Come coltivare le melanzane nell'orto

tramite: O2O
Difficoltà: media
15

Introduzione

Se ci piace il giardinaggio e vogliamo essere certi che i prodotti che consumiamo siano privi di sostanze inquinanti e cancerogene come i pesticidi, allora potremo pensare di coltivare noi stessi degli ortaggi. Per fare ciò dovremo necessariamente essere in possesso di un piccolo pezzo di terra o di un giardino che ci consentirà di piantare e coltivare le nostre piante. Se non siamo degli esperti con questo mondo, ma vogliamo comunque cimentarci ed imparare le varie tecniche per coltivare i vari tipi di piante, non dovremo fare altro che ricercare su internet, fra le moltissime guide esistenti, quelle che ci illustreranno le tecniche di coltivazione delle piante che vogliamo piantare nel nostro orto. Nei passi successivi di questa guida, in particolare, vedremo come fare per riuscire a coltivare correttamente le melanzane nel nostro orto.

25

Occorrente

  • Copertura con teli in platica nera, piantatoio, acqua, guanti da giardiniere, concime.
35

Rechiamoci presso un rivenditore di piante e compriamo le piantine delle melanzane, che saranno alte alcuni cm e che si troveranno già disposte in piccoli vasi di plastica.
Dovremo quindi prenderci cura del terreno prima di trapiantarle annaffiandolo, possibilmente il giorno prima e facendo delle buche dove sistemare le nostre piantine di melanzane.
La scelta del terreno dove piantare le melanzane è importante perché non crescono bene nelle zone troppo ombreggiate o battute spesso dal vento.
Scegliamo quindi un luogo riparato quanto basta, con un'esposizione solare che occupi gran parte della giornata e, per evitare che crescano le erbacce intorno, copriamo il terreno con gli stessi teli neri in plastica che si usano per le fragole.

45

Le buche per le piantine delle melanzane nel nostro orto dovranno essere distanti almeno mezzo metro perché avranno una certa quantità di foglie e diversi frutti. I filari invece dovranno trovarsi a circa 70 cm di distanza e, per comodità, è bene che le piantine siano disposte a “zig zag” per sfruttale meglio lo spazio.
Dopo averle trapiantare premiamo leggermente il terreno fresco per dargli stabilità e annaffiamole con un po' di acqua in prossimità del fusto.
Scegliamo anche il periodo giusto per coltivare le melanzane del nostro orto, che dovrà essere quello caldo (da maggio in poi) e fino a luglio.
Potremo raccogliere le melanzane già a partire dai primi di settembre e fino a novembre.

Continua la lettura
55

Le piante di melanzane vanno annaffiate ogni giorno con una quantità di acqua non abbondante e solo di sera o al mattino presto, per evitare che le radici subiscano uno sbalzo di temperatura nelle ore centrali della giornata.
Ogni tanto con una zappa piccola allarghiamo la terra per favorire la penetrazione dell'acqua e non bagniamo mai le foglie.

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Giardinaggio

Come coltivare l'avocado nell'orto

Quante volte abbiamo mangiato un frutto esotico con gusto e ci siamo detti "magari potessimo averlo sempre a disposizione"? Beh questo non è un sogno irrealizzabile: con l'innalzamento delle temperature infatti oggi è possibile avere anche in Italia...
Giardinaggio

Come coltivare funghi nell'orto

I funghi, sono scientificamente delle piante, che quasi tutti amano mangiare: ci sono tantissime varietà, cambia il loro nome, la dimensione, la forma, il colore, il sapore e così via. Tuttavia, esistono anche delle specie velenose che è possibile...
Giardinaggio

Come coltivare le fave nell'orto

In alcune zone della Sicilia novembre è il periodo giusto in cui si piantano le fave, mentre nelle zone settentrionali bisogna aspettare la fine dell'inverno. Questo vegetale si adatta con facilità a tutti i tipi di terreni, purché non si presentino...
Giardinaggio

I 10 ortaggi più facili da coltivare nell’orto di casa

Coltivare ortaggi nell'orto di casa oggi è divenuta una realtà molto frequente, paragonabile quasi ad una moda. Molti sono gli ortaggi a nostra disposizione, ma alcuni di questi richiedono lavorazioni e conoscenze approfondite in materia. Altri invece...
Giardinaggio

Come coltivare il basilico nell'orto

La coltivazione del basilico nell'orto di casa può essere un'ottima idea in quanto esso è abbastanza utilizzato nella cucina italiana. Nella ricette estive il basilico si mette praticamente dappertutto: sulla pasta al pomodoro, sulla pizza e nelle insalate....
Giardinaggio

Come coltivare i capperi nell'orto sul balcone

I capperi il più delle volte, grazie al loro gusto intenso, vengono utilizzati per la preparazione di numerose ricette. Si possono infatti acquistare in barattolini, sotto forma di conserve: sotto sale, sotto aceto, sott'olio o in salamoia. Tuttavia,...
Giardinaggio

I lavori da effettuare nell'orto in inverno

Anche in inverno l'orto va curato con pazienza e dedizione per garantirsi un florido raccolto. Uno dei lavori più importanti da eseguire è preparare il terreno al riposo della stagione fredda. Ma ci si deve anche dedicare alla coltivazioni invernali:...
Giardinaggio

Come piantare le fragole nell'orto

Con l'arrivo della primavera è stimolante svolgere degli hobby all'aria aperta. Il giardinaggio, oltre che divertente, da molte soddisfazioni: allontana infatti lo stress, allunga la vita e dona cibo naturale privo di pesticidi. Molti desiderano scoprire...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.