Come coltivare le piante grasse sui mattoni

tramite: O2O
Difficoltà: facile
15

Introduzione

Quando si decide di prendersi cura delle piante per dare sfogo al proprio pollice verde bisogna considerare una serie di aspetti da portare avanti con impegno e passione. Se si possiedono delle piantine grasse e si ha poca esperienza in materia di giardinaggio è opportuno chiedere qualche consiglio al proprio fiorista di fiducia. In questo tutorial vengono date una serie di utili indicazioni su come è possibile coltivare le piante grasse sui mattoni. Se vengono eseguiti correttamente tutti i passaggi che vengono riportati successivamente si può ottenere un ottimo risultato.

25

Occorrente

  • mattoni pieni
  • morsetto a C
  • trapano
  • 1/2 terriccio universale 1/2 sabbia di fiume
  • piantine grasse
  • acqua
  • una bottiglietta spray
  • bulino o cesello
35

È importante sapere che questo tipo di lavoro produce abbastanza polvere per cui è consigliabile cercare un posto dove non si sporca troppo. La prima cosa da fare è quella di prendere della sabbia di fiume per alleggerire il terriccio universale. Bisogna mescolarla accuratamente a quest'ultimo per ottenere un composto poco compatto che trattiene di meno l'umidità. In alternativa si può acquistare del terriccio specifico per piante grasse. A questo punto si deve bloccare il mattone col morsetto e con la matita segnare il centro. Poi, si deve riempire d'acqua il contenitore spray e spruzzare la superficie del mattone. È opportuno tenere il mattone sempre umido quando si trapana, altrimenti si brucia.

45

Bisogna trapanare delicatamente, cercando di tenere ferma la mano. Ogni 20 secondi si deve interrompere il lavoro e spruzzare l'acqua sul mattone per abbassare la temperatura. Si deve continuare a forare fino a quando con la punta del trapano si arriva alla superficie inferiore del mattone, indicativamente a 2 cm dalla base di fondo. A questo punto con il cesello si deve scavare nel foro per prelevare ed eliminare tutti gli scarti che sono all'interno del mattone. Durante questa operazione bisogna prestare particolare attenzione per non correre il rischio di rompere il mattone. Dopo aver completato il foro bisogna spruzzare dell'acqua per ripulire tutte la superficie; poi si comincia a riempire quella parte che deve essere la sede della piantina.

Continua la lettura
55

Adesso si deve inserire 1 cm di scarti della trapanatura ed 1 cm di terriccio-mescola per piante grasse; poi, bisogna infilare la piantina e riempire con ulteriore substrato. Dopo una settimana, ed in seguito ogni 3 settimane, bisogna spruzzare le piantine con poca acqua. In alternativa al posto del mattone si possono utilizzare dei blocchi di legno di recupero oppure dei forati. In ogni caso i laterizi sono delle comode fioriere che si possono facilmente spostare e portare al coperto nel periodo invernale.

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Giardinaggio

Come coltivare le piante grasse

Sempre di più le piante grasse, con il loro aspetto che ricorda i paesaggi del deserto, stanno diffondendosi negli appartamenti di città. Molto probabilmente perché necessitano di minori cure. Esse infatti hanno la capacità di assorbire l'acqua in...
Giardinaggio

10 piante grasse da coltivare in casa

Il giardinaggio è un hobby molto frequente e davvero salutare, ma se non si possiede un giardino o un lembo di terra da poter coltivare si può optare per la coltivazione in vaso. Se questa è la vostra idea di giardinaggio allora oggi vi mostreremo...
Giardinaggio

Come proteggere le piante grasse in inverno

Esistono piante che in inverno esigono di una protezione adeguata. Tra le più a rischio troviamo le piante grasse. Una buona disposizione, quindi favorisce un'adeguata protezione per tutta la stagione fredda. Se amiamo coltivare le piante e soprattutto...
Giardinaggio

Come creare un giardino sui mattoni

L'idea più semplice per creare un giardino è quella sui mattoni. Optare per questo materiale è una scelta che di solito viene utilizzata da tanti. A questo proposito vanno presi mattoni di particolare fattura e resistenti. Sarà poi sufficiente fare...
Giardinaggio

Come allestire un giardino con piante grasse

La bellezza suggestiva di un giardino curato e in fiore è sempre uno spettacolo capace di sbalordire. Romantici e delicati, i fiori rendono gli open space piacevoli da vivere in ogni periodo dell'anno. Per rendere però il nostro giardino davvero particolare...
Giardinaggio

5 regole essenziali per curare le piante grasse

Le piante grasse sono le piante d'appartamento più diffuse. Non solo per le loro forme un po' particolari, ma anche per i colori vivaci e, soprattutto, riescono a sopravvivere anche in ambienti molto caldi. Inoltre, per curare le piante grasse non è...
Giardinaggio

Come scegliere il terriccio per le piante grasse

Le piante grasse, o succulente, sono molto decorative. Diffuse negli appartamenti, per interni o esterni, si adattano a qualsiasi condizione e temperatura. Semplici da curare, non richiedono eccessive attenzioni. Pertanto, sono adatte a chi non ha dimestichezza...
Giardinaggio

Come comporre un vaso di piante grasse

Le piante grasse sono amate dai più soprattutto per la loro facilita di coltivazione. Infatti hanno bisogno di poca acqua e, grazie alla loro crescita abbastanza lenta, durano veramente tantissimi anni, addirittura decenni. Ne esistono varie tipologie...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.