Come coltivare le opunzie

tramite: O2O
Difficoltà: facile
14

Introduzione

Conosciute anche come fichi d'India, le opunzie fanno parte della famiglia delle Cactaceae e sono originarie del Nuovo Mondo. Nonostante la loro provenienza, queste piante sono molto diffuse nell'area mediterranea tanto da crescere allo stato spontaneo lungo le zone più siccitose ed ingentilire le aree brulle a ridosso del litorale. In riferimento a ciò, ecco una guida con alcuni consigli su come coltivare le opunzie.

24

Piantarle in una zona soleggiata

Le opunzie prosperano in condizioni siccitose ed amano l'esposizione diretta ai raggi solari, per cui la prima operazione fondamentale da fare e piantarle in una zona soleggiata. Le opunzie inoltre posseggono un apparato radicale ben sviluppato, che consente loro di raggiungere falde acquifere poste in profondità. La struttura delle sue pale, rappresenta poi un ulteriore adattamento all'habitat desertico.

34

Inserire una pala in un terreno drenato

Mancando di un fusto legnoso vero e proprio, può sembrare che le opunzie temano i venti forti, in grado di determinare un distaccamento delle pale più delicate. Quello che sembra un punto debole è in realtà un espediente che permette alle piante di crescere e prosperare in natura. In occasione delle rare precipitazioni temporalesche o quando la pianta raggiunge una dimensione considerevole ed è sottoposta ad una crescente forza di gravità per via del suo peso, i cladodi si distaccano l'un l'altro permettendo la nascita di nuovi esemplari-cloni, il cui patrimonio genetico è identico a quello della pianta madre. Questa capacità di replicazione può essere usata per dare vita a nuovi esemplari, per cui è necessario rimuovere una pala sufficientemente sviluppata per poi inserirla in un terreno drenante miscelato con argilla, sabbia e torba, in modo da farla radicare.

Continua la lettura
44

Usare appositi pesticidi

Se adeguatamente acclimatate, le piante adulte possono essere tenute all'esterno anche durante la stagione fredda, ma occorre avere un occhio di riguardo nel caso in cui la temperatura scenda sotto i 5° C. Essendo piante desertiche, le opunzie immagazzinano all'interno dei cladodi una grande quantità di acqua: temperature inferiori allo zero determinano il passaggio dei liquidi allo stato solido (ghiaccio) con danni talvolta fatali per l'esemplare. Poiché sono provviste di spine, inoltre, le opunzie non temono gli attacchi degli animali selvatici o domestici (anzi, cani e gatti dovrebbero essere mantenuti a distanza dalla pianta giacché è questa ad essere pericolosa per loro). Possono però essere attaccate da cocciniglia o da particolari specie di lepidotteri. Usare quindi degli appositi pesticidi, è la soluzione ideale per scongiurarne l'attacco.

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Giardinaggio

Come coltivare patate in casa o in giardino

Se avete la passione per il giardinaggio e avete intenzione di cominciare a coltivare qualcosa, potete scegliere uno degli alimenti più amati sia dai grandi che dai bambini: la patata. Questo gustoso tubero può essere mangiato in tantissimi modi e le...
Giardinaggio

Come coltivare le lenticchie in casa

Quando si possiede del tempo libero a disposizione sarebbe il caso di sfruttarlo al meglio. Ad esempio si potrebbe prendere in considerazione l'idea di coltivare qualcosa in casa che si possa poi gustare. Quindi potremmo mangiare qualcosa di sano e genuino,...
Giardinaggio

Come coltivare le patate sul proprio balcone

Se avete in mente di iniziare a coltivare qualcosa sul vostro balcone dovreste prendere in esame questa guida, dove spiegheremo come coltivare le patate sul proprio balcone. Fate conto che la patata è una pianta resistente che può essere coltivata facilmente,...
Giardinaggio

5 consigli per coltivare la gardenia in vaso

La gardenia è un arbusto particolarmente profumato, caratterizzato da candidi fiori bianchi e da fogliame verde lucido. Si tratta di una pianta abbastanza difficile da coltivare con successo, specie nelle zone più fredde e in vaso. Tuttavia, è sufficiente...
Giardinaggio

Come iniziare a coltivare un orto

Oggigiorno sono sempre di più le persone che vogliono cominciare a coltivare un orto. Le ragioni possono essere le più svariate: si può farlo per il desiderio di riavvicinarsi alla natura, perché la coltivazione di un orto può essere un oggetto d’amore,...
Giardinaggio

Come coltivare i germogli sul balcone

Sentite di avere il pollice verde ma vi manca lo spazio per coltivare i vostri germogli? Non abbiate timore: non dovrete mai più rinunciare alla vostra passione. Anche in spazi ristretti è possibile coltivare le sementi ed i germogli che più vi aggradano,...
Giardinaggio

Come coltivare e curare la gardenia

La Gardenia è una pianta delicata e profumata. La si può coltivare sia in giardino sia come pianta da vaso. Per coltivare e curare la gardenia, una varietà di pianta molto delicata e piacevolmente profumata, vi consiglio di seguire con attenzione...
Giardinaggio

Come coltivare l'orto

Se vogliamo mangiare sano, senza spendere molto per costosissimi prodotti coltivati biologicamente, la soluzione ottimale è quella di coltivarci da soli un bell'orto pieno di verdure. Anche se non possediamo il classico pollice verde, non preoccupiamoci,...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.