Come coltivare le orchidee in casa

Tramite: O2O 21/09/2017
Difficoltà: media
16

Introduzione

Orchidaceae è il nome di una famiglia di piante, per la stragrande maggioranza di origine tropicale, che incute curiosità a chi si accinge a coltivarne qualche esemplare in casa. Non tutti sanno tuttavia come prendersene cura in maniera corretta. Esistono alcune specie che vivono e fioriscono nelle abitazioni, ogni anno, le quali si adattano molto bene anche alle quasi impossibili condizioni ambientali attuali. In questa guida, a tal proposito, vi sarà spiegato come coltivare le orchidee in casa.

26

Occorrente

  • Piante di orchidea
  • argilla espansa
  • vasi di plastica trasparente
  • concime specifico per orchidee
36

Posizionate la pianta in un posto luminoso

Se siete alle prime armi con la coltivazione di orchidee in casa potete acquistare delle specie più facili da curare e simili in termini di esigenze, come le Phalaenopsis, il Paphiopedilum o la Vanda. Sistematele in vasetti contenenti un substrato di radici di osmunda decomposte miste a legno frantumato. Trovate successivamente un posto luminoso, non troppo esposto a correnti d'aria ma adeguatamente ventilato. Inoltre è bene fare in modo che non riceva i raggi diretti del sole, in quanto in natura è una pianta che vive ombreggiata dalle chiome dei grandi alberi della foresta tropicale. È consigliabile posizionarla davanti a una finestra esposta a est o sud-est e protetta da una tenda non troppo pesante che filtri i raggi solari.

46

Riempite il contenitore di argilla espansa

Le temperature ottimali per queste specie sono 18-25°C. Quando fa molto caldo, queste specie hanno bisogno di una buona umidità, che non sempre nelle proprie case è disponibile. Per ovviare a questo inconveniente, riempite un contenitore non molto alto o una vaschetta d'acqua; poggiate all'interno alcuni vasi di coccio messi al contrario e sulla loro sommità mettete i vasi contenenti le orchidee. In alternativa riempite il contenitore di argilla espansa e su di essa posizionate le piante nei loro vasi. Un'altra alternativa al sottovaso è quella di nebulizzare acqua sulle foglie con uno spruzzino. Tuttavia questa pratica è più rischiosa e adatta ai coltivatori più esperti, poiché eventuali ristagni idrici tra le ascelle fogliari possono provocare un letale marciume del colletto.

Continua la lettura
56

Utilizzate del concime liquido

Per annaffiarla collocate l'orchidea in un vaso più grande di quello che la ospita o di un secchio d'acqua, facendo attenzione a non far andare l'acqua tra le ascelle fogliari. Tenete in ammollo il vaso giusto qualche minuto, il tempo che le radici muteranno il loro colore argenteo in un verde brillante. Durante il periodo in cui la pianta è fiorita, somministratele del concime specifico per orchidee molto diluito, preparandola ad affrontare la nascita e crescita di nuove foglie e radici. Buon lavoro.

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Giardinaggio

10 tipi di orchidee da coltivare in casa

Non conosco persone che non restano stupefatte ogni volta dalla bellezza eterea delle orchidee, dai loro colori e la forma plastica, tanto che spesso tutti toccano questi fiori, pensando siano finti in quanto quasi perfetti. Fiori estremamente delicati,...
Giardinaggio

Come coltivare le orchidee blu

L'orchidea blu, il cui nome scientifico è "vanda coerulea", appartiene alla famiglia delle orchidacee ed è nota a tutti per il suo caratteristico colore. Fu scoperta dal botanico inglese William Griffit in India orientale nel 1937 e, successivamente,...
Giardinaggio

Le 5 varietà di orchidee più facili da curare

Le orchidee sono piante dall'aspetto affascinante. L'orchidea proviene dai paesi asiatici, ma possiamo trovarla anche nel continente americano nelle aree tropicali. Anche in Italia è presente l'orchidea, ma in questo caso è molto diffusa sulle montagne....
Giardinaggio

Come piantare le orchidee

La coltivazione di piante e fiori è un ottimo passatempo per qualsiasi persona; inoltre, dà la possibilità di procurarsi un po' di soldi. Per mettere in atto questa passione non basta il pollice verde, ma bisogna anche conoscere le piante e sapere...
Giardinaggio

Come far rifiorire le orchidee

L'orchidea appartiene alla famiglia delle Orchidacee: tra le numerosissime specie molte sono quelle che crescono nei climi tropicali e subtropicali, particolarmente interessanti per la bellezza e la magnificenza dei loro fiori, sovente profumati e ricercati...
Giardinaggio

Cura delle orchidee: 5 errori comuni da evitare

Chi ha la passione per il giardinaggio sa bene quanto sia importante curare le piante. Ne esistono diverse specie, alcune delle quali più delicate e bisognose di attenzioni. Molte di queste ultime rientrano nel gruppo delle piante da interno e decorative....
Giardinaggio

10 orchidee ideali per la casa

Le orchidee sono senza dubbio le piante più desiderate per arredare la propria casa con stile. Tuttavia, benché i loro fiori durino moltissimo e possano sembrare delle piante semplici, non è affatto così: la maggior parte di esse necessita di condizioni...
Giardinaggio

Come curare le macchie nere sulle foglie delle orchidee

Le orchidee sono tra le specie floricole più antiche. Le loro origini risalgono a circa 65 milioni di anni fa. Il nome orchidea comparve per la prima volta tra il VI ed il V secolo a. C. Nel "De historia plantarum", Teofrasto, filosofo dell'antica Grecia,...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.