Come coltivare le noccioline

tramite: O2O
Difficoltà: media
15

Introduzione

Se siamo amanti dell'agricoltura e ci piacerebbe riuscire a coltivare nel nostro giardino tutte le piante che più ci piacciono, per prima cosa dovremo conoscere tutte le esigenze che dovremo soddisfare per riuscire a farle crescere sempre rigogliose. Se siamo alle prime armi con questo mondo, la prima operazione da svolgere è sicuramente quella di ricercare su internet delle guide che ci forniscano tutte le informazioni di cui abbiamo bisogno per riuscire coltivare le nostre piante alla perfezione come ad esempio la temperatura ideale, l'esposizione al sole, la quantità d'acqua e molto altro ancora. Nei passi successivi, in particolare, vedremo come coltivare correttamente le noccioline.

25

Occorrente

  • Noccioline naturali
  • Terreno sciolto morbido e pastoso
  • Temperature specifiche: 10 ° C semina - 18° C germinazione - 20 ° C maturazione.
  • Irrigazioni idonee senza ristagni
35

Informazioni generali

Le noccioline richiedono un clima caldo ed asciutto poiché l'umidità nuoce gravemente alla leguminosa. Per la germinazione, le piantine necessitano di una temperatura media sui 15 gradi, mentre nella fioritura, sui 18 gradi. La pianta poi svilupperà il frutto e per una completa maturazione richiederà un ambiente con 20 gradi. Per coltivare correttamente le noccioline, urge un terreno ben sciolto e morbido. Con la vangatura e la concimazione (fosforo e potassio), si preparerà un substrato adeguato all'attecchimento. Il periodo ottimale per la vangatura è l'autunno fino a Febbraio. Coltivare pertanto i semi: noccioline non tostate, con la pellicina rossa. La semina avviene in primavera, tra Aprile e Maggio.

45

La semina

La semina avverrà a temperature esterne adeguate, non inferiori ai dieci gradi. Pertanto, scavare delle buche profonde tre centimetri. Le piccole fosse verranno realizzate su file parallele, a cinquanta centimetri di distanza. Ciò darà spazio alle piante e favorirà l'irradiazione solare. In un primo tempo, per agevolare la germinazione, irrigare frequentemente. Evitare assolutamente il ristagno nel terreno. In seguito, ridurre le irrigazioni per evitare marciumi e muffe. Periodicamente, sarchiare il terreno. Questo accorgimento, favorirà l'areazione ed eviterà le erbe infestanti. Successivamente, operare una rincalzatura delle piante.

Continua la lettura
55

La raccolta

Raccogliere le noccioline tra settembre ed ottobre, all'ingiallirsi delle foglie. Estirpare la pianta con tutte le radici, ed attendere l'asciugatura della terra. Dopo, staccare i baccelli e farli essiccare in luogo asciutto per 2 o 3 giorni. Per coltivare le noccioline in vaso, osservare le medesime norme colturali. Si può optare per vasi in plastica, in resina, o i tradizionali in coccio. Questi ultimi consentono alle radici una migliore respirazione.

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Giardinaggio

Cosa coltivare con poco spazio a disposizione

Non tutti hanno a disposizione una casa con giardino. L'assenza di uno spazio esterno ampio però non preclude la possibilità di coltivare ortaggi, verdure, erbe aromatiche e piante. Anche con poco spazio a disposizione si può creare un piccolo angolo...
Giardinaggio

Come coltivare patate in casa o in giardino

Se avete la passione per il giardinaggio e avete intenzione di cominciare a coltivare qualcosa, potete scegliere uno degli alimenti più amati sia dai grandi che dai bambini: la patata. Questo gustoso tubero può essere mangiato in tantissimi modi e le...
Giardinaggio

Come coltivare le lenticchie in casa

Quando si possiede del tempo libero a disposizione sarebbe il caso di sfruttarlo al meglio. Ad esempio si potrebbe prendere in considerazione l'idea di coltivare qualcosa in casa che si possa poi gustare. Quindi potremmo mangiare qualcosa di sano e genuino,...
Giardinaggio

Come coltivare le patate sul proprio balcone

Se avete in mente di iniziare a coltivare qualcosa sul vostro balcone dovreste prendere in esame questa guida, dove spiegheremo come coltivare le patate sul proprio balcone. Fate conto che la patata è una pianta resistente che può essere coltivata facilmente,...
Giardinaggio

5 consigli per coltivare la gardenia in vaso

La gardenia è un arbusto particolarmente profumato, caratterizzato da candidi fiori bianchi e da fogliame verde lucido. Si tratta di una pianta abbastanza difficile da coltivare con successo, specie nelle zone più fredde e in vaso. Tuttavia, è sufficiente...
Giardinaggio

Come iniziare a coltivare un orto

Oggigiorno sono sempre di più le persone che vogliono cominciare a coltivare un orto. Le ragioni possono essere le più svariate: si può farlo per il desiderio di riavvicinarsi alla natura, perché la coltivazione di un orto può essere un oggetto d’amore,...
Giardinaggio

Come coltivare i germogli sul balcone

Sentite di avere il pollice verde ma vi manca lo spazio per coltivare i vostri germogli? Non abbiate timore: non dovrete mai più rinunciare alla vostra passione. Anche in spazi ristretti è possibile coltivare le sementi ed i germogli che più vi aggradano,...
Giardinaggio

Come coltivare l'orto

Se vogliamo mangiare sano, senza spendere molto per costosissimi prodotti coltivati biologicamente, la soluzione ottimale è quella di coltivarci da soli un bell'orto pieno di verdure. Anche se non possediamo il classico pollice verde, non preoccupiamoci,...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.