Come coltivare le fragole in idroponica

Tramite: O2O 16/06/2016
Difficoltà: media
16

Introduzione

La coltivazione idroponica sta prendendo sempre più piede sia in Italia che all'estero perché questo sistema di coltivazione permette di ottimizzare gli elementi che contribuiscono alla crescita perfetta della frutta. In questa guida vi spiego come coltivare le fragole in idroponica. La caratteristica migliore di questo tipo di coltivazione è il suo basso costo e la semplicità con la quale essa può essere gestita.

26

Occorrente

  • Piantine di fragole, miscela di sali minerali, vasetti , argilla espansa
36

Se anche voi come tante altre persone desiderate iniziare la coltivazione delle fragole in idroponica, la prima cosa che dovete fare è quella di lavare le radici delle piante con la massima attenzione. Esse devono essere completamente libere da ogni traccia di terriccio. Quando le radici sono ben pulite sistematele dentro un vasetto di plastica o terracotta che abbia un piccolo foro sul fondo ed abbia un diametro minimo di quindici centimetri. Riempite il vasetto con dell'argilla espansa avendo cura che sia ben pulita e predisponete da parte un contenitore per l'acqua che possa contenere circa una quindicina di litri. Il mio consiglio è di acquistare un apposito kit dotato di timer. Questo sistema facilita molto la manutenzione delle piante poiché ad intervalli regolari spruzza sulle loro radici un prodotto nutriente che potenzia la crescita e dona frutti grandi e sani.

46

Acquistate un regolatore di acidità in un negozio di giardinaggio: esso vi sarà molto utile per controllare che l'acqua non raggiunga mai un grado di acidità superiore a 7. Vi servirà anche una lampada che illumini le piante, ma per quanto riguarda questo accessorio potete scegliere liberamente tra i diversi tipi di lampade che sono sul mercato, in quanto ogni modello è comunque valido. Durante il periodo di pre-fioritura abbiate cura di eliminare tutte le foglie in esubero poiché potrebbero indebolire le piante oppure arrecare delle malattie. Le fragole coltivate idroponicamente
hanno anche bisogno di una miscela speciale di sali minerali concentrati, in modo che possano crescere forti e robuste.

Continua la lettura
56

Eseguite la raccolta dei frutti soltanto quando le fragole sono completamente mature. Il ciclo di coltivazione va da metà ottobre alla fine di luglio ed i frutti solitamente sono pronti per essere raccolti da metà marzo in avanti. Se seguirete alla lettera le norme che vi ho appena indicato sicuramente avrete un ottimo raccolto e dei frutti belli e sani che vi ricompenseranno del tempo dedicato alla coltivazione in idroponica.

66

Consigli

Non dimenticare mai:
  • Quando lavate le radici delle piante fate attenzione a non spezzare i peli radicali perchè essi sono responsabili della crescita regolare delle fragole
Alcuni link che potrebbero esserti utili:

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Giardinaggio

Come raccogliere le fragole

Le fragole sono frutti davvero ricchi di sostanze nutrienti e benefiche per il nostro organismo e per la nostra forma fisica. Ecco perché è bene raccoglierne e mangiarne molte, anche se in maniera moderata. Le fragole sono un frutto stagionale molto...
Giardinaggio

Come piantare le fragole in vaso

Le fragole sono dei frutti molto saporiti, ma spesso in commercio si trovano fragole grosse e con poco sapore di qualità non italiana. Se vogliamo avere delle fragole sempre fresche e genuine possiamo coltivarle in giardino, o in mancanza di questo anche...
Giardinaggio

Come piantare le fragole nell'orto

Con l'arrivo della primavera è stimolante svolgere degli hobby all'aria aperta. Il giardinaggio, oltre che divertente, da molte soddisfazioni: allontana infatti lo stress, allunga la vita e dona cibo naturale privo di pesticidi. Molti desiderano scoprire...
Giardinaggio

Come effettuare la pacciamatura alla pianta di fragole

Sono tantissimi i sistemi per fare in modo che la pianta si preservi nel corso delle stagioni meno favorevoli. Uno dei più utili e importanti è senza ombra di dubbio la pacciamatura, che la lo scopo di mantenere in forma la pianta in qualsiasi momento...
Giardinaggio

Come conservare le piantine di fragole in inverno

L'inverno, a causa dei suoi climi rigidi, è spesso nemico di molte piante, soprattutto di quelle più delicate. Tra queste, senza dubbio, vi sono anche quelle delle fragole, un frutto sano ed appetitoso che mai dovrebbe mancare sulle nostre tavole. Come...
Giardinaggio

Come far essiccare le fragole

Eccoci qui, pronti per proporre una nuova guida, veramente molto utile ed anche interessante. Nello specifico vogliamo imparare come e cosa occorre far, per essiccare al meglio la frutta, che siamo soliti consumare in casa. In particolare, siamo veramente...
Giardinaggio

Come coltivare le piante con la torba di cocco

Negli ultimi anni la tecnologia di coltivazione delle piante sta facendo passi da gigante. Una delle ultime novità è la coltura idroponica: questa consiste nel coltivare piante alimentari in substrati diversi dal terreno. In questo modo si ha il pieno...
Giardinaggio

Come coltivare le melanzane nell'orto

Se ci piace il giardinaggio e vogliamo essere certi che i prodotti che consumiamo siano privi di sostanze inquinanti e cancerogene come i pesticidi, allora potremo pensare di coltivare noi stessi degli ortaggi. Per fare ciò dovremo necessariamente essere...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.