Come coltivare le piante di mirtillo

Tramite: O2O
Difficoltà: media
16

Introduzione

Se stiamo pensando di coltivare delle piante sul nostro balcone o nel nostro giardino, in modo da creare una spazio pieno di verde, ma non siamo esperti con il giardinaggio, non dovremo assolutamente preoccuparci. Basterà infatti, cercare delle informazioni riguardanti la pianta che abbiamo intenzione di curare, come ad esempio la quantità di acqua necessaria, l'esposizione al sole, la temperatura e molto altro ancora. Tutte queste informazioni potremo facilmente trovarle all'interno delle moltissime guide presenti su internet e grazie ad esse, riuscire a far crescere tutte le nostre piante sempre forti e rigogliose. Nei passi successivi, in particolare, vedremo come fare per riuscire a coltivare correttamente le piante di mirtillo.

26

Occorrente

  • Concime e terriccio
  • Acqua piovana e/o a basso contenuto calcareo
36

Il terreno

Per poter coltivare il mirtillo serve prima di tutto un terreno leggero, morbido e pulito, soprattutto la parte sotto la superficie dev'essere esente da contaminanti, anche naturali, come ad esempio il calcare, deleteri per la buona salute della pianta. Le radici del mirtillo sono poi tutt'altro che profonde e, proprio per questa ragione, necessitano di essere annaffiate con cura e soprattutto con grande frequenza e abbondanza. Idealmente, per poter coltivare il mirtillo, sarebbe meglio avere a disposizione un giardino o meglio ancora un piccolo orto o terreno di proprietà, magari separato dall'abitazione principale, perché si tratta di una pianta che necessita di grande areazione.

46

Il concime, l'aria e la collocazione della pianta

Oltre al terreno, come già menzionato in precedenza, sono importanti il tipo di concime utilizzato, la qualità dell'aria e la collocazione della pianta. Per il concime va benissimo del letame o del concime di tipo industriale acquistabile in qualunque negozio di giardinaggio, mentre bisognerebbe, se possibile, controllare la qualità dell'aria assicurandosi che la presenza di azoto sia sotto controllo e posizionando la pianta in maniera da esporla a luce diretta del sole almeno per qualche ora ogni giorno. Se non è possibile collocare la pianta in una zona con sufficienti precipitazioni, si consiglia d'innaffiare la pianta con acqua piovana e, per far respirare meglio le piante, collocarle a una distanza di almeno 1-2 metri l'una dall'altra.

Continua la lettura
56

La potatura

Le piante di mirtilli, che si tratti di quelli rossi o di quelli di tipo "americano", devono generalmente essere potate e successivamente raccolte nel periodo precedente all'inverno, a cavallo tra la fine dell'estate e l'inizio dell'autunno (Settembre è il mese ideale). Una volta raccolti i frutti e ripuliti con cura, se possibile utilizzando degli igienizzanti naturali si potrà servirli direttamente oppure preparare delle confetture.

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Giardinaggio

Come piantare e coltivare le piante grasse in vaso

Se avete il pollice verde, potreste piantare e coltivare le piante grasse in vaso. Tali piante, conosciute anche come succulente, sono perfette per gli ambienti aridi. Queste, infatti, sviluppano foglie e steli molto carnosi che accumulano e conservano...
Giardinaggio

5 piante fiorite da coltivare anche in inverno

Con la fine della bella stagione e l'arrivo dell'inverno le temperature si abbassano e le condizioni sono più sfavorevoli per la crescita delle piante. Proprio per questo molte piante preferiscono espletare le loro funzioni riproduttive durante i periodi...
Giardinaggio

Come coltivare le piante nel terrario

Un bel terrario può essere anche oggetto di arredamento, tanto quanto un acquario, quindi se decidiamo di metterlo in casa dobbiamo procurarci un contenitore di vetro o di plastica che si adatti al meglio al nostro arredamento. Per un terraio da terrazza...
Giardinaggio

Come coltivare le piante di pomodoro sul balcone

Se volete provare a coltivare qualche ortaggio, le piante di pomodoro potrebbero fare al caso vostro. Si tratta infatti di piante adatte a quanti sono alle prime armi, in fatto di coltivazione, dato che sono molto semplici da gestire. Tuttavia non tutti...
Giardinaggio

Come coltivare piante acidofile nel terreno calcareo

Possedete un giardino o un bel balcone dove sono posizionate diverse piante ma molte di queste nonostante tutta la nostra cura ed amore nell'innaffiarle regolarmente, tendono a morire vanificando i nostri sforzi? Nessun problema perché allora questa...
Giardinaggio

Come coltivare le piante grasse

Sempre di più le piante grasse, con il loro aspetto che ricorda i paesaggi del deserto, stanno diffondendosi negli appartamenti di città. Molto probabilmente perché necessitano di minori cure. Esse infatti hanno la capacità di assorbire l'acqua in...
Giardinaggio

Come Coltivare Piante Di Papiro

Il papiro appartiene alla famiglia delle Ciperacee (piante acquatiche). Cresceva anticamente sulle rive del Nilo e in alcune zone del Mediterraneo e veniva utilizzato nell'antico Egitto per produrre fogli per la scrittura, ma anche farmaci, cordami e...
Giardinaggio

10 piante perenni resistenti al freddo da coltivare in Inverno

Se l'estate ci regala dei bei prati fioriti e l'autunno ci ha abituato a vedere paesaggi dai molteplici colori che vanno dal verde al rosso scuro, dall'arancione al giallo. L'inverno può riservare delle sorprese inaspettate all'occhio di un profano del...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.