Come coltivare le more sul balcone

Tramite: O2O
Difficoltà: media
17

Introduzione

Il rovo è una pianta perenne arbustiva. Appartiene alla famiglia delle rosacee. Presenta dei fusti spinosi e, in contrapposizione a questi, produce dei frutti idilliaco. Le more sono una ricca fonte di antiossidanti che vanno a contrastare i radicali liberi. Contengono un'eccellente dose di vitamina C, vitamina E, ferro, e molti altri elementi indispensabili per il benessere dell'organismo umano.
Si è abituati a vederli ai bordi delle strade oppure nei terreni incolti. Non tutti sanno che è possibile farle sviluppare anche sul balcone di casa. In questo modo, si ha la possibilità di godere della loro bontà ogni qualvolta ne è periodo. Vediamo insieme, nei prossimi passi, qualche consiglio utili su come coltivare le more nel modo migliore.

27

Occorrente

  • Piantina o semi, vaso 40 litri, terriccio universale, humus
37

La prima cosa da fare, è quella di procurarsi la pianta. È preferibile acquistarla presso un vivaio di fiducia, in modo da ricevere i giusto consigli. Inoltre, è possibile scegliere la varietà che più soddisfa i propri gusti. In alternativa, si possono far germinare i semi di bacche colte durante l'estate. È bene sapere che è possibile riprodurre il rovo mediante le talee. Dopo essersi procurati la pianta, è necessario acquistare un vaso da 40 litri e del terriccio universale con dell'humus. Il terriccio e l'humus devono essere inseriti nel vaso in una proporzione di 10:4, ovvero 10 litri di terriccio e 4 litri di humus.

47

Dopo aver disposto terreno e humus nel vaso, si procede all'inserimento della piantina. Quest'ultima deve essere poggiata in maniera tale da avere il colletto, ossia la zona posta subito sopra la prima radice, a livello della superficie del terreno. Non appena inserita, è opportuno pressare leggermente il terreno. Tale operazione serve per far attecchire meglio il composto alle radici. A questo punto, non rimane che inumidire il terriccio. Si deve irrigare periodicamente, ricordandosi che il rovo è una specie molto rustica ed in grado di sopportare anche lievi siccità.

Continua la lettura
57

La manutenzione annuale richiede la potatura verde, ovvero l'eliminazione dei polloni e dei rami che si sono sviluppati sul tralcio principale che non presentano frutti. Questo processo va fatto 20/25 giorni prima della raccolta, in maniera tale da permettere una corretta maturazione dei frutti. Inoltre, nelle piante più vigorose, è possibile tagliare la punta del tralcio principale per evitare un accrescimento eccessivo. La mora necessita di un tutore per la crescita. Se sul terrazzo si ha un parapetto in ferro battuto, è possibile farla sviluppare su questo. Così facendo, oltre a godere degli ottimi frutti, si sarà anche al riparo da occhi indiscreti.

67

Guarda il video

77

Consigli

Non dimenticare mai:
  • Il rovo non ha bisogno di una particolare concimazione, ogni 2/3 anni effettuate un rinvaso aggiungendo della sostanza organica (humus).
Alcuni link che potrebbero esserti utili:

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Segnala il video che ritieni inappropriato
Devi selezionare il video che desideri segnalare
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Giardinaggio

Consigli su come trapiantare, potare e coltivare le more da giardino

Se in un vivaio abbiamo acquistato delle piccole piantine di more, indipendentemente dai consigli del personale addetto del centro, è importante documentarci su tre tecniche fondamentali che se ben eseguite, sono in grado di regalarci delle more succose...
Giardinaggio

Come coltivare le more selvatiche anche in giardino

I cespugli di rovo crescono selvatici in gran parte dell'America settentrionale, così come nei paesi mediterranei ed il succoso frutto che ci regalano è la mora. Ne esistono varietà provviste di tralci spinescenti così come privi di spine; chiaramente...
Giardinaggio

Come coltivare le patate sul proprio balcone

Se avete in mente di iniziare a coltivare qualcosa sul vostro balcone dovreste prendere in esame questa guida, dove spiegheremo come coltivare le patate sul proprio balcone. Fate conto che la patata è una pianta resistente che può essere coltivata facilmente,...
Giardinaggio

10 consigli per coltivare la begonia in balcone

La begonia è una bellissima pianta ornamentale da giardino. Produce infatti delle foglie e dei fiori davvero splendidi. I colori dei fiori di begonia sono diversi, secondo le varietà. Ma tutti bellissimi ed attraenti. In particolare si può scegliere...
Giardinaggio

10 consigli per coltivare le peonie in balcone

Le Peonie, arbustive o erbacee, appartenenti alla famiglia delle si caratterizzano per il loro valore ornamentale. La varietà di peonia erbacea mantiene sempre al stessa altezza dato che si sviluppa in orizzontale mentre le peonie arbustive come gli...
Giardinaggio

Come coltivare pomodori in giardino o sul balcone di casa

Nel settore dell'agricoltura pesticidi ed ed ormoni artificiali sono molto diffusi. Se volete essere tranquilli di ciò che mangiate, potete unire alla spesa biologica una vostra produzione casalinga. Coltivare pomodori per esempio è semplicissimo, non...
Giardinaggio

Come coltivare le piante di pomodoro sul balcone

Se volete provare a coltivare qualche ortaggio, le piante di pomodoro potrebbero fare al caso vostro. Si tratta infatti di piante adatte a quanti sono alle prime armi, in fatto di coltivazione, dato che sono molto semplici da gestire. Tuttavia non tutti...
Giardinaggio

5 varietà di peperoncino da coltivare sul balcone

Se siete amanti del peperoncino e vi piace aggiungerlo alle vostre pietanze per dargli un gusto più forte, allora sappiate che potreste anche coltivare le varietà di peperoncino da voi preferite nel vostro balcone di casa. La coltivazione è piuttosto...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.