminose. Originarie dell'Asia le fave, ormai da tempo fanno parte della cultura culinaria italiana. Adatte ed utilizzate per creare piatti succulenti, in particolar modo le zuppe. La pianta delle fave presenta...
Giardinaggio

10 consigli per coltivare i legumi in giardino

Se avete un giardino ed intendete sfruttarlo come orto per coltivare i legumi, è importante conoscere a fondo le caratteristiche morfologiche di questi ultimi, in modo da regolarvi in base ad ogni singola specie. A tale proposito, ecco una lista con...
Giardinaggio

Le 10 migliori verdure invernali da coltivare in giardino

In questa lista vedrete elencate le 10 migliori verdure invernali da coltivare in giardino. Se avete un bel giardino spazioso e fertile e avete il pollice verde questa lista fa al caso vostro. Infatti, potrete creare un orticello accanto a casa vostra....
Giardinaggio

I 10 ortaggi più semplici da coltivare

In termini culinari per ortaggio si indica una pianta o un frutto, commestibile totalmente o in parte, utilizzata/o per essere cucinata/o oppure gustata/o cruda/o. In termini biologici, invece, designa i membri del regno vegetale. La definizione non biologica...
Giardinaggio

Come coltivare i broccoli

Con il nome di "broccoli", si identifica una particolare varietà di cavolfiore riconducibile alla grande famiglia delle Brassicaceae. Dotate di infiorescenze commestibili e di foglie edule, le piante di questa specie sono state spesso le silenziose protagoniste...
Giardinaggio

Cosa coltivare con poco spazio a disposizione

Non tutti hanno a disposizione una casa con giardino. L'assenza di uno spazio esterno ampio però non preclude la possibilità di coltivare ortaggi, verdure, erbe aromatiche e piante. Anche con poco spazio a disposizione si può creare un piccolo angolo...
Giardinaggio

Come coltivare patate in casa o in giardino

Se avete la passione per il giardinaggio e avete intenzione di cominciare a coltivare qualcosa, potete scegliere uno degli alimenti più amati sia dai grandi che dai bambini: la patata. Questo gustoso tubero può essere mangiato in tantissimi modi e le...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.