Come coltivare l'Hatiora Salicornioides

Tramite: O2O
Difficoltà: media
16

Introduzione

Se state cercando una pianta grassa decisamente inusuale, avente una forma particolare, e che riesca a donare anche dei colori brillanti e molto vivaci, ecco allora che potete optare per l 'Hatiora Salicornioides. Seguendo i passi successivi della guida, vi spiegano in merito come coltivare al meglio questa specie.

26

Occorrente

  • Hatiora salicornioides
  • Acqua/concime
  • Vaso in terracotta
  • Argilla espansa
36

L'Hatiora salicornioides è una pianta appartenente alla famiglia dei cactus e in origine nasce in Brasile. Strutturalmente si presenta caratterizzata da dei fusti molto sottili e di forma cilindrica, La caratteristica principale di questa pianta è tuttavia quella di riuscire a ramificarsi velocemente con rami che superano il mezzo metro di altezza.

46

La fioritura dell'Hatiora, generalmente, avviene nel periodo di inizio primavera, quando, sulla parte alta dei fusti, sbocciano dei fiorellini aventi una tonalità di colore giallo dorato a cui, e talvolta, fanno capolino anche dei piccolissimi frutti con tantissimi semi, ideali per una nuova propagazione. Affinché la fioritura avvenga, è però necessario posizionare l'Hatiora in penombra, in quanto non predilige l'esposizione in pieno sole soprattutto quello eccessivamente caldo del periodo estivo. La concimazione deve invece avvenire ogni 20 giorni. A questo punto dopo aver descritto tutte le caratteristiche principali dell'Hatiora Salicornioides, posiamo finalmente parlare della coltivazione, per cui innanzitutto prendiamo un vaso di terracotta dopodichè lo riempiamo con del terriccio specifico per piantine grasse aggiungendo anche della sabbia di fiume e dell'argilla espansa. Quest'ultima è fondamentale per garantire al terriccio un drenaggio ideale e che scongiuri il rischio di far marcire l'apparato radicale che tra l'altro è piuttosto stretto ed intenso.

Continua la lettura
56

Adesso possiamo estrarre la piantina da vasetto in cui ci è stata consegnata, ed interrarla, ricoprendo lo strato superiore con almeno due centimetri di terriccio, dopodiché facciamo una leggera innaffiatura giusto per compattare il tutto. A margine di questa guida, ci sono due importanti note aggiuntive. La prima riguarda la temperatura che non deve essere inferiore ai 12 gradi, il che significa ricoverarla in casa già nel primo periodo autunnale. La seconda invece si riferisce alle innaffiature che nel periodo invernale devono essere meno frequenti e nell'ordine dei 28/30 giorni. Infine, vale la pena sottolineare che questa specie di pianta grassa non è soggetta a malattie, quindi le precauzioni sin qui descritte, sono più che sufficienti per coltivarla al meglio.

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Giardinaggio

Come coltivare patate in casa o in giardino

Se avete la passione per il giardinaggio e avete intenzione di cominciare a coltivare qualcosa, potete scegliere uno degli alimenti più amati sia dai grandi che dai bambini: la patata. Questo gustoso tubero può essere mangiato in tantissimi modi e le...
Giardinaggio

Come coltivare le lenticchie in casa

Quando si possiede del tempo libero a disposizione sarebbe il caso di sfruttarlo al meglio. Ad esempio si potrebbe prendere in considerazione l'idea di coltivare qualcosa in casa che si possa poi gustare. Quindi potremmo mangiare qualcosa di sano e genuino,...
Giardinaggio

Come coltivare le patate sul proprio balcone

Se avete in mente di iniziare a coltivare qualcosa sul vostro balcone dovreste prendere in esame questa guida, dove spiegheremo come coltivare le patate sul proprio balcone. Fate conto che la patata è una pianta resistente che può essere coltivata facilmente,...
Giardinaggio

5 consigli per coltivare la gardenia in vaso

La gardenia è un arbusto particolarmente profumato, caratterizzato da candidi fiori bianchi e da fogliame verde lucido. Si tratta di una pianta abbastanza difficile da coltivare con successo, specie nelle zone più fredde e in vaso. Tuttavia, è sufficiente...
Giardinaggio

Come coltivare una palma

La palma è una pianta ornamentale e ha un valore estetico inestimabile. Questo esemplare appartiene alla famiglia delle Arecaceae e si distingue per il suo particolare portamento. Coltivare una palma è davvero molto semplice e bastano pochi accorgimenti...
Giardinaggio

Come iniziare a coltivare un orto

Oggigiorno sono sempre di più le persone che vogliono cominciare a coltivare un orto. Le ragioni possono essere le più svariate: si può farlo per il desiderio di riavvicinarsi alla natura, perché la coltivazione di un orto può essere un oggetto d’amore,...
Giardinaggio

Come coltivare e curare la gardenia

La Gardenia è una pianta delicata e profumata. La si può coltivare sia in giardino sia come pianta da vaso. Per coltivare e curare la gardenia, una varietà di pianta molto delicata e piacevolmente profumata, vi consiglio di seguire con attenzione...
Giardinaggio

5 ortaggi da poter coltivare senza fatica in giardino

Ci sono diversi ortaggi da poter coltivare in una parte del giardino, tutti gustosi e quindi ottimi per preparare deliziose pietanze, non tutti però sono semplici da coltivare, in quanto diversi di essi richiedono tempo e fatica, nonché il mantenere...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.